Distrubo evitante lui, Borderline lei

Andare in basso

Re: Distrubo evitante lui, Borderline lei

Messaggio  Nameless il Mar Mag 15, 2018 9:15 am

Webmasto ha scritto:Ciao a tutti,
io ho un Disturbo evitante di personalità, ovvero ho un'estrema sensibilità alle valutazioni negative degli altri nei miei confronti, e sono fidanzato da 5 anni con una splendida e brillante donna Borderline.
Con tutta probabilità, è proprio l'incastro derivante dai rispettivi disturbi, che ci ha fatto incontrare e unire in maniera così forte.
Dopo un paio d'anni, la sofferenza continua che lei mi arrecava alternata a momenti di pura gioia, mi hanno portato ad iniziare a fare psicoterapia. La terapia ha funzionato egregiamente, e oggi anche se resto con una sensibilità più alta della media, il mio rapporto con l'esterno è sostanzialmente equilibrato.

Il problema è che non ero più disponibile a subire i suoi continui sbalzi d'umore, per cui mi sono progressivamente allontanato, sono tornato a vivere a casa mia pur continuando a vederci nel fine settimana. Non era una scelta del tutto consapevole la mia, ma sentivo che avevo bisogno di creare una distanza per proteggermi dai suoi imprevedibili scatti d'ira.

Da allora, da due anni, siamo stati in questa situazione "sospesa", immagino legata profondamente ai nostri rispettivi problemi: io la amo nonostante tutto, ma resto molto sensibile alle sue istanze e continui crolli dell'umore in cui mi investe di odio, ma non voglio abbandonarla a sé stessa nonostante ogni volta che prendo il telefono per chiamarla mi si blocca lo stomaco, non sapendo cosa troverò oggi all'altro capo del telefono. Anche lei mi ama, ma credo che l'unico motivo per cui non si stufa di questa situazione sospesa sia il terrore dell'abbandono del Borderline.

Ho appena scoperto questo forum e poiché devo prendere una decisione, penso che la vostra opinione dall'esterno possa aiutarmi.
Grazie.

Ciao,
potresti dire qualcosa in più sul disturbo evitante? Ho letto qualcosa in merito ma non mi è ancora tutto chiaro.
La decisione che devi prendere è se lasciarla o meno? Per quanto riguarda l'opinione esterna che cerchi, c'è poco da dire. Tanto di capello per aver creato delle distanze tra te e lei, in molti non ci sarebbero riusciti. Lei ti causerà sempre ansia, questa è una cosa che non cambierà... Però se sei in grado di gestirla in maniera funzionale per il tuo benessere, chissà, la vostra relazione potrebbe anche continuare. Se la ami ancora come dici e se sei capace di stare alle giuste distanze e di farci stare anche lei (i border innamorati spesso tendono a percepire i partner come estensioni del loro io), non dovrebbe essere impossibile rimanerle accanto!

Nameless

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 11.01.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Distrubo evitante lui, Borderline lei

Messaggio  Annamaria il Dom Apr 22, 2018 2:27 pm

Potresti aiutarci meglio a capire come sai che la tua ragazza è borderline ...è stata diagnosticata...poi per consigli è difficile devi vedere tu come va ...cosa ti senti di fare...

Annamaria

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 27.02.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Errata corrige

Messaggio  Webmasto il Dom Apr 22, 2018 12:14 pm

E' possibile correggere il topic?

Webmasto

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 22.04.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Distrubo evitante lui, Borderline lei

Messaggio  Webmasto il Dom Apr 22, 2018 12:10 pm

Ciao a tutti,
io ho un Disturbo evitante di personalità, ovvero ho un'estrema sensibilità alle valutazioni negative degli altri nei miei confronti, e sono fidanzato da 5 anni con una splendida e brillante donna Borderline.
Con tutta probabilità, è proprio l'incastro derivante dai rispettivi disturbi, che ci ha fatto incontrare e unire in maniera così forte.
Dopo un paio d'anni, la sofferenza continua che lei mi arrecava alternata a momenti di pura gioia, mi hanno portato ad iniziare a fare psicoterapia. La terapia ha funzionato egregiamente, e oggi anche se resto con una sensibilità più alta della media, il mio rapporto con l'esterno è sostanzialmente equilibrato.

Il problema è che non ero più disponibile a subire i suoi continui sbalzi d'umore, per cui mi sono progressivamente allontanato, sono tornato a vivere a casa mia pur continuando a vederci nel fine settimana. Non era una scelta del tutto consapevole la mia, ma sentivo che avevo bisogno di creare una distanza per proteggermi dai suoi imprevedibili scatti d'ira.

Da allora, da due anni, siamo stati in questa situazione "sospesa", immagino legata profondamente ai nostri rispettivi problemi: io la amo nonostante tutto, ma resto molto sensibile alle sue istanze e continui crolli dell'umore in cui mi investe di odio, ma non voglio abbandonarla a sé stessa nonostante ogni volta che prendo il telefono per chiamarla mi si blocca lo stomaco, non sapendo cosa troverò oggi all'altro capo del telefono. Anche lei mi ama, ma credo che l'unico motivo per cui non si stufa di questa situazione sospesa sia il terrore dell'abbandono del Borderline.

Ho appena scoperto questo forum e poiché devo prendere una decisione, penso che la vostra opinione dall'esterno possa aiutarmi.
Grazie.

Webmasto

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 22.04.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Distrubo evitante lui, Borderline lei

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum