Misantropia, alienazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  miu611 il Mar Ago 11, 2015 11:49 am

La penso anche io così Cely ma ho letto a tanti che si sottopongono a ecg per vedere se c'e un fuoco epilettico nella zona lobo temporale esce negativo perché in quel punto le onde sono difficili da raggiungere. Si ne ho presi di anti psicotici ma continuavo ad averli

miu611

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 01.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  Cely il Mar Lug 21, 2015 9:54 am

spesso le psicosi sono causare da danni organici, anche io li ho fatti questi esami per escludere la presenza di un tumore, aneurisma e altro... non so cosa dirti perché non me ne intendo, hai mai preso degli antipsicptici di ultima generazione?

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio  miu611 il Lun Lug 20, 2015 4:47 pm

Ah mi sono dimenticata una cosa...talvolta le situazioni sono così assurde che lasciando stare i deja vu...sono irrealistiche a prescindere però la cosa strana è che prima era tutto piuttosto normale, oddio è vero che di gente stramba in giro se ne incontra e anche a un soggetto sano verrebbe da pensare "ma che è uno scherzo?"...non lo so da quando soffro di deja vu cronici da 2 anni ma soprattutto da un anno a questa parte che mi capitano cose assurde e ho la sensazione che quello che vivo sia uno scherzo tanto è assurdo

miu611

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 01.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio  miu611 il Lun Lug 20, 2015 1:30 pm

No chiaro che no...ti crederei ovviamente. E' il modo con cui si dicono le cose, espressioni simili...tipo mi sembra di averla già sentita questa espressione...questo modo di dire...comunque è quello che dubito anche io..che abbia una forma di epilessia ma sia la mia attuale terapeuta che quella da cui andavo prima dicono che è come una costruzione della mia mente, una forma di psicosi, di dissociazione...e anche se a livello organico non ho ancora fatto esami escludono a priori l'epilessia. Anche se non avessi deja vu lo sarebbero lo stesso Laughing perché ormai riesco a prevedere quello come si comportano certe persone accanto a me, è un fatto di ripetitività che mi sfinisce....e quindi la teoria della mia dottoressa non è proprio errata...

Cely ha scritto:Ma tutto tutto?  Anche se vengo io e ti dico "oggi ho mangiato il tortino con il cuore di cioccolato" ?
Se non hai motivo per dubitare di ciò che qualcuno dice ma lo fai...ppotresti avere...non so, una forma di epilessia?  

miu611

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 01.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  Cely il Lun Lug 20, 2015 1:05 pm

Ma tutto tutto? Anche se vengo io e ti dico "oggi ho mangiato il tortino con il cuore di cioccolato" ?
Se non hai motivo per dubitare di ciò che qualcuno dice ma lo fai...ppotresti avere...non so, una forma di epilessia?

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  miu611 il Dom Lug 19, 2015 10:54 pm

Probabilmente non mi sono espressa bene ma non è facile spiegarlo....proprio come ho scritto ho la percezione che quello che dicono, raccontano le persone sia inventato. Più una cosa che si avvicina alla derealizzazione...di credere che quello che si vive sia finto, ecco questa cosa si allarga anche le persone, cioè esistono in carne ed ossa ma è finto ciò che raccontano.

spettrale ha scritto:A me è sempre successo.

Però bisogna distinguere..

Se ti riferisci a mancanza di spontaneità, a mio avviso quella non è una sensazione ma è proprio la verità. Ci sono tutta una serie di comportamenti stereotipati che sono richiesti o apprezzati socialmente e vale sia nella società in senso lato e sia nei gruppi (in maniera diversa a seconda del tipo di gruppo) e sia nella virtualità, basti pensare a facebook dove vige il pensiero di gruppo. Queste sono cose che ho sempre detestato fin da adolescente ed è uno dei motivi per cui poi sono diventato un disadattato.
Ma se penso che mio padre, che è un ciarliero e un bugiardo patologico, quando lavorava ha fatto molta carriera..beh..forse da un punto di vista etico e dal punto di vista della dignità personale ho fatto bene io a tirarmi fuori da questo schifo.

Diverso è quando un border non riesce a riconoscere (o percepisce come falsi) i sentimenti o le emozioni altrui. Questo dipende da una mancanza di empatia. In realtà molta gente è capace anche di sentimenti abbastanza sinceri, questo perché per fortuna c'è ancora qualcuno che cresce in famiglie sane.

miu611

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 01.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  Cely il Dom Lug 19, 2015 12:48 pm

Capita spesso anche anche me ma dipende dalle persone. Ho costantemente senso di rabbia, non sopporto le persone che ho intorno, mi fanno ribrezzo, detesto quelli che parlano solo di cazzate come calcio e scommesse, hanno passatempi stupidi, non sopporto il loro abbigliamento, i loro modi, il modo in cui si approcciano, niente. Avevo troppa difficoltà a trovare qualcuno che mi piacesse, non perché cerco chissà cosa, ma è ciò che va di moda adesso che mi fa ribrezzo.
Li percepisco come falsi e quando mi dicono qualcosa non posso che essere scortese.
Però qualcuno che mi sta bene lo trovo, persone che hanno per un minimo il mio modo di vedere la vita. Argina le persone che ti fanno diventare misantropa, devi solo trovare le persone giuste. ..
bacino :*

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  spettrale il Dom Lug 19, 2015 8:36 am

A me è sempre successo.

Però bisogna distinguere..

Se ti riferisci a mancanza di spontaneità, a mio avviso quella non è una sensazione ma è proprio la verità. Ci sono tutta una serie di comportamenti stereotipati che sono richiesti o apprezzati socialmente e vale sia nella società in senso lato e sia nei gruppi (in maniera diversa a seconda del tipo di gruppo) e sia nella virtualità, basti pensare a facebook dove vige il pensiero di gruppo. Queste sono cose che ho sempre detestato fin da adolescente ed è uno dei motivi per cui poi sono diventato un disadattato.
Ma se penso che mio padre, che è un ciarliero e un bugiardo patologico, quando lavorava ha fatto molta carriera..beh..forse da un punto di vista etico e dal punto di vista della dignità personale ho fatto bene io a tirarmi fuori da questo schifo.

Diverso è quando un border non riesce a riconoscere (o percepisce come falsi) i sentimenti o le emozioni altrui. Questo dipende da una mancanza di empatia. In realtà molta gente è capace anche di sentimenti abbastanza sinceri, questo perché per fortuna c'è ancora qualcuno che cresce in famiglie sane.

spettrale

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 01.06.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Misantropia, alienazione

Messaggio  miu611 il Dom Lug 19, 2015 1:37 am

Non saprei come definire questo mio malessere nei rapporti umani....un particolare che noto in tantissime persone e una cosa che mi fa sentire come loro è di avere comportamenti molto simili, tipo dire le stesse cose.
Quando sento parlare le persone ho una percezione strana come quello che raccontano sia artificiale, inventato...non so se sia mai capitato a qualcuno...insomma non è bello pensare che le altre persone siano bugiarde o non autentiche

miu611

Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 01.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misantropia, alienazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum