SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Mer Dic 31, 2014 5:44 pm

acp ha scritto:
Delfino81 ha scritto:morale della favola,

Come sta andando ?

non la vedo e nn la sento piu da quel d'...aveva provato a farsi risentire le ho detto che i suoi messaggi non erano piu graditi, e lìho minacciata di denunciarla pure per stalking, dato che ha visto che i caramba quella volta li ho chiamati eccome, ha capito che non scherzavo....ed è sparita! per fortuna, mia e forse anche sua!

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  acp il Mar Dic 30, 2014 10:04 am

Delfino81 ha scritto:morale della favola,

Come sta andando ?

acp

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.11.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  acp il Sab Dic 06, 2014 8:32 am

Delfino81 ha scritto:morale della favola, da quanto dice pure il mio psichiatra, io pago solo lo scotto di essere una persona debole di carattere e con una bassa autostima e un basso amore di me stesso...

quando uscirà dal ricovero psichiatrico, se mi manderà messaggi all'inizio non risponderò, ma se dovesse continuare e diventare di nuovo minacciosa, ecc, la denuncio senza manco pensarci sopra.....rischio di peggiorare la sua situazione? sti cazzi, ha tanto inguaiato la vita lei a me, e se prova, se solo si azzarda a farmi di nuovo del male, la distruggo stavolta....non l'ho nemmeno voluta denunciare per il fatto del coltello, ho solo chiamato aiuto spiegando la situazione, ma poi, quando ho fatto "l'esposto", ho perfino cercsto di giustificarla, dicendo che va curata e basta.... ma se prova a farmi di nuovo del male,a cercarmi a venire sotto casa mia ecc, la denuncio senza se e senza ma..... mors mea, vita tua....deve sparire dalla mia vita, se no sarò io a schiacciarla come uno scarafaggio....pietà non ne ho piu, ho solo rabbia, tanta tanta rabbia.... scusate x lo sfogo, e buon fine settimana a tutti

Giustamente sei arrabbiato, ma come dice il tuo psichiatra paghi i problemi del tuo
carattere, non dovresti essere arrabbiato con lei, ma solo con te stesso, non è
lei che ha rovinato la tua vita lei è realmente malata, te la sei rovinata da solo.
Bloccala sul cellulare, lo fanno tutti i cell moderni, non risponderle mai, non cadere
in provocazioni, con il tuo abbandono sai benissimo che per un pò farà una crisi dopo
l'altra, perciò per tè stesso e per lei limitati ad evitare il contatto ...
Buona fortuna ...

acp

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.11.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Sab Dic 06, 2014 12:22 am

morale della favola, da quanto dice pure il mio psichiatra, io pago solo lo scotto di essere una persona debole di carattere e con una bassa autostima e un basso amore di me stesso...

...o meglio da piccolo non ero cosi, ma il mio carattere è stato annientato nel corso degli anni, sia dai miei genitori, borghesi autorevoli ed esigenti, sia da alcuni compagni di classe di liceo, dato che son stato anche vittima di bullismo....mettiamoci anche un po' di "imbottitura religiosa" (quante volte mi son chiesto pure, "se questa si ammazza vado all'inferno?" ) e dunque diciamo che il mio collo era perfetto da offrire al cappio che una persona Borderline ti può mettere intorno....cappio che di giorno in giorno, di mese in mese, di anno in anno, si è stretto sempre di piu....

però alla fine, un po' come quando uno davvero dovesse stringersi una busta di plastica intorno alla testa, l'istinto della vita nel momento in cui stai per soffocare ti spinge sempre a strappare la busta....e cosi è successo a me con l'episodio del coltello....in 6 anni mi so preso sputi, schiaffi, calci, e sono stato sempre "in trincea", e ripeto non per amore, ma per tutto il quadro che vi ho descritto prima, ma quando l'ho vista minacciarmi e inseguirmi per casa con un'arma in mano solo perche avevo promesso a un collega mio recentemente operato alla caviglia di andarlo a trovare a casa, e quindi per una sera nn avrei potuto farle da tassinaro e farla uscire,ma "l'avrei abbandonata", dentro di me è scattato come un "salvavita", ho chiamato i CC e se la son portata e il resto lo sapete....

io dovrei cambiare numero?? non esiste proprio....e che so un pentito di mafia che deve andare sotto protezione per colpa di una pazza esaurita?a maggior ragione che sto cercando di cambiare lavoro per trovar qualcosa di piu stabile, e su tutti i profili aziendali on line ormai ho registrato questo numero"....quando uscirà dal ricovero psichiatrico, se mi manderà messaggi all'inizio non risponderò, ma se dovesse continuare e diventare di nuovo minacciosa, ecc, la denuncio senza manco pensarci sopra.....rischio di peggiorare la sua situazione? sti cazzi, ha tanto inguaiato la vita lei a me, e se prova, se solo si azzarda a farmi di nuovo del male, la distruggo stavolta....non l'ho nemmeno voluta denunciare per il fatto del coltello, ho solo chiamato aiuto spiegando la situazione, ma poi, quando ho fatto "l'esposto", ho perfino cercsto di giustificarla, dicendo che va curata e basta.... ma se prova a farmi di nuovo del male,a cercarmi a venire sotto casa mia ecc, la denuncio senza se e senza ma..... mors mea, vita tua....deve sparire dalla mia vita, se no sarò io a schiacciarla come uno scarafaggio....pietà non ne ho piu, ho solo rabbia, tanta tanta rabbia.... scusate x lo sfogo, e buon fine settimana a tutti

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Sab Dic 06, 2014 12:04 am

Riguardo il fatto della denuncia x stalking, intendiamoci, la mia intenzione è non denunciare nessuno...l'esposto ai CC l'ho dovuto fare perche dopo averli chiamati mentre lei era impazzita col coltello in mano (magari nn mi avrebbe fatto nulla, ma una persona disturbata di mente per me è piu pericolosa di un camorrista), ho dovuto spiegare bene bene la situazione, caso mai si pensassero che l'avevo aggredita io, e la sua era legittima difesa....
Ma sapete quante altre litigate in passato ci so state sempre per motivi stupidi (che poi, ricordiamoci io non sono l fidanzato, non provo amore per sta ragazza, anzi quando si faceva sbattere a qualcuno conosciuto in chat ero piu che contento perche almeno avevo la serata libera Laughing ),e se non me ne o andato era anche per paura io stesso di ritorsioni legali, oh ditemi magari che mi vedo troppo film polizieschi o di Perry Mason ma io ste cose legali ce le ho in testa ...vi riporto una scenetta tipica....

Io "Basta, Elisa, hai superato il limite, io me ne vado"
Lei "e vattene, sei un pezzo di merda, ecc ecc"

questo a voce, al che me ne andavo e poi mi scriveva puntualmente un messaggio del tipo "tu mi hai messo nella merda (io capito? nn l famiglia Very Happy )ora o vieni o mi ammazzo....se non tornavo e non rispondevo a breve, arrivava puntuale un altro messaggio del tipo "Mi sono fatto un cocktail alla tua salute bastardo, ci vedremo all'inferno"

e a quel punto tornavo sempre.....provai a chiamare una volta il padre e lui mi disse "ma lasciala perdere, tanto non si ammazza, fa crpare gli altri, ma lei sta sempre in mezzo alle palle...vattene Mimmo, te lo dico come se fossi papà tuo, vattene e lasciala sola perche è quello che si merita, nn vuole farsi curare, nè io nè tu la possiamo curare, l'unica cosa che possiamo fare è ammalarci appresso a lei"....

discorso che nn fa una grinza...di tanti cocktail che si è fatta, ne fosse riuscito uno Laughing e poi son sempre stato dell'idea che chi si vuole ammazzare davvero nn lo dice, lo fa e basta....tuttavia, in quei frangenti, dopo che ancora una volta la sua famiglia mi lasciava solo, mi chiedevo... "che devo fare? farmi i cazzi miei e incorrere in una denuncia per omissione di soccorso? (mettiamo che crepava davvero, e sul suo cellulare tra i messaggi in uscita compariva quello in cui mi diceva che si stava ammazzando....legalmente che rischiavo?) oppure chiamare il 118 e rischiare come un paio di volte è successo, che non si era fatta proprio di nulla, ma era un "bluff" da poker, e quindi avrei rischiato pure una denuncia per aver allertato un servizio pubblico senza un reale motivo?insomma fatto sta che tornavo sempre....e poi è successo quello che suo papà aveva pronosticato, che mi sarei ammalato appresso a lei, infatti sto in cura dallo psichiatra anche io...

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Ven Dic 05, 2014 11:41 pm

Rispondo solo oggi perche non mi ero connesso in questi giorni....che dire, il compare acp ha capito purtroppo la drammaticità della situazione.... la casa non ce l'ha in affitto, è sua, il padre le paga le bollette, le mette i soldi della spesa, ogni tanto la viene a trovare, ma in sostanza vive sempre con sua madre e l'altro figlio a casa della madre (cioè la nonna di sta ragazza).... di pensione prende circa 300 euro, una badante sarebbe improponibile cosi come pure difficile sarebbe andare a lavorare per vari motivi....primo, ogni contesto lavorativo è impostato sulle relazioni sociali, come potrebbe resistere allo stress del lavoro, un disguido con un collega o col suo capo una persona che può arrivare ad alzare le mani se le chiedevo "un giorno di permesso" per vedermi con un amico ecc e che vuole si faccia sempre tutto cio che dice lei? Rolling Eyes

inoltre la difficoltà sarebbe anche logistica, dato che con le crisi che ha non puo guidare (la patente ce l'ha la prese quando ancora nn stava a sti livelli, ma di fatto non guida) e nemmeno prendere i mezzi se son troppo affollati...

Cely, e tu dici che la legge è fatta bene? la legge italiana è una merda a parere mio.... Evil or Very Mad che ne sarà di questa persona quando il papà nn ci sarà piu? (la madre è gia come se non ci fosse)....il fratello non è obbligato a curarsene.....le strutture psichiatriche ormai dopo qualche settimana max qualche mese ti sbolognano (e sappiamo bene che in pochi mesi nn si risolvono situazioni del genere)

A questo punto, mi spiace dirlo, ma c'è da rimpiangere i manicomi di una volta..... non erano alberghi di lusso, ma almeno queste persone potevano mangiare, avere un tetto, e veniva impedito loro di farsi del male o far del male agli altri.....che poi venissero trattati male dalpersonale medico, era uno schifo certamente, però pensateci un attimo, quanti carcerati vengono pestati dai secondini? quanti pazienti subiscono i postumi di operazioni chirurgiche sbagliate negli ospedali?quanti bimbi vengono picchiati dai maestri all'asilo o a scuola e ogni tanto ne sallta fuori qualcuno? non per questo, chiudono carceri ospedali o scuole, e x le stesse ragioni non dovevano chiudere i manicomi....grande cazzata hanno fatto...

Di curarsi lei si è sempre curata, ma in modo altalenante come tutti i Borderline...del resto sono proprio i BD a dire che loro stanno bene, e se hanno malessere è colpa degli altri che gliel'hanno provocato giusto? Rolling Eyes una volta arrivò ad alzarmi le mani in una crisi per rinfacciarmi che se sta cosi è x colpa mia (che so l'unico stronzo a occuparsi di lei), in quanto io "non l'ho mai resa indipendente" accompagnandola qua e là ma ad esempio facendole guidare la macchina mia per farle riprendere dimestichezza...io di fatto la macchina mia nn la faccio guidare manco a mio padre o mia madre...lo psichiatra lo vedeva una volta al mese, ora non so che farà

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  acp il Mer Dic 03, 2014 2:49 pm

Cely ha scritto:Strano che dei genitori mollino una casa ad un figlia in queste cobdizioni che forse nemmeno si ricorda di pagare le bollette.

Beh la madre è scappata con uno per soldi, abbandonando non uno ma 2 figli, il
padre mi sembra di aver capito che ha provato in qualche modo, ma non parliamo
di una che non c'è con la testa, ma di una che ha 85% di invalidità e che ricorre
ad usare coltelli per minacciare, forse la hanno vista un pericolo reale, strutture
pubbliche di ricovero a lungo termine, per problemi a questo livello non esistono,
comunque da fuori è facile giudicare la famiglia.

Cely ha scritto:
Ma Di fatto è una persona maggiorenne che prende dei soldi dallo stato, può pagarsi un affitto e una badante, il che è già tanto,

Dubito che con una pensione di invalidità si possa permettere la badante e poi ,
con il problema che ha, è anche difficile tenerla in casa una badante.

Cely ha scritto:
In ogni caso non penso sia giusto denunciarla per stalking,  alla fine quanto lei ti chiamava tu andavi,  è chiaro che essendo abituata a ciò lo rifarà. Cambia numero di telefono e tutto.  

Sono d'accordo, credo che questa ragazza abbia già abbastanza problemi, tu vuoi farti una tua vita, senza lei, ma non infierire, se non vuoi cambiare numero, bloccala, non rispondere ma evita denunce,
non servono a tè e non servono a lei, quando realizzerà di essere stata abbandonata anche
dall'ultima persona che aveva per lei sarà sicuramente una cosa molto destabilizzante.

E come giustamente chiede cely in 6 anni non ha fatto cure ? psicologo, psichiatra,
Farmaci in casa ne ha visto che si riempie di barbiturici, possibile che non abbiano
in nessun modo almeno stabilizzato un po' la malattia ?



acp

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.11.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Cely il Mer Dic 03, 2014 12:47 pm

No delfino in questo caso la legge è fatta bene. II persona non posso farmi carico di qualcuno se non voglio, anche se è un mio parente. Qui servirebbe il buon senso più che la legge. Esistono le assistenze domiciliari, ma queste devonk conunqie essere attivate da qualcuno. Strano che dei genitori mollino una casa ad un figlia in queste cobdizioni che forse nemmeno si ricorda di pagare le bollette. Ma Di fatto è una persona maggiorenne che prende dei soldi dallo stato, può pagarsi un affitto e una badante, il che è già tanto, tu considera che mia zia con il 100% di invalidità (in cui sono compresi problemi mentali) ha scelto comunque di lavorare.
In ogni caso non penso sia giusto denunciarla per stalking, alla fine quanto lei ti chiamava tu andavi, è chiaro che essendo abituata a ciò lo rifarà. Cambia numero di telefono e tutto. Fai perdere le tue tracce! Ma poi,in 6 anni , possibile che non si sia mai curata?

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Mar Dic 02, 2014 11:54 pm

Purtroppo devo darvi ragione, io sono certo che non tornerò indietro dalla mia decisione...ho letto di molti codipendenti che sentono il bisogno e la mancanza del border, io non l'ho mai sentita, per questo,come gia ebbi modo di parlarne in un altro topic, la mia è stata una codipendenza strana fin dall'inizio.....non so nemmeno io perche me ne son voluto far carico...forse per un'educazione molto cattolica (se me ne vado e questa si ammazza, vado all'inferno?? queste le domande che mi ponevo)....forse perche come ha detto il mio psicologo, io sono una persona un po' debole di carattere, o meglio masochista, tendo ad accontentare gli altri per scrollarmi di dosso le mie responsabilità e additarli come i colpevoli dei miei fallimenti....l'ho fatto anche con i miei genitori, che hanno voluto farmi studiare una facoltà mentre io volevo arruolarmi, e ora infatti glielo rinfaccio....di sicuro non ho mai sentito la mancanza di questa persona border....

Di fatt, quando se la sono portata via, il giorno dopo mi sono recato al commissariato per fare un esposto sulla situazione e segnalare che se quando dovesse uscire, si dovesse mettere a canzone con messaggi o chiamate minatorie, posso segnalarla anche per stalking.

Resta una cosa molto triste cmunque, che questa possa farsi cocktail di psico farmaci tutti i giorni, e i parenti piu stretti andarsela a prendere nel di dietro quando e quanto gli pare.....ma si sa, lam legge italiana è fatta proprio ad cazzum


Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Cely il Mar Dic 02, 2014 9:48 pm

Caro delfino qui il problema è tuo. Non avevi responsabilità legali ma te nne sei fatto carico lo stesso. Cosa ti aspettavi? Fare assistenza tutta la vita? Che un giorno la storia sarebbe cambiata?
Per tornare alla tua domanda, legalmente non puoi fare proprio una cippa. È maggiorenne, quindi i suoi genitori/fratelli e bla bla non sono costretti ne ad assisterla ne a mantenerla. Ha la pensione di invalidità quindi è autonoma. Non esistono leggi che dicono che la sua famiglia deve prendersene cura. Certo, come situazione è strana, se io avessi una figlia con certi problemi non la lascerei da sola in una casa, ma la farei ricoverare in un posto adatto. Ora è stata ricoverata quindi è al sicuro, stai ben tranquillo che non tornerà a casa fino a che non la stabilizzano. Per il resto non ho Capito a che ti serve intervenire legalmente. Vuoi farla pagare alla alla sua famiglia, ma per cosa poi? Non ti hanno puntato una pistola dicendoti di occuparti di lei. L'unico ad averti stuprato qui è questa tua parte di te. È chiaro che le persone così rimangono sole. Fino a che sei ritardato,menomato e quant'altro tutti ti compatiscono e fanno a gara a chi è più buonista, se non ci stai con la testa è diverso e l'ho visto con i miei occhi. Storia vecchia questa.
Ora non pensarci, sii forte e vai avanti.

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  acp il Mar Dic 02, 2014 8:16 am

Delfino81 ha scritto:
Riguardo l'azione legale che vorrei muovere verso i familiari, intendiamoci, non è per un risarcimento nei miei confronti.....Alberto, non so se tu abbia capito questo, ma non è assolutamente questo....mi riderebbe in faccia qualsiasi avvocato o magistrato se pretendessi una cosa del genere, proprio perche come hai giustamente detto, nessuno mi ha obbligato....l'ho fatto, com spiegavo, perche la mia codipendenza era costituita dal fatto che mi sentissi responsabile di questa persona anche quando non dovevo....

Fermo restando che i familiari, hanno sbagliato, almeno secondo la tua descrizione.

Le tue motivazioni erano chiare, ma ti ripeto, tu non hai alcun diritto legale
di sporgere causa nei loro confronti.
E sempre legalmente (non moralmente), visto che sembra dal tuo nik che all'epoca fosse
già maggiorenne, non credo fossero nemmeno "legalmente" tenuti a farlo.

Ma parliamo dell'altro problema, il tuo ?
Conoscendo le strutture pubbliche Italiane, se non è già a casa ci tornerà presto, tu
sei sicuro di riuscire a non ricominciare con lei da zero e di farti una tua vita ?
O la tua codipendenza non te lo permetterà ?






acp

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.11.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Grazie a entrambi per le risposte

Messaggio  Delfino81 il Lun Dic 01, 2014 11:57 pm

Grazie x le risposte.... ci tengo giusto a specificare un paio di cose...

La ragazza di cui parlo ha avuto il riconoscimento di una invalidità dlal'inps dell'85 % ma non ha l'accompagno... e il punto su cui dobrò informarmi è proprio questo... di sicuro una persona che ha l'obbligo dell'accompagno (obbligo per cui l'INPS elargisce anche una cifra maggiore all'invalido) non può essere lasciata sola....o perche inable alle cose quotidiane (pensiamo a gravi invalidi fsici) o a gravi disturbi mentali, di sicuro non può essere lasciata sola....

Riguardo l'azione legale che vorrei muovere verso i familiari, intendiamoci, non è per un risarcimento nei miei confronti.....Alberto, non so se tu abbia capito questo, ma non è assolutamente questo....mi riderebbe in faccia qualsiasi avvocato o magistrato se pretendessi una cosa del genere, proprio perche come hai giustamente detto, nessuno mi ha obbligato....l'ho fatto, com spiegavo, perche la mia codipendenza era costituita dal fatto che mi sentissi responsabile di questa persona anche quando non dovevo....

L'azione legale che vorrei attuare è per portre all'ovile i familiari che ora se ne sbattono...

Dimmi tu, che padre è un padre che quando questa si sveglia storta e si imbottiva di farmaci, non si degnava nemmeno di venire a casa? mi hanno sempre detto "nessuno ti obbliga a guardarla, noi non te l'abbiamo chiesto, per noi può pure crepare, gia è tanto che le metto i soldi xfare la spesa e pagare le bollette".... si parla di una persona invalida che non haavuto l'accompagno ma che o si ingozza di barbiturici, oppure ha crisi di conversione ("esteticamente" sono simil epilettiche, ma di natura psichiatrica, scatenat dall'inconscio per attirare 'attenzione su di sè e non farsi abbandonare, questo è il quadro delineato dallo psichiatra che l'aveva in cura) per cui potrebbe sbattere violentemente la testa con guai molto seri....

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  acp il Gio Nov 27, 2014 2:52 pm

Delfino81 ha scritto:
Vorrei solo capire se posso sporgere denuncia anche verso i familiari per abbandono, questa persona percepisce una pensione di invlidità dell'85 %... una persona invalida puo essere lasciata sola dai familiari? Sinceramente la mia rabbia piu che nei suoi confronti (è una persona malata anche se nn la giustifico più), la provo nei confronti dei familiari....

A costo di vendere casa per pagarmi le spese legali, sono fermamente intenzionato a fargliela pagare a tutti i componenti di questa famiglia, dato che a causa loro mi sono sentito stuprato di 6 anni di vita.

Non credo tu abbia alcun diritto legale per denunciarli, al massimo
potrebbe farlo un magistrato, per i tuoi 6 anni, per quanto possono
essere ritenuti una "buona azione", sono stati "stuprati" per tua scelta,
come hai deciso di andartene adesso "se veramente lo farai" lo potevi
fare anche prima, il volere una "vendetta" tua personale è assolutamente
immotivata ..

Ciao Alberto

acp

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.11.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Alexb il Mer Nov 26, 2014 7:16 pm

Delfino81 ha scritto:ciao a tutti, forse non tutti si ricordano la mia storia..... riassumendola, sono 6 anni che "mi occupo" della mia ex fidanzata BL, nell'indifferenza dei suoi familiari....forse lo è diventata dopo la separazione dei genitori, fatto dta che la madre si è risposata con uno pieno di soldi, ha cambiato citt e si fa beatamente i cazzi suoi.... lei abitava con il padre, il fratello piu piccolo, e la nonna paterna, con cui ha avuto sempre un rapporto conflittuale....ragion per cui, il padre ha comprato un'altra casa per separarsi o meglio separarla dalla nonna sperando che migliorasse, ma non è succsso (e mi sarei stupito del contrario)


Non sto a spiegare come si è evoluta la situazione, lei ha avuto altri litigi violenti col padre, col fratello, ecc, che alla fine si sono decisi a tornare ad abitare a casa vecchia, con la nonna, lasciandola sola l perch la nonna non la vuole.... Dato che non dorme sola (oltre a essere BL ha anche un disturbo che si chiama "di conversione", con crisi molto violente in cui puo perdere conoscenza, che ricordano tanto crisi epilettiche ma non lo sono, e rischia di farsi male), ci sono stato io a farle compagnia e a dormire con lei, intendiamoci, non c'è sesso, non c'è nulla, solo rapporto assistenzialistico, la mia codipendenza infatti era piu incentrata su questo, nel sentirmi responsabile nei suoi confronti, che non nell'amore in sè x sè, perche forse nn ne ho mai provato manco quando stavamo insieme, scambiando amore per pena e pietà...

Fatto sta che qualche giorno fa l'ha fatta grossa, in un litigio per motivi inventati da lei (si sa, i BL on hanno riconoscenza), si è aizzata contro di me con un coltello, io mi sono chiuso a chiave in camera ho chiamato i carabinieri e se la sono portata....ho sporto regolare denunci definendola una persona fortemente disturbata auto ed eteroaggressiva, e so che ora è ricoverata presso un istututo psichiatrico....

fosse per me, mi augurerei che la lascino li dentro e buttino via la chiave, ma so bene che nel giro di qualche mese, anzi forse qualche settimana, la faranno uscire....ma questa volta non ci sarò ad attenderla.... ho preso le mie cose e me ne sono tornato a casa mia (vivo fuorisede e i miei genitori non sanno nulla di questa storia)

Vorrei solo capire se posso sporgere denuncia anche verso i familiari per abbandono, questa persona percepisce una pensione di invlidità dell'85 %... una persona invalida puo essere lasciata sola dai familiari? Sinceramente la mia rabbia piu che nei suoi confronti (è una persona malata anche se nn la giustifico più), la provo nei confronti dei familiari....

A costo di vendere casa per pagarmi le spese legali, sono fermamente intenzionato a fargliela pagare a tutti i componenti di questa famiglia, dato che a causa loro mi sono sentito stuprato di 6 anni di vita.

Che sappia io esiste abbandonó di incapace per che ne ha la custodia, quindi se lei era stata definita incapace a causa di problemi mentali o altro e i familiari ne avevano la custodia, e abbandonandola lei si è trovata in situazioni di impossibilità o pericolo si incappa nel diritto penale.

Sempre per come la so io invalidità ed incapacità non vanno di pari passo, ma magari mi sbaglio, non sono un giurista..
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Delfino81 il Mer Nov 26, 2014 6:11 pm

ciao a tutti, forse non tutti si ricordano la mia storia..... riassumendola, sono 6 anni che "mi occupo" della mia ex fidanzata BL, nell'indifferenza dei suoi familiari....forse lo è diventata dopo la separazione dei genitori, fatto dta che la madre si è risposata con uno pieno di soldi, ha cambiato citt e si fa beatamente i cazzi suoi.... lei abitava con il padre, il fratello piu piccolo, e la nonna paterna, con cui ha avuto sempre un rapporto conflittuale....ragion per cui, il padre ha comprato un'altra casa per separarsi o meglio separarla dalla nonna sperando che migliorasse, ma non è succsso (e mi sarei stupito del contrario)


Non sto a spiegare come si è evoluta la situazione, lei ha avuto altri litigi violenti col padre, col fratello, ecc, che alla fine si sono decisi a tornare ad abitare a casa vecchia, con la nonna, lasciandola sola l perch la nonna non la vuole.... Dato che non dorme sola (oltre a essere BL ha anche un disturbo che si chiama "di conversione", con crisi molto violente in cui puo perdere conoscenza, che ricordano tanto crisi epilettiche ma non lo sono, e rischia di farsi male), ci sono stato io a farle compagnia e a dormire con lei, intendiamoci, non c'è sesso, non c'è nulla, solo rapporto assistenzialistico, la mia codipendenza infatti era piu incentrata su questo, nel sentirmi responsabile nei suoi confronti, che non nell'amore in sè x sè, perche forse nn ne ho mai provato manco quando stavamo insieme, scambiando amore per pena e pietà...

Fatto sta che qualche giorno fa l'ha fatta grossa, in un litigio per motivi inventati da lei (si sa, i BL on hanno riconoscenza), si è aizzata contro di me con un coltello, io mi sono chiuso a chiave in camera ho chiamato i carabinieri e se la sono portata....ho sporto regolare denunci definendola una persona fortemente disturbata auto ed eteroaggressiva, e so che ora è ricoverata presso un istututo psichiatrico....

fosse per me, mi augurerei che la lascino li dentro e buttino via la chiave, ma so bene che nel giro di qualche mese, anzi forse qualche settimana, la faranno uscire....ma questa volta non ci sarò ad attenderla.... ho preso le mie cose e me ne sono tornato a casa mia (vivo fuorisede e i miei genitori non sanno nulla di questa storia)

Vorrei solo capire se posso sporgere denuncia anche verso i familiari per abbandono, questa persona percepisce una pensione di invlidità dell'85 %... una persona invalida puo essere lasciata sola dai familiari? Sinceramente la mia rabbia piu che nei suoi confronti (è una persona malata anche se nn la giustifico più), la provo nei confronti dei familiari....

A costo di vendere casa per pagarmi le spese legali, sono fermamente intenzionato a fargliela pagare a tutti i componenti di questa famiglia, dato che a causa loro mi sono sentito stuprato di 6 anni di vita.

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: SI PUO' INTERVENIRE LEGALMENTE?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum