Ragazza Bordeline - consigliatemi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Dark shadow il Mer Lug 05, 2017 12:48 am

Beh, allora a questo punto guarda il lato positivo...l'hai smascherata e non potrà recare ulteriori danni.
Lasciala vivere nel suo mondo.

Ciao.

Dark shadow

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 18.01.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Mer Lug 05, 2017 12:43 am

Dark shadow ha scritto:Jazz, dammi pure del tu....
Non sottovaluto affatto il problema, infatti se ti ha portato a scrivere qui è perché ha provocato in te un certo turbamento e ti comprendo.
Quello che devi capire è il perché di tutto ciò e lo devi capire per fare in modo di non ricadere più in queste situazioni. Non a caso ti ho invitato all'introspezione che è il primo fondamentale passo.
Ad ogni modo questi individui spesso agiscono in maniera seriale. Assolutamente sì, ne so qualcosa.

Una bellissima ragazza che ti riempie di attenzioni, penso faccia piacere a tutti...la "storia" è durata due mesi circa..quindi pochissimo come tu dici, non penso che sarei rimasto incastrato anche se non mi avesse allontanato lei... a me interessava solo vederla, sapevo sin dal principio che non volevo avere una relazione con lei. Volevo solo vedere una persona con cui mi ero sentito così intensamente, in fondo solo questo.

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Dark shadow il Mar Lug 04, 2017 10:34 pm

Jazz, dammi pure del tu....
Non sottovaluto affatto il problema, infatti se ti ha portato a scrivere qui è perché ha provocato in te un certo turbamento e ti comprendo.
Quello che devi capire è il perché di tutto ciò e lo devi capire per fare in modo di non ricadere più in queste situazioni. Non a caso ti ho invitato all'introspezione che è il primo fondamentale passo.
Ad ogni modo questi individui spesso agiscono in maniera seriale. Assolutamente sì, ne so qualcosa.

Dark shadow

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 18.01.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Mar Lug 04, 2017 9:11 pm

Dark shadow ha scritto:Ciao Jazz, volevo esprimere anch'io il mio punto di vista. Innanzitutto, come sempre mi tolgo tanto di cappello davanti a Malvina, foriera di ottimi consigli e capace come pochi ad inquadrare perfettamente la situazione. In secondo luogo, se mi permetti la cosa mi fa un po' sorridere. Se leggi attentamente la maggior parte delle storie pubblicate su questo forum, hanno un vissuto prettamente drammatico. Amicizie, amori, relazioni in genere costellate di sofferenza vera e propria, ma soprattutto REALI. Qui stiamo trattando un argomento riguardante la sfera del virtuale, non sappiamo nemmeno se questa persona sia un fake, una psicopatica, un buontempone o quant'altro. Potrebbe essere chiunque che abbia voglia di divertirsi alle tue spalle. Piuttosto domandati invece cos'è che ti ha portato ad avere questo tipo di atteggiamento e a rimanerci male per qualcos che di fatto non sai nemmeno se esiste. Non voglio sollevare polemiche o sminuirti, non mi permetterei assolutamente mai. Fai solo un minimo di introspezione verso te stesso.
Supponendo invece che questa persona esista sul serio, sicuramente si tratta di un elemento disturbato. La diagnosi non è semlice, ma con le caratteristiche da te elencate si potrebbe far riferimento anche a personalità istrioniche o narcisistiche, presentanti tratti comuni. Spesso anche i professionisti sbagliano, figuriamoci analizzare una persona senza neanche conoscerla...impossibile. Ancora un consiglio:vacci piano con messaggi e profili civetta, potresti essere denunciato per stalking, ma non perché tu lo sia, sono certo di no, ma purtroppo queste persone sono imprevedibili e se effettivamente non ha voglia di sentirti non insistere più del lecito, potresti avere sgradite sorprese.
Un abbraccio.

Buonasera Darwshadow, la ringrazio per l'attenzione ma la questione a me non fa sorridere. Non bisogno sottovalutare mai la capacità di queste persone di entrare nelle vite degli altri nel virtuale o meno. Ovviamente questo tipo di relazione è meno dannosa e grave di altre che si sono sviluppate nella vita reale e per anni presenti in questo forum. Questo lo capisco e me ne rendo pienamente conto. Ma se ho avuto la necessità di scrivere in questo sito un motivo ci sarà. Questa esperienza mi ha profondamente colpito. Io non credo ci sia un livello standard di gravità sotto la quale non si possa scrivere o raccontare la propria storia, la gravità viene data da come e con quanta intensità si vive un evento. Posso dirle che ho sofferto più per questa "storia" che per altre reali concluse in malo modo ma in modo "naturale" tra due persone, due corpi umani che si conosco. Proprio la virtualità della cosa è stata destabilizzante, oltre alla sua personalità disturbata. Diciamo che è stato un mix di negatività molto dannoso. Sono certo che non fosse un fake, poichè altrimenti non avrei scritto in questo forum...so per certo che è una donna, conosco il viso e i suoi amici in comune me lo hanno confermato, inoltre ci parlavo spesso al telefono.
In questi giorni ho scoperto che ci sono altre vittime, sempre di lei...Quindi penso sia molto importante raccontare queste esperienze, in special modo per i più giovani, che oramai vivono sempre di più sui social e rischiano di rimanerci intrappolati. Non sottovalutiamo la potenza "idealizzatrice" di facebook e compagnia bella, possono creare danni come nella vita reale e spingere i più deboli anche a farsi del male. Certamente questa esperienza negativa è dovuta anche ad una mia inesperienza perdonatemi il gioco di parole, ma non mi era mai capitata una persona così manipolatrice. Anche nella vita reale si può essere vittima di inesperienza...insomma distinguere virtuale e reale certamente si, ma attenzione che i due mondi convivono sempre di più. Cordiali saluti

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Dark shadow il Mar Lug 04, 2017 4:53 pm

Ciao Jazz, volevo esprimere anch'io il mio punto di vista. Innanzitutto, come sempre mi tolgo tanto di cappello davanti a Malvina, foriera di ottimi consigli e capace come pochi ad inquadrare perfettamente la situazione. In secondo luogo, se mi permetti la cosa mi fa un po' sorridere. Se leggi attentamente la maggior parte delle storie pubblicate su questo forum, hanno un vissuto prettamente drammatico. Amicizie, amori, relazioni in genere costellate di sofferenza vera e propria, ma soprattutto REALI. Qui stiamo trattando un argomento riguardante la sfera del virtuale, non sappiamo nemmeno se questa persona sia un fake, una psicopatica, un buontempone o quant'altro. Potrebbe essere chiunque che abbia voglia di divertirsi alle tue spalle. Piuttosto domandati invece cos'è che ti ha portato ad avere questo tipo di atteggiamento e a rimanerci male per qualcos che di fatto non sai nemmeno se esiste. Non voglio sollevare polemiche o sminuirti, non mi permetterei assolutamente mai. Fai solo un minimo di introspezione verso te stesso.
Supponendo invece che questa persona esista sul serio, sicuramente si tratta di un elemento disturbato. La diagnosi non è semlice, ma con le caratteristiche da te elencate si potrebbe far riferimento anche a personalità istrioniche o narcisistiche, presentanti tratti comuni. Spesso anche i professionisti sbagliano, figuriamoci analizzare una persona senza neanche conoscerla...impossibile. Ancora un consiglio:vacci piano con messaggi e profili civetta, potresti essere denunciato per stalking, ma non perché tu lo sia, sono certo di no, ma purtroppo queste persone sono imprevedibili e se effettivamente non ha voglia di sentirti non insistere più del lecito, potresti avere sgradite sorprese.
Un abbraccio.

Dark shadow

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 18.01.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Dom Lug 02, 2017 11:44 am

Ciao, mi ha ricontattato lei dopo 12 giorni di blocco... mi chiede se vado a vedere un concerto che le piace molto.. le dico forse ...dipende dagli impegni.

Dopo alcuni giorni le mando un saluto mi risponde "proprio ora!!!! ti stavo pensando!! :-)"

Io penso che purtroppo queste ragazze fingono su tutto

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Mer Giu 28, 2017 10:21 am

Malvina ha scritto:Sono pienamente d'accordo sul messaggio di base (che la vita è breve e bisogna cercare di essere felici) ma per favore, siamo un po' più delicati coi toni perché qui legge anche tanta gente che soffre, dall'una e dall'altra parte. Ora spero che non scoppi l'ennesima polemica ma confido nel fatto che il forum ultimamente è poco frequentato.

Si hai ragione il "fa ridere" non voleva essere polemico o offensivo anche perchè provo grande pena per questa ragazza. Il fa ridere è rivolto più a noi che entriamo nella loro ragnatela senza accorgecene e quando riguardiamo indietro, vedendo tutte le strategie e le bugie che ha raccontato fa ridere perchè sembra irreale, impossibile, assurdo non essersi accorti in tempo. Tutto qui. Io auguro a questa ragazza e a tutti quelli che si ritrovano con questi sintomi da me elencati di poter guarire, di apprezzare chi vi ama e di amarvi in primis voi perchè solo così potete accettare l'affetto di una persona che nonostante tutto, scopre il vostro problema e vuole starvi vicino lo stesso.

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Mer Giu 28, 2017 10:15 am

Sono pienamente d'accordo sul messaggio di base (che la vita è breve e bisogna cercare di essere felici) ma per favore, siamo un po' più delicati coi toni perché qui legge anche tanta gente che soffre, dall'una e dall'altra parte. Ora spero che non scoppi l'ennesima polemica ma confido nel fatto che il forum ultimamente è poco frequentato.

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Mar Giu 27, 2017 9:08 pm


Comunque cari "amici" io ne sto uscendo, perchè a differenza di molti di voi la mia è stata un'esperienza se pur drammatica, ma molto breve (3 mesi) e non potete capire cosa si prova. Si riacquista fiducia, tutti ritorna ad essere colorato, ci si sente in forza e pieni di autostima e pensare che l'altro è ancora in quello stato (e in che stato eravamo noi...) fa ridere. Insomma come smettere di drogarsi o di fumare... Cercate di uscirne prima possibile perchè la vita è una sola e vale la pena essere felici! Non dovete fare altro che resettare qualunque contatto con la persona border e ne uscirete con un pò di forza di volontà

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Mar Giu 27, 2017 11:07 am

jazzguitar ha scritto:Una curiosità avete per caso notato se le persone affette da questo disturbo in chat scrivono con tanti errori? come se scrivessero veloci e anche quando parlano spesso si mangiano le parole?

Mah, non è proprio una cosa "tipica", ma può essere che si mangi le parole perché, come dire, ha tanti pensieri che le girano veloci per la testa quasi da riuscire a non stargli dietro (questo è abbastanza comune), oppure che soffra anche di disturbi dell'attenzione, oppure semplici disturbi del linguaggio/dislessia che non c'entrano niente.

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Mar Giu 27, 2017 9:53 am

Una curiosità avete per caso notato se le persone affette da questo disturbo in chat scrivono con tanti errori? come se scrivessero veloci e anche quando parlano spesso si mangiano le parole?

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 10:26 pm

hai perfettamente ragione anche io la penso così, lei potrebbe deludermi visto che mi mandava foto non sue ecc...era bravissima con photoshop in quanto fotografa...io deluderei meno in quanto le mie foto erano tutte vere e anche il mio modo di argomentare o parlare non era artificiale, ma molto onesto e sincero. Al di là di tutto correrei il rischio di deludere per poter conoscere una persona, male che vada potremmo essere amici o stringerci la mano salutarci e via. Mi ha fatto molto male il fatto che non voglia proprio vedermi, come se fossi un mostro, oltretutto perchè è stata lei a cercarmi e a corteggiarmi.

Malvina ha scritto:
jazzguitar ha scritto:

Non so perchè, questa donna mi ha molto colpito è in certo senso entrata dentro di me e l'empatia che avevo per lei  era veramente unica. Sicuramente le prossime volte eviterò certe "relazioni"

Perché le persone senza una forte identità hanno pochi "confini", proprio per questo entrano facilmente in sintonia con gli altri. Purtroppo quella persona che tu vedi, e che ti sembra così interessante, probabilmente è un prodotto in gran parte di fantasia ed assolutamente evanescente, come ti sarai reso conto dall'incostanza delle sua reazioni. Può avere bisogno di attenzioni e cure e perciò diventare al momento la persona più desiderabile per chi si trova di fronte, ma non essendo la sua "vera personalità" la cosa non può reggere a lungo. Può darsi che il suo comportamento abbia anche delle basi nella "persona reale", ma quello che lei è veramente in realtà è ben sepolto e probabilmente non lo vedresti anche se tu la incontrassi.
Che tu abbia bisogno semplicemente di incontrarla è la tua semplice necessità di persona "normale", ma lei probabilmente vive soprattutto in questa realtà virtuale e teme che dal vivo non renderebbe altrettanto, ti deluderebbe oppure sarebbe lei stessa delusa da te. A nulla vale dire che sei una persona alla mano, amichevole etc...ripeto in queste persone tutto è nella testa, loro fanno e loro disfano, tu sei solo un personaggio nella loro trama.
Spero di non essere stata troppo dura, mi auguro che tu ti riprenda presto!

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Lun Giu 26, 2017 10:13 pm

jazzguitar ha scritto:

Non so perchè, questa donna mi ha molto colpito è in certo senso entrata dentro di me e l'empatia che avevo per lei  era veramente unica. Sicuramente le prossime volte eviterò certe "relazioni"

Perché le persone senza una forte identità hanno pochi "confini", proprio per questo entrano facilmente in sintonia con gli altri. Purtroppo quella persona che tu vedi, e che ti sembra così interessante, probabilmente è un prodotto in gran parte di fantasia ed assolutamente evanescente, come ti sarai reso conto dall'incostanza delle sua reazioni. Può avere bisogno di attenzioni e cure e perciò diventare al momento la persona più desiderabile per chi si trova di fronte, ma non essendo la sua "vera personalità" la cosa non può reggere a lungo. Può darsi che il suo comportamento abbia anche delle basi nella "persona reale", ma quello che lei è veramente in realtà è ben sepolto e probabilmente non lo vedresti anche se tu la incontrassi.
Che tu abbia bisogno semplicemente di incontrarla è la tua semplice necessità di persona "normale", ma lei probabilmente vive soprattutto in questa realtà virtuale e teme che dal vivo non renderebbe altrettanto, ti deluderebbe oppure sarebbe lei stessa delusa da te. A nulla vale dire che sei una persona alla mano, amichevole etc...ripeto in queste persone tutto è nella testa, loro fanno e loro disfano, tu sei solo un personaggio nella loro trama.
Spero di non essere stata troppo dura, mi auguro che tu ti riprenda presto!

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 10:06 pm

Malvina ha scritto:Allora, che questa ragazza abbia problemi psicologici credo sia palese; per quanto riguarda una probabile diagnosi, ovviamente andrebbe fatta da uno specialista, ma da semplice persona informata sul disturbo io direi di andarci piano con le ipotesi...Nella storia che racconti ci sono molti tratti riconducibili al borderline, ma quello che descrivi non è proprio un quadro simile a tante storie che vengono raccontate qui.
A me sembra che il problema predominante in questo caso sia riconducibile al disturbo dissociativo di identità (DID), ovviamente è un'indicazione da prendere con le pinze.

Il DID è una patologia più grave del borderline e più rara, sebbene sia stata spesso protagonista della letteratura e del cinema. Forse perché le stesse arti narrativa e scenica si basano sul concetto di dissociazione, se non riuscissimo almeno parzialmente e momentaneamente a dissociarci dalla nostra identità e identificarci in altri personaggi non riusciremmo nemmeno a farci coinvolgere da un racconto o da un film. E' una delle facoltà considerate "superiori" ed esclusive dell'essere umano, gli animali non raccontano storie né fanno teatro (per quanto ne sappiamo). Ma come altre facoltà superiori, se portate all'estremo possono causare disturbi psichiatrici anche gravi.
La fiction che tratta il tema delle personalità multiple spesso ha connotati horror...pensiamo al Dr Jekyll e Mr Hyde o a Psycho, in cui una delle personalità è un assassino sanguinario, o al recentissimo Split ispirato alla storia vera di un feroce criminale con 23 (!) personalità.

In realtà chi soffre di questo tipo di disturbo in genere è più pericoloso per sé stesso che per gli altri, ma l'orrore rappresentato da queste storie è semplicemente lo specchio del forte disagio che si prova di fronte a una persona distaccata dalla realtà, "non in sé". Anche senza la presenza di personalità multiple, pensiamo per esempio a uno schizofrenico durante un attacco o anche a certi borderline con evidenti episodi dissociativi. La persona "normale", ovvero senza disturbi psicotici, sente come profondamente innaturale questa dissociazione. Capisco il tuo sconcerto di fronte all'episodio delle foto rubate all'altra e di tanti particolari poi rivelatisi falsi, ricordo il disagio provato di fronte alla lista di una mia coinquilina che elencava tutti gli oggetti da me posseduti o le mie abitudini quotidiane, con l'intenzione dichiarata di copiarli...Ma come si fa? Ognuno dovrebbe avere la propria identità, i propri gusti...purtroppo ci sono persone che, a causa di fortissimi traumi avvenuti in tenera età, si dissociano mentalmente, e da allora in poi non riescono più a formarsi un'identità "forte", finendo spesso per farsi "invadere" dalla personalità degli altri o crearsene di fittizie. Non è raro poi che finiscano vittime di brutte situazioni create da altri, proprio perché dissociandosi non si rendono bene conto di quello che sta accadendo. Tu ti chiedi, come fa questa ragazza a comunicare di avere una figlia come se niente fosse? Ma probabilmente perché ha anche fatto una figlia "come se niente fosse", non rendendosi bene conto di cosa stava facendo, e probabilmente continua pure a interagire con lei come se fosse una bambola o una specie di personaggio di fantasia. Povera bambina.

Alexander Lowen, in un libro chiamato "Il tradimento del corpo", che ti consiglio di leggere, descrive molti di questi casi. Secondo questo autore tutti i disturbi di identità, dissociativi etc. (che lui definisce "schizoidi") derivano da un "distacco" della mente dal corpo, che è più legato alla realtà e alle esigenze materiali. Anche l'anoressia, l'ortoressia etc. rientrerebbero in questo genere di disturbi, proprio perché c'è un'idea che prevale su esigenze concrete. La mente distaccata dal corpo si può anche dividere in più personalità, ma in ogni caso nessuna riesce a soddisfare pienamente le esigenze dell'individuo, che si trova a vivere una vita veramente difficoltosa, in balia di idee astratte e spesso anche dannose. Questo libro è stato scritto negli anni '60 e già Lowen denunciava la degenerazione schizoide della società derivante da televisione, lavori intellettuali, distacco dalla natura...ma ora mi chiedo cosa ne penserebbe delle relazioni umane ai tempi di internet.

Tu dici che questa relazione, da cui dichiari di essere stato devastato, si è svolta interamente online...Ora mi dico che, oltre agli evidenti problemi della tua amica, dobbiamo avere dei problemi anche a livello di società se ormai viviamo relazioni esclusivamente online, e diamo alle stesse questa importanza spropositata. Adesso ti sembrerà un'osservazione da nonna belarda, ma ti assicuro che sono relativamente giovane, abituata a usare la tecnologia per lavoro e ho conosciuto un mio compagno su internet (relazione che poi però si è concretizzata nel reale). Ora, le relazioni a distanza sono sempre esistite, ma questo nostro vivere sempre di più nel virtuale, mostrare esistenze fittizie sui social, passare più ore a chattare piuttosto che a parlare di persona con un amico, ecco, secondo me non farà che esasperare queste "tendenze schizoidi" molto evidenti nella tua amica, ma anche in tanti smanettoni considerati più "normali" e addirittura al passo con i tempi.

Ora, capisco che tu stia male, ma il mio consiglio per stare meglio è di vivere più relazioni nella realtà e dare meno importanza al virtuale...Dovresti chiederti anche cosa ti ha attirato di questa ragazza, perché se ti sembrava che avesse qualità eccezionali aldilà dei suoi disturbi è un conto, tanti qui dicono di essersi innamorati di una persona e poi di esserle rimasti vicino nonostante un disturbo proprio perché attaccati al primo periodo di "luna di miele"...se invece ti ha attirato principalmente per la sua stranezza e i suoi evidenti problemi sei a rischio di diventare dipendente da altre persone problematiche, e la cosa in genere non va mai a finire bene, né per te ma nemmeno per le persone che stai cercando di aiutare, come puoi leggere da altre storie presenti in questo forum.
Spero di averti dato una risposta che sia un minimo utile, ti faccio un grande in bocca al lupo.


Inoltre ci sono stato male proprio perchè è rimasta soltanto online, non ci è stato neanche un modo per prendersi un caffè. Avevo bisogno di vederla almeno per capire chi fosse...lei non ha voluto, forse nasconde qualcosa del suo corpo non saprei

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 9:55 pm

Malvina ha scritto:A volte mi chiedo perché scrivo certi papielli  Rolling Eyes  
Secondo me dovresti lasciarla proprio perdere, non contattarla più e dedicarti a relazioni nel reale e possibilmente con gente molto "concreta".

Non so perchè, questa donna mi ha molto colpito è in certo senso entrata dentro di me e l'empatia che avevo per lei era veramente unica. Sicuramente le prossime volte eviterò certe "relazioni"

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Lun Giu 26, 2017 9:49 pm

A volte mi chiedo perché scrivo certi papielli  Rolling Eyes  
Secondo me dovresti lasciarla proprio perdere, non contattarla più e dedicarti a relazioni nel reale e possibilmente con gente molto "concreta".

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 9:41 pm

Malvina ha scritto:Allora, che questa ragazza abbia problemi psicologici credo sia palese; per quanto riguarda una probabile diagnosi, ovviamente andrebbe fatta da uno specialista, ma da semplice persona informata sul disturbo io direi di andarci piano con le ipotesi...Nella storia che racconti ci sono molti tratti riconducibili al borderline, ma quello che descrivi non è proprio un quadro simile a tante storie che vengono raccontate qui.
A me sembra che il problema predominante in questo caso sia riconducibile al disturbo dissociativo di identità (DID), ovviamente è un'indicazione da prendere con le pinze.

Il DID è una patologia più grave del borderline e più rara, sebbene sia stata spesso protagonista della letteratura e del cinema. Forse perché le stesse arti narrativa e scenica si basano sul concetto di dissociazione, se non riuscissimo almeno parzialmente e momentaneamente a dissociarci dalla nostra identità e identificarci in altri personaggi non riusciremmo nemmeno a farci coinvolgere da un racconto o da un film. E' una delle facoltà considerate "superiori" ed esclusive dell'essere umano, gli animali non raccontano storie né fanno teatro (per quanto ne sappiamo). Ma come altre facoltà superiori, se portate all'estremo possono causare disturbi psichiatrici anche gravi.
La fiction che tratta il tema delle personalità multiple spesso ha connotati horror...pensiamo al Dr Jekyll e Mr Hyde o a Psycho, in cui una delle personalità è un assassino sanguinario, o al recentissimo Split ispirato alla storia vera di un feroce criminale con 23 (!) personalità.

In realtà chi soffre di questo tipo di disturbo in genere è più pericoloso per sé stesso che per gli altri, ma l'orrore rappresentato da queste storie è semplicemente lo specchio del forte disagio che si prova di fronte a una persona distaccata dalla realtà, "non in sé". Anche senza la presenza di personalità multiple, pensiamo per esempio a uno schizofrenico durante un attacco o anche a certi borderline con evidenti episodi dissociativi. La persona "normale", ovvero senza disturbi psicotici, sente come profondamente innaturale questa dissociazione. Capisco il tuo sconcerto di fronte all'episodio delle foto rubate all'altra e di tanti particolari poi rivelatisi falsi, ricordo il disagio provato di fronte alla lista di una mia coinquilina che elencava tutti gli oggetti da me posseduti o le mie abitudini quotidiane, con l'intenzione dichiarata di copiarli...Ma come si fa? Ognuno dovrebbe avere la propria identità, i propri gusti...purtroppo ci sono persone che, a causa di fortissimi traumi avvenuti in tenera età, si dissociano mentalmente, e da allora in poi non riescono più a formarsi un'identità "forte", finendo spesso per farsi "invadere" dalla personalità degli altri o crearsene di fittizie. Non è raro poi che finiscano vittime di brutte situazioni create da altri, proprio perché dissociandosi non si rendono bene conto di quello che sta accadendo. Tu ti chiedi, come fa questa ragazza a comunicare di avere una figlia come se niente fosse? Ma probabilmente perché ha anche fatto una figlia "come se niente fosse", non rendendosi bene conto di cosa stava facendo, e probabilmente continua pure a interagire con lei come se fosse una bambola o una specie di personaggio di fantasia. Povera bambina.

Alexander Lowen, in un libro chiamato "Il tradimento del corpo", che ti consiglio di leggere, descrive molti di questi casi. Secondo questo autore tutti i disturbi di identità, dissociativi etc. (che lui definisce "schizoidi") derivano da un "distacco" della mente dal corpo, che è più legato alla realtà e alle esigenze materiali. Anche l'anoressia, l'ortoressia etc. rientrerebbero in questo genere di disturbi, proprio perché c'è un'idea che prevale su esigenze concrete. La mente distaccata dal corpo si può anche dividere in più personalità, ma in ogni caso nessuna riesce a soddisfare pienamente le esigenze dell'individuo, che si trova a vivere una vita veramente difficoltosa, in balia di idee astratte e spesso anche dannose. Questo libro è stato scritto negli anni '60 e già Lowen denunciava la degenerazione schizoide della società derivante da televisione, lavori intellettuali, distacco dalla natura...ma ora mi chiedo cosa ne penserebbe delle relazioni umane ai tempi di internet.

Tu dici che questa relazione, da cui dichiari di essere stato devastato, si è svolta interamente online...Ora mi dico che, oltre agli evidenti problemi della tua amica, dobbiamo avere dei problemi anche a livello di società se ormai viviamo relazioni esclusivamente online, e diamo alle stesse questa importanza spropositata. Adesso ti sembrerà un'osservazione da nonna belarda, ma ti assicuro che sono relativamente giovane, abituata a usare la tecnologia per lavoro e ho conosciuto un mio compagno su internet (relazione che poi però si è concretizzata nel reale). Ora, le relazioni a distanza sono sempre esistite, ma questo nostro vivere sempre di più nel virtuale, mostrare esistenze fittizie sui social, passare più ore a chattare piuttosto che a parlare di persona con un amico, ecco, secondo me non farà che esasperare queste "tendenze schizoidi" molto evidenti nella tua amica, ma anche in tanti smanettoni considerati più "normali" e addirittura al passo con i tempi.

Ora, capisco che tu stia male, ma il mio consiglio per stare meglio è di vivere più relazioni nella realtà e dare meno importanza al virtuale...Dovresti chiederti anche cosa ti ha attirato di questa ragazza, perché se ti sembrava che avesse qualità eccezionali aldilà dei suoi disturbi è un conto, tanti qui dicono di essersi innamorati di una persona e poi di esserle rimasti vicino nonostante un disturbo proprio perché attaccati al primo periodo di "luna di miele"...se invece ti ha attirato principalmente per la sua stranezza e i suoi evidenti problemi sei a rischio di diventare dipendente da altre persone problematiche, e la cosa in genere non va mai a finire bene, né per te ma nemmeno per le persone che stai cercando di aiutare, come puoi leggere da altre storie presenti in questo forum.
Spero di averti dato una risposta che sia un minimo utile, ti faccio un grande in bocca al lupo.

Questa storia non mi ha devastato ma profondamente colpito perchè trovavo questa ragazza molto piacevole e interessante, al di là delle foto finte. La cosa che mi ha disturbato è stato questo cambiamento repentino delle sensazioni che aveva di me... da adorarmi a escludermi dalla sua vita. Da un giorno all'altro mi descriveva tutto quello che faceva a non raccontarmi più niente. Mi ha fatto soffrire, non mi ha rovinato la vita. Vorrei poterci parlare e dirle che le voglio bene ma mi ha bloccato su tutti i fronti e usando un profilo nuovo sarebbe imbarazzante penso e fuori luogo visto che lei ha deciso così o no?

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Lun Giu 26, 2017 8:59 pm

Allora, che questa ragazza abbia problemi psicologici credo sia palese; per quanto riguarda una probabile diagnosi, ovviamente andrebbe fatta da uno specialista, ma da semplice persona informata sul disturbo io direi di andarci piano con le ipotesi...Nella storia che racconti ci sono molti tratti riconducibili al borderline, ma quello che descrivi non è proprio un quadro simile a tante storie che vengono raccontate qui.
A me sembra che il problema predominante in questo caso sia riconducibile al disturbo dissociativo di identità (DID), ovviamente è un'indicazione da prendere con le pinze.

Il DID è una patologia più grave del borderline e più rara, sebbene sia stata spesso protagonista della letteratura e del cinema. Forse perché le stesse arti narrativa e scenica si basano sul concetto di dissociazione, se non riuscissimo almeno parzialmente e momentaneamente a dissociarci dalla nostra identità e identificarci in altri personaggi non riusciremmo nemmeno a farci coinvolgere da un racconto o da un film. E' una delle facoltà considerate "superiori" ed esclusive dell'essere umano, gli animali non raccontano storie né fanno teatro (per quanto ne sappiamo). Ma come altre facoltà superiori, se portate all'estremo possono causare disturbi psichiatrici anche gravi.
La fiction che tratta il tema delle personalità multiple spesso ha connotati horror...pensiamo al Dr Jekyll e Mr Hyde o a Psycho, in cui una delle personalità è un assassino sanguinario, o al recentissimo Split ispirato alla storia vera di un feroce criminale con 23 (!) personalità.

In realtà chi soffre di questo tipo di disturbo in genere è più pericoloso per sé stesso che per gli altri, ma l'orrore rappresentato da queste storie è semplicemente lo specchio del forte disagio che si prova di fronte a una persona distaccata dalla realtà, "non in sé". Anche senza la presenza di personalità multiple, pensiamo per esempio a uno schizofrenico durante un attacco o anche a certi borderline con evidenti episodi dissociativi. La persona "normale", ovvero senza disturbi psicotici, sente come profondamente innaturale questa dissociazione. Capisco il tuo sconcerto di fronte all'episodio delle foto rubate all'altra e di tanti particolari poi rivelatisi falsi, ricordo il disagio provato di fronte alla lista di una mia coinquilina che elencava tutti gli oggetti da me posseduti o le mie abitudini quotidiane, con l'intenzione dichiarata di copiarli...Ma come si fa? Ognuno dovrebbe avere la propria identità, i propri gusti...purtroppo ci sono persone che, a causa di fortissimi traumi avvenuti in tenera età, si dissociano mentalmente, e da allora in poi non riescono più a formarsi un'identità "forte", finendo spesso per farsi "invadere" dalla personalità degli altri o crearsene di fittizie. Non è raro poi che finiscano vittime di brutte situazioni create da altri, proprio perché dissociandosi non si rendono bene conto di quello che sta accadendo. Tu ti chiedi, come fa questa ragazza a comunicare di avere una figlia come se niente fosse? Ma probabilmente perché ha anche fatto una figlia "come se niente fosse", non rendendosi bene conto di cosa stava facendo, e probabilmente continua pure a interagire con lei come se fosse una bambola o una specie di personaggio di fantasia. Povera bambina.

Alexander Lowen, in un libro chiamato "Il tradimento del corpo", che ti consiglio di leggere, descrive molti di questi casi. Secondo questo autore tutti i disturbi di identità, dissociativi etc. (che lui definisce "schizoidi") derivano da un "distacco" della mente dal corpo, che è più legato alla realtà e alle esigenze materiali. Anche l'anoressia, l'ortoressia etc. rientrerebbero in questo genere di disturbi, proprio perché c'è un'idea che prevale su esigenze concrete. La mente distaccata dal corpo si può anche dividere in più personalità, ma in ogni caso nessuna riesce a soddisfare pienamente le esigenze dell'individuo, che si trova a vivere una vita veramente difficoltosa, in balia di idee astratte e spesso anche dannose. Questo libro è stato scritto negli anni '60 e già Lowen denunciava la degenerazione schizoide della società derivante da televisione, lavori intellettuali, distacco dalla natura...ma ora mi chiedo cosa ne penserebbe delle relazioni umane ai tempi di internet.

Tu dici che questa relazione, da cui dichiari di essere stato devastato, si è svolta interamente online...Ora mi dico che, oltre agli evidenti problemi della tua amica, dobbiamo avere dei problemi anche a livello di società se ormai viviamo relazioni esclusivamente online, e diamo alle stesse questa importanza spropositata. Adesso ti sembrerà un'osservazione da nonna belarda, ma ti assicuro che sono relativamente giovane, abituata a usare la tecnologia per lavoro e ho conosciuto un mio compagno su internet (relazione che poi però si è concretizzata nel reale). Ora, le relazioni a distanza sono sempre esistite, ma questo nostro vivere sempre di più nel virtuale, mostrare esistenze fittizie sui social, passare più ore a chattare piuttosto che a parlare di persona con un amico, ecco, secondo me non farà che esasperare queste "tendenze schizoidi" molto evidenti nella tua amica, ma anche in tanti smanettoni considerati più "normali" e addirittura al passo con i tempi.

Ora, capisco che tu stia male, ma il mio consiglio per stare meglio è di vivere più relazioni nella realtà e dare meno importanza al virtuale...Dovresti chiederti anche cosa ti ha attirato di questa ragazza, perché se ti sembrava che avesse qualità eccezionali aldilà dei suoi disturbi è un conto, tanti qui dicono di essersi innamorati di una persona e poi di esserle rimasti vicino nonostante un disturbo proprio perché attaccati al primo periodo di "luna di miele"...se invece ti ha attirato principalmente per la sua stranezza e i suoi evidenti problemi sei a rischio di diventare dipendente da altre persone problematiche, e la cosa in genere non va mai a finire bene, né per te ma nemmeno per le persone che stai cercando di aiutare, come puoi leggere da altre storie presenti in questo forum.
Spero di averti dato una risposta che sia un minimo utile, ti faccio un grande in bocca al lupo.

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 7:22 pm

Malvina ha scritto:Salve Jazzguitar.
Ma, se ho capito bene, con questa ragazza non vi siete mai visti di persona?


esatto... ma è molto faticoso lo stesso

jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Malvina il Lun Giu 26, 2017 6:58 pm

Salve Jazzguitar.
Ma, se ho capito bene, con questa ragazza non vi siete mai visti di persona?

Malvina

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 09.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  jazzguitar il Lun Giu 26, 2017 11:57 am

Sono qui per raccontarvi la mia storia che mi ha profondamento segnato e colpito con una ragazza con disturbo borderline suppongo. Attendo con piacere vostri commenti.

A fine marzo mi aggiunge su facebook una ragazza che non conosco, comincia a scrivermi tanto a confidarsi e con il tempo si costruisce un rapporto molto forte, mi dice sin da subito che le sono morti i genitori 3 anni fa (prima la madre per tumore poi dopo 6 mesi circa il padre di infarto dopo un anno difficile). Poi lei si è ammalata di leucemia, una forma molto lieve diceva.  (era molto legata alla madre tanto è che si è tatuata una parte di spartito che la mamma amava suonargli da bambina). Una ragazza molto interessante ma anche complessa e con tanti problemi, il rapporto diventa sempre più forte, mi dice che si è legata molto a me, che mi pensa sempre, usa il termine “come una droga”ecc…ogni tanto dal nulla mi scrive "ti bacio" "ti penso". Ero lusingato da queste attenzioni ma allo stesso tempo mi sembrava tutto un po' strano. Raramente ci sentivamo per telefono, molto più spesso in chat e tramite telefono appariva sempre un po’ agitata. Mi diceva che ero dolce, che mi adorava.

Decidiamo di vederci, organizziamo un viaggio insieme. Diverse notti in vari alberghi. Salta all’ultimo minuto perché (dice) si era sentita male. Si è sentita male la notte prima di partire, andò all’ospedale e gli diagnosticano anemia. Alcuni giorni precedenti mi diceva che dormiva pochissimo la notte, che non dorme quasi mai ed è vegetariana, queste cose la rendevano molto debole e magra…diceva che camminava dormendo, per quanto fosse stanca. Una volta mi mandò una foto (leggermente opacizzata) che mostrava lei al bagno che vomitava dicendomi “dovevo togliermi qualcosa dalla faccia”.

La cosa assurda è che mi manda un messaggio così per avvertirmi di non poter vedermi: "mi è successa una cosa...perdonami non posso venire" senza dirmi altro. E poi mi blocca su Whatsup e disattiva temporaneamente la pagina Facebook. Non riesco a parlarci sino a dopopranzo, quando mi riscrive e mi chiede scusa si sente in colpa, tutta colpa sua, ha rovinato tutto ecc...io la consolo le dico che può succedere e andiamo avanti. 

La seconda volta che organizziamo un viaggio (sempre con grande entusiasmo da parte sua) mi dice, come se niente fosse che ha una figlia e non poteva lasciarla nel weekend perché il padre non la voleva tenere. Sempre all'ultimo minuto (ero con valigia in mano per andare da lei) e sempre tutto tramite chat. Le dico “ma che stai dicendo stai scherzando spero” e lei soltanto “?” per diverse volte ha risposto solo con un punto di domanda e mi faceva ancora più arrabbiare. Io non sapevo niente di tutto ciò, lei mi disse che non voleva dirmelo per paura che scappassi, che voleva dirmelo di persona...bla bla. 

Faccio presente che lei ha avuto la figlia (apparentemente subito dopo la morte dei genitori) da un uomo che poi scoprì essere sposato e voleva farla abortire, ma lei decise di portare avanti la bambina da sola ed ora il rapporto con questo uomo è molto travagliato, lei lo odia e non vuole vederlo. Dopo questo secondo appuntamento io manifestavo il mio dispiacere per questa seconda delusione, lei in chat sembrava dispiaciuta mi diceva che era in ansia ecc, le avevo detto che mi ero sentito male anche io per questo shock all'ultimo minuto. In parallelo a questo suo dispiacere nel sentirmi così non mi rispondeva al telefono, solo chat e pubblicava post su Facebook legati a questa vicenda ( foto faccia dispiaciuta) con scritto "ho fatto la cozzata del giorno" o altro... Se provavo a chiamarla non rispondeva. Diceva che era in ansia e non voleva parlare...io nel vortice di questi eventi facevo caso alle stranezze di questi atteggiamenti ma non mi allarmavo come avrei dovuto. 

Ho notato che il giorno prima di questo incontro lei in chat era più nervosa del solito, come se già sapesse che doveva saltare. Mentre la sera prima al primo appuntamento era molto distesa aveva comprato i biglietti del treno dicendo che riusciva a scendere anche il giorno prima del previsto! sembrava tutto regolare.
Durante questo periodo inoltre, dopo intere giornate di attenzioni da parte mia, è capitato mi scrivesse “tu mi abbandoni” oppure qualche scenata di gelosia pensando che uscissi con altre. Una volta mentre stavo facendo delle prove con musicisti mi scrive:"senti hai qualcun'altra??". A volte Mi rimuoveva dagli amici dicendo così il rapporto non mi piace, ma non era cambiato niente se non che le scrivevo un po’ meno magari perché ero impegnato in quel momento.  mi diceva addio poi si ricominciava da capo. 

Dopo questa prima fase io le manifestavo alcune perplessità in merito a questa eventuale relazione con lei di cui lei era molto convinta. Lei voleva vivere insieme, diceva che una relazione a distanza non avrebbe senso perché avrebbe durato poco... ma era ovviamente impossibile e assurdo pensare ad una relazione diversa, specialmente in questa fase. Mi dice prenditi un po’ di tempo e pensaci perché io non cambio idea sulle persone e ti voglio ma fino a quando non hai deciso non ci sentiamo perchè senno penso sempre a te... in questo periodo lei mi scriveva lo stesso dicendo "non resisto ho troppa voglia di sentirti..." 

Non mi aveva mai parlato della figlia anzi mi diceva che viveva da sola. Ci passo sopra, cercando di comprendere il suo trascorso. Lei quasi ci rimaneva male ogni volta, specialmente per i due appuntamenti saltati, dicendomi "ma perché non ti arrabbi non capisco” ma allo stesso tempo adorava questo mio lasciar andare. Continuiamo a sentirci in modo intenso tramite chat per ore ogni giorno, è stato un crescendo di passione e interesse da parte sua nei miei confronti e viceversa fino ai primi di maggio, poi inizio a sentire un piccolo distacco da parte sua, non mi racconta più a differenza di prima, le sue cose personali, le persone che le scrivono, cosa fa durante la giornata ecc…mentre prima era sempre a dirmi tutto. Insomma ho l’impressione che mi stava escludendo dalla sua vita. Mi scriveva sempre meno e da un giorno all'altro lei dice che non sente più le vibrazioni di prima...così in 24 ore... io mi sento un po smarrito perché ha fatto tutto da sola... mi chiede di lasciarla perdere, che per lei è cambiato tutto, che mi devo staccare da lei e che non mi vuole.

Parlai con un suo amico dopo il primo appuntamento mancato (questa cosa non penso le abbia fatto piacere ma avevo paura che fosse successo qualcosa di grave) e mi disse che questa ragazza è molto particolare, non crede che le si possa voler bene, allontana le persone, ha paura e non si fida, poi se sta male per via della malattia (leucemia) diventa tragica e si chiude in se. Mi conferma la storia della bimba e del padre e mi dice (allarmandomi un po’) che aveva lasciato un suo ex quando aveva scoperto la malattia senza dirgli niente…perché si sentiva di peso ma senza dare spiegazioni. Dice penso che voglia allontanarti per non coinvolgerti ma ti vuole bene e non capisce perchè.
Continuamo a sentirci se pur con meno coinvolgimento. Una qualche sera dopo… in seguito a tante dichiarazioni di affetto e tante attenzioni, mi manda un disegno di una donna che nuota e mi scrive “tu mi ignori” e non mi risponde al telefono per tutta la sera, dopo 20 messaggi che le mando di spiegazioni mi scrive sono a cena fuori non posso parlare ecc... senza dare spiegazioni ma percepisco forte disagio da parte sua, nervosismo ecc...Il giorno dopo mi dice "non ho voglia di parlarti, ho fortissimi mal di testa lasciami in pace"

In ogni caso non ci siamo mai incontrati.
Lei spesso mi diceva che non sapeva chi era, che era tre persone contemporaneamente… e sulla pagina Facebook, nella descrizione c’è scritto “Who I Am?”. 
A volte mi raccontava che era convinta di essere stata sposata con Picasso o con Chet Baker, ma siccome mi faceva ridere non prendevo sul serio la cosa, ma lei mi raccontava anche per un'ora questi rapporti nei dettagli..Si meravigliava anche molto con me di questo attaccamento dicendo che lei le persone di solito le allontanava, con me era diverso. 
A volte mi diceva ma perché sei così attaccato a me? ma in fondo era lei che mi aveva manipolato, cercato ecc..
Capitava a volte di poter discutere per alcuni modi di fare e lei mi bloccava su Facebook, lei voleva avere il potere di bloccare, questo gesto violento mi ha dato sempre la percezione di un suo enorme disagio nell’affrontare la realtà più che cattiveria, di bloccare lei prima di essere bloccata, insomma di avere il comando.
Per lei Facebook è tutto, pubblica continuamente post, rubriche, foto, disegni, stralci di storia dell’arte ecc….20 post al giorno penso…e sta sempre lì risponde sempre a tutti i commenti al massimo dopo 15 minuti. E’ come se vivesse li perché la vita reale non la volesse. Essendo inoltre parecchio intelligente e simpatica (su facebook) molti la seguono con piacere.
Ora mi ha bloccato telefono, whatsapp e Facebook, come se fossi un mostro ma non ho fatto niente di male se non insistere sul fatto di vederci, quantomeno per un caffè le dicevo. Mi dice “ti devi staccare da me, non ti voglio lasciami in pace” come se fossi io a cercarla e a prometterle chissa cosa..

Il trauma enorme che ho subito non è stato questo, ma quello che vi sto per raccontare: spesso mi mandava foto sue artistiche, del suo corpo ecc...per mesi interi, descrivendole con estremi dettagli, insomma spesso si parlava di questo in chat. Mi descriveva tutto per filo e per segno…dove, perché le aveva scattate, chi era il soggetto (suo parente, la pasticciera, l’amico ecc…) fino agli estremi dettagli dell’arredamento, gli oggetti sulle mensole ecc…in modo assolutamente insospettabile.
Lo stesso faceva su Facebook ma senza entrare nei dettagli…diciamo quindi al limite della legalità. Molti ci cascavano e commentavano complimentandosi…e lei ringraziava…ma le foto non erano sue, tutt’ora continua questo gioco con le vittime Facebook. Spesso queste foto erano sensuali ed erotiche ma sempre artistiche.
Vengo poi a scoprire che le foto erano di un'altra fotografa, che con lei non c'entrava niente…Poi a catena scopro che anche la foto di sua figlia era finta e della sua casa anche. Ma era talmente convincente che non avevo dubbi sulla sua sincerità. 

La prima volta che le chiesi “perché mi hai mentito su tutto?” mi rispose “mentito su cosa??? ma tu sei proprio fuori di testa" e mi blocca..
La seconda volta che ho modo di dirle delle foto scoperte…mi blocca e basta. 
Ho provato poi tramite un altro profilo a scriverle mandandole una foto di un fiore per farle capire che non sono arrabbiato… prima mi scrive "ma che vuoi da me??" Poi invece sembrava molto contenta, mi chiedeva se il fiore era solo per lei, ci sperava tanto in questo...quindi alternanza di stati d'animo opposti..
Ma il mio profilo vero non lo ha sbloccato.
Ho notato poi questi giorni che su Facebook ha cambiato città di residenza, come se avesse paranoie persecutorie da parte mia…perche aveva fatto In modo  che io vedessi la sua nuova residenza. 
Ma io sono una persona serena e non ho manifestato mai questo tipo di intenzioni con lei, anzi l’opposto. 
Inoltre dopo la rottura, pubblicava post sulla pagina indirettamente rivolti alla nostra relazione, come se la colpa di questa rottura fosse mia. Frasi tipo “nascondi nascondi ma poi tutto viene fuori” come se avesse scoperto qualcosa di me che le nascondevo…oppure frasi simili, mentre era lei che mi nascondeva tante cose.

In ogni caso secondo me soffre di disturbo borderline. Sicuramente ha dei disturbi psicologici non trovate?


jazzguitar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.06.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ragazza Bordeline - consigliatemi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum