difendere chi fa del male

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Mar Set 05, 2017 1:52 pm

Infatti, un passo alla volta, per ora già hai fatto molto decidendo di intraprendere questo percorso. Un grande in bocca al lupo!

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  ALE il Mar Set 05, 2017 1:42 pm

Malvina sembra che tu abbia assistito al colloquio ieri perché la psicologa mi ha detto le medesime tue cose. Cioè di crearmi uno spazio mio. Però adesso avrei troppa carne al fuoco troppi problemi da gestire. Ma ci ragiono su. Grazie per il momento del supporto.

ALE

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Mar Set 05, 2017 10:42 am

Strano, di solito i messaggi privati mi arrivano sempre...
Hai fatto un passo molto importante.
Sì è vero, sono storie tossiche a cui bisogna dare un taglio netto, non si può continuare a restare in amicizia con chi ti fa così male. Ma se posso permettermi secondo me il distacco è più facile da quello dslla droga perché una volta che capisci bene tutti i meccanismi e ti distacchi è più difficile avere una ricaduta. Credo anche che continuare a vivere con i tuoi non sia una cosa sanissima, hai detto di avere un buon lavoro e dovresti crearti uno spazio tuo.
La tua terapeuta mi sembra in gamba...ti auguro che questo percorso ti porti alla rinascita.

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  ALE il Mar Set 05, 2017 9:16 am

Si sono arrabbiata,

ndr ho cercato di scriverti in privato ma il messaggio non e' partito.

Comunque ieri ho fatto la mia prima seduta psicologica da buona codipendente ed è emerso che i rapporti con persone con patologie pschiatriche e/o fortemente disturbati sono definiti tossici al pari delle droghe e questo mi ha sconvolto, mi ha confermato che se non si spezza il legame iniziando con il no contact, continuare una storia con un bd, che non è cosciente della sua malattia come nel mio caso, può trascinarti in un burrone.

Mi ha spiegato i meccanismi di come agiscono i bd, come se gia' non li sapessi, ma sai certi aspetti spiegati a voce da un'addetta ai lavori sono sicuramente piu' esaurienti. Naturalmente mi ha confermato che la persona da curare in primis sono io perchè io ho dei problemi e grossi pure, derivanti dalla mia attuale famiglia di madre depressa bipolare e padre succube, con i quali peraltro vivo.

Quindi il grosso lavoro da fare e' su di me, devo imparare ad ascoltare il mio dolore e capire perche' sono caduta e sono continuata a cadere in qs.rapporto malato; l'incastro e' stato perfetto ma perchè lui ha soddisfatto dei miei bisogni ed ha illusoriamente riempito dei miei buchi, ma insieme alle rose c'erano le botte non fisiche ma piscologiche, quindi perche' rimanere in un tale rapporto. Solitudine, cercare di a mia volta di riempire un mio vuoto interiore, bisogno di curare/accudire qualcuno, senso di maternage perche nn ho mai avuto un figlio, ripetere il pattern di figlia che non ha saputo curare la madre e quindi l'ha sostituita con lui per rimediare.....

Sono tutti interrogativi ai quali dovro' dare una risposta per cambiare innanzitutto per non continuare con lui ma anche per non sostituire lui con un analogo.

Il no contac con il bd, al pari della similitudine con la droga, è un po'come " cerca di non andare nel parco dove spacciano senno è piu facile che il pusher ti proponga la dose e tu l'acquisti".

Uhhh questo quanto mi spaventa perche' c''e' chi non ci esce piu dal tunnel della droga e ci muore e non vorrei proprio fosse cosi anche per me.Chiaro non morire fisicamente ma piscologicamente.

Continuero' gli incontri con qs. psicologa ma l'attenzione ora è spostata su di me e non su di lui e sul perche' ha fatto o detto questo.

Mi ha confermato che sara' duro, doloroso, ma non tanto quanto continuare la storia delirante col bd.

Prossimo incontro settimana prossima.









ALE

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Lun Set 04, 2017 5:30 pm

Mi sembri proprio arrabbiata Ale...ma la rabbia è il carburante ideale per fare dei cambiamenti.

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  ALE il Lun Set 04, 2017 4:20 pm

SI IO SONO RADICAL CHIC PER LUI ME L HA DETTO TANTE VOLTE... MI SOVVIENE QUANTE VOLTE ANCHE GLI HO DETTO DI NON FREQUENTARE "IL BARACCHINO" CHE E' UNA SORTA DI FURGONE AMBULANTE - PANINI-BIBITE-BEVANDE VARIE CHE SI METTE SUL CIGLIO DELLA STRADA DALLE 23 DI SERA IN POI E FORAGGIA SPACCIATORI, PAPPONI, PUTTANE E CHI PIU NE HA PIU NE METTA..

MA PERCHE' NON E' DECOROSO MI DA FASTIDIO ....E LUI A RIPETERMI CHE E' FREQUENTATO DA BRAVE PERSONE O COMUNQUE NORMALI E FA SOLO DUE CHIACCHIERE, MAGARI SPERA INCONSCIAMENTE DI TROVARE UNA PROSTITUTA CHE LO MANTENGA FORSE, ANCHE SE IL PIU' DELLE VOLTE AVVIENE IL CONTRARIO, CIOE IL TIZIO NORMALE CHE FA I TURNI DI NOTTE E SI FERMA LI, TRISTEMENTE SI INNAMORA DELLA BATTONA O MEGLIO SI FA CIRCUIRE E SE LA PORTA A CASA MANTENENDOLA LUI.

NATURALMENTE PAROLE AL VENTO ANZI SEMPRE PRESA IN GIRO PER QUESTA MIA MENTALITA' NAZI....

SI CERTO IL MIO STILE DI VITA, LA MIA POSIZIONE SOCIALE E PROFESSIONALE, GLI DA FASTIDIO MA GLI HA FATTO MOLTO COMODO FINORA....

MALVINA IO CONTO DI SPARIRE SUL SERIO QUESTA VOLTA QUINDI I SUOI TEST SAI DOVE SE LI PUO' FICCARE???? SCUSA L'EUFEMISMO, NON E' IL MIO LINGUAGGIO USUALE E DI SOLITO NON MI ESPRIMO COSI', MA OGGI LA RABBIA LA FA DA PADRONA.

SONO STANCA...MOLTO STANCA... MI MERAVIGLIO DI ESSERE ANCORA IN PIEDI E DI AVERE LA VOLONTA' DI CERCARE AIUTO PER USCIRNE.

ALE

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Lun Set 04, 2017 3:51 pm

Grazie Ale,
Secondo me fai benissimo a rivolgerti a una psicologa .
Quel che ho notato io è che certi border hanno quasi un disprezzo per chi conduce una vita troppo "normale". Forse perché loro stessi non si considerano molto "normali" e adatti a una vita routinaria quale è quella della maggior parte delle persone. Si sentono più a loro agio con gli emarginati o con chi conduce una vita fuori dall'ordinario, anche se prima o poi il tutto si sfascia, troppa instabilità da ambo le parti ed ecco che viene ripescato il codipendente.
Nel tuo caso inoltre il fattore "ripicca" mi pare importante, è come se lui si ribellasse a te ma anche al tuo stile di vita.
Ma sai quante volte mi sono sentita dire "quel che dici tu non conta un c@zzo" mentre regolarmente veniva seguito il "guru" del momento, e quando facevo notare che forse il pregiudicato/prostituta/tossicodipendente etc. di turno non erano la fonte più attendibile di consigli, allora venivo aggredita e accusata di essere chiusa di mente e una "squallida piccola borghese".
E notare che io sono una persona generalmente considerata molto aperta e anche con qualche amicizia bizzarra per la persona media.
Ma io ritengo di sapere distinguere quello che è stato un comportamento momentaneo del passato da quello che una persona è nel profondo, come distinguo bizzarrie superficiali (per esempio nell' abbigliamento, hobbies...) dalla buona condotta generale. Infatti raramente ho avuto sorprese. Mia madre invece veniva regolarmente infinocchiata dal "guru" di turno e dovevo andarla a ripescare col cucchiaino. Naturalmente non mi sono mai permessa di dire "te l'avevo detto" o "che ti sia di lezione" perché mi avrebbe fatta arrivare sulla luna.
Il tuo compagno credo stia di nuovo testando i tuoi limiti per vedere fino a quando reggi in una situazione che sa darti molto fastidio, "giochetto" che ogni codipendente conosce molto bene.
Ti auguro di spezzare questa catena e stare meglio.

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  ALE il Lun Set 04, 2017 3:25 pm

GRAZIE MALVINA DI AVERMI RISPOSTO PERCHE' TI STIMO E HO LETTO E LEGGO SEMPRE I TUOI MESSAGGI CHE RACCHIUDONO MOLTE VERITA' FORSE PERCHE' VISSUTE SULLA PELLE.

IO PENSO CHE NEL MIO CASO, ESSENDO IO CODIPENDENTE, SPECIFICO CHE QS. SPERIMENTAZIONE NEL MONDO DEI TRANS CI FU ANCHE IN PASSATO E DESTABILIZZO' MOLTO IL RAPPORTO.

CI FU POI LA PROMESSA CHE L'EVENTO NON SI SAREBBE PIU' RIPETUTO E BLA BLA BLA, ANCHE LI LA SCUSA FU UNA SERATA PASSATA CON UN'AMICA E LA GRAVISSIMA COLPA DI AVERLO LASCIATO SOLO!!!!!!!!!!!!!!!!

PENSO CHE L'EPISODIO-TRANS RECENTE TRAGGA ORIGINE DALLE STESSE MOTIVAZIONI, SOLITUDINE PIU' UNA SORTA DI RIBELLIONE NEI MIEI CONFRONTI.

NEL RIPESCARE QUESTO TRANS SICURAMENTE C'E' STATA LA VOLONTA' DI NUOCERE E FARE DISPETTO A ME.

QUELLO CHE MI SCONVOLGE DI PIU' E' IL FATTO CHE LUI REPUTI QS.PERSONE DEL TUTTO NORMALI, PERCHE IL TRANS HA UN FIDANZATO E LUI, AL CONTRARIO DELL'ALTRA VOLTA DOVE AVEVA "PRATICATO", QUESTA VOLTA SI SAREBBE LIMITATO A FARE 4 CHIACCHIERE CON AMICI E A BERE UNA BIRRA, IL FIDANZATO IL TRANS E LUI.

POTRAI BEN CAPIRE IL MIO STATO D'ANIMO, MA LO SGUARDO DI ODIO CHE HO VISTO NEI SUOI OCCHI QUANDO GLI HO DETTO CHE AVEVO SCOPERTO QUESTA COSA MI FA PENSARE AL DOLO E QUINDI ALLA RIPICCA FATTA NEI MIEI CONFRONTI, CHE SONO UNA PERSONA AGLI ANTIPODI RISPETTO AI TRANS E CHE GLI HA FATTO E DATO UN IMMENSO BENE.

L'UNICA DIFFERENZA E' CHE ORA, RISPETTO ALLA PRIMA VOLTA, NON HO VISTO TRACCIA DI PENTIMENTO E/O TENTATIVO DI SCUSARSI MA ANZI ERO IO QUELLA NON APERTA DI MENTE PERCHE' LUI NON AVREBBE FATTO NULLA DI MALE.

CHE DIRTI, IO PENSO CHE UN TRANS NON TI INVITI A CASA SUA PER BERE UNA BIRRA E FARE DUE PAROLE, E TI DO LA CERTEZZA CHE NON E' ANDATA COSI INFATTI

PER ARRIVARE AL SODO STASERA MI RECHERO' DA UNA PSICOLOGA PER CERCARE DI RIELABORARE QS.ENORME NEFANDEZZA E CERCARE UN METODO DI SPEZZARE QS.MIA CODIPENDENZA.






ALE

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Lun Set 04, 2017 2:46 pm

Può esserci anche una sorta di ribellione verso il codipendente, se il trans è percepito come qualcosa che da fastidio al codipendente o è radicalmente ai suoi antipodi

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Lun Set 04, 2017 2:41 pm

Volevo aggiungere che il trans spesso è uno "sfortunato", in senso sociale e spesso anche psicologico.
Inoltre ci possono essere dubbi sull'identità sessuale, curiosità ed evasione dalla routine (alcuni border sono perennemente annoiati e a caccia di emozioni)

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Lun Set 04, 2017 2:33 pm

Mah, come abbiamo visto in tante discussioni i comportamenti dei borderline sono molto vari, anche se si possono riconoscere dei pattern.
Quello della promiscuità è un pattern diffuso che non tutti però hanno. In genere se c'è promiscuità è anche diffuso andare con persone considerate degradanti o ai margini della società.
Però ci sono borderline che non sono sessualmente promiscui ma che comunque si associano volentieri a persone ai margini. Mia madre per esempio, che ha avuto episodi di promiscuità limitati, ha sempre avuto simpatia per gli "emarginati" e frequentava ambienti dove però, assieme a tanti sfortunati e vittime delle circostanze, circolavano anche parecchi delinquenti, truffatori, spacciatori e similari. Alcuni di questi "simpatici" personaggi hanno contribuito a far volatilizzare il patrimonio familiare, oltre che a causare ulteriori danni fisici e psichici a lei stessa. Eppure trovava sempre una giustificazione per loro, mentre la cattiva e l'insensibile ero io che arrivavo a salvarla da queste situazioni e se possibile cercavo di prevenire (non con la coercizione, ma con tranquille chiacchierate in cui dicevo che forse non era il caso di dare la sua carta di credito a un condannato per furto e droga o di non dormire nella stessa stanza di uno stupratore).
E anche quando si trattava di persone non ai margini ma comunque maltrattanti la scusa era dietro l'angolo. Per esempio i suoi genitori erano anaffettivi, coercitivi e ricattatori, a me mettevano molto disagio, ma lei al contrario li portava in palmo di mano. Altre persone che cercavano veramente di farle del bene e trattarla con affetto venivano invece regolarmente strapazzate, salvo ripescarle e usarle quando le faceva comodo.
Non è facile far parlare i borderline che manifestano questi comportamenti di queste cose, lo vivono come l'ennesimo attacco, come tutte le volte che gli si fa notare la loro incoerenza.
La spiegazione che mi sono data è che queste persone hanno un'opinione abbastanza bassa di sé stesse e si identificano facilmente con gli "sfortunati" attribuendo le loro colpe alla società o a chi li ha rovinati/sfruttati. Questi emarginati non li fanno sentire in difetto e a rischio di essere abbandonati come fanno invece le persone "normali". Ugualmente si identificano nella tendenza a sfruttare o maltrattare gli altri e li giustificano, perché è una tendenza che hanno anche loro. Loro non si assumono la responsabilità, attribuiscono spesso ad altri la colpa delle loro azioni, e così ci sarà stato qualcun altro anche dietro alla persona che a loro volta li maltratta. Inoltre provano una specie di rispetto verso queste persone, visto che non riescono a manipolarli e a metter loro i piedi in testa come accade col "codipendente" medio.
Invece chi cerca di aiutarli viene appunto visto come debole e manipolabile, oppure come persona che li tratta dall'alto in basso e che fa pesare la sua condizione di non essere sfortunato quanto loro. Quante volte ho sentito mia madre insultare o cercare di infamare una persona che non faceva altro che avere la sua vita, mandare avanti una famiglia senza sfasciarla, magari avere qualche soddisfazione sul lavoro e essere "colpevole" pure di godere di buona salute...
Invece sentono questa vicinanza con gli oppressi e a volte cercano di lavorare nel sociale (come mia madre). Riuscendoci fino a un certo punto, perché in genere non riescono a dare molto e hanno bisogno loro di essere accuditi in prima persona. Ho anche assistito al tentativo perverso di trasformare una persona perfettamente sana in un malato cercando di convincerlo di ciò e portandolo da un medico all'altro, da uno psichiatra all'altro, nella convinzione (direi più nella speranza) di far emergere qualche problema. Quando la persona si è rivelata troppo normale è stata scaricata (tranne ripescaggi di cui parlavo prima) ed è ripartita la frequentazione dei "veri" emarginati.
C'è anche il discorso che molti borderline sono in genere diffidenti delle manifestazioni di affetto, per l'imprinting che hanno avuto pensano sempre che l'altro sia un falso che li sta per fregare, mentre chi fa loro del male è sicuramente autentico e si fidano di più.
Questo ovviamente non vale per tutti i border ma è un comportamento molto diffuso che deriva dalle mie osservazioni e dai miei studi. Se poi c'è qualche protagonista diretto che ci vuole spiegare meglio ben venga.

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  ALE il Lun Set 04, 2017 9:18 am

Si e' vero chi fa loro del male viene portato in palmo di mano chi fa loro del bene no, forse perche nn sono abituati al concetto di bene e sono piu' attirati dal quello di male per le vicende passate vissute.


Io volevo qui aprire e collegarmi a questo concetto del male il tema della promiscuita' sessuale.

Ho scoperto che qs borderline quando ha il terrore di essere abbandonato e si sente in condizioni di solitudine, dietro un forte senso di impulsivita', o forse per ripicca nei confronti di hi lo ha trascurato o abbandonato, frequenta trans e prostitute.

Non mi spiego proprio questo comportamento, è semplice perversione, è autodistruzione o cos'altro, so solo che sono rimasta allbita anche perche 'qs.persone, e mi riferisco a trans e prostitute, per me sone feccia della societa', persone emarginate che vivono nell'illegalità e nel disordine sociale, mentre da questo borderline vengono difese e considerate addirittura brave persone....che poi magari lo sono...., ma ritengo che uno che mercifica il proprio corpo, oltre che a non avere grandi principi morali non sia proprio da candidatura al premio Ambrogino d'Oro.

Quando questo è stato fatto notare da me, sono stata aggredita verbalmente, mi sono sentita dire nazista, anzi mi e' stato che il bon ton impone che un transessuale vada definito una transessuale perche' e' una lei, per me un trans rimane un uomo a tutti gli effetti fin quando ha l'attributo maschile punto e basta, anche se ha le fattezze femminili.

Sono una donna ma se dovessi andare a trans o prostitute/gigolo' mi farei un male della madonna, considerei la cosa squallida, lesiva dell mia dignità e della mia autostima che raggiungerebbe il centro della terra.

Ma al di la' di queste considerazioni chiedo perche' i borderline sono attirati da queste persone, problemi di identita' sessuale, curiosita', perversione....??!!

ALE

Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 16.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Funambolo il Ven Set 01, 2017 8:08 pm

La mia ex border tendeva anche a difendere suo zio che aveva abusato di lei da piccola...ed io non ho mai capito perché

Funambolo

Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 15.10.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Funambolo il Ven Set 01, 2017 6:13 pm

Ciao Malvina... Hai ragione, la risposta deve arrivare da loro. Io sono immune a questi comportamenti e non so cosa li spinga

Funambolo

Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 15.10.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Malvina il Gio Ago 31, 2017 9:11 pm

Ciao Funambolo...beh, dovrebbero rispondere i borderline che hanno questi comportamenti, ma per quel che ho notato io è come se rispettassero chi gli fa del male, mentre chi cerca di fargli del bene è visto come un debole...

Malvina

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

difendere chi fa del male

Messaggio  Funambolo il Mer Ago 30, 2017 10:04 pm

Perché alcuni borderline difendono chi fa loro del male?

Funambolo

Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 15.10.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: difendere chi fa del male

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum