ex fidanzato borderline

Andare in basso

Re: ex fidanzato borderline

Messaggio  trip21 il Mer Apr 22, 2015 12:04 am

Ciao fede. Ho letto i tuoi post e mi sembra che la tua storia e la mia siano molto simili. Comunque ero andata via molte volte per necessità e la sua reazione è sempre stata di questo tipo. Però non mi aveva mai lasciata.
Il ricovero non lo ha mai aiutato. Si spingeva sempre più verso tendenze deliranti. Il contatto con la gente di li dentro non è un toccasana.
Dopo alcuni messaggi sono stata chiamata dal padre che mi invitava a lasciar stare il figlio, perché a causa mia aveva vanificato 2 anni di ricovero tornando malato.
non gli si poteva parlare per niente. O tentava di spiegarmi che aveva ragione o negava il confronto.
Quale sia stata la goccia non saprei. Ma è stata anche colpa mia. Avevo trovato un lavoro mentre iniziavo la relazione con lui. Avevo l'ansia di impegnarmi per farmi rinnovare il contratto. Ero ossessionata da ciò è ho lavorato anche nelle festività. Arrivavo tutta agitata a casa e non avevo voglia di stare a sentire anche le sue storie. Rifiutato le uscite e non avevo tempo per lui quanto me ne chiedeva. Col senno di poi potevo lavorare di meno e pensare più a lui...ma adesso è tardi

trip21

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 21.04.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ex fidanzato borderline

Messaggio  Fede_incammino il Mar Apr 21, 2015 11:51 pm

Come puoi immaginare il problema (tra gli altri) è stato il viaggio di lavoro. In quando bdl non riesce a filtrare che quell'allontanamento non è un abbandono, e lo vive come tale. Quindi come un bambino che piange credendo che la mamma lo ha abbandonato solo perché non capisce che lei è semplicemente nell'altra stanza, lui fa lo stesso. E la molla che scatta in loro probabilmente dice:
- sei cattiva
- mi hai lasciato solo
- ho sofferto la tua mancanza talmente tanto che mi sento dipendente da te, e questo significa che soffrirò quando tu mi lascerai, quindi ti lascio prima io, prima che sia troppo tardi
- mi devo autoconvincere che in te c'è qualcosa che non va, perché c'è sempre qualcosa, così poi potrò ricamarci sopra per giustificare l'abbandono: la tua partenza gli ha fornito quel "qualcosa".
.....inutile ahimé provare a farlo ragionare, esperienza personale. La mia goccia che ha fatto traboccare un vaso fatto di sei anni di convivenza è stato una mia assenza per un corso intensivo di meditazione. Ha detto che quel viaggio gli ha fatto capire che ero la donna della sua vita, e dopo 15 gg mi ha lasciato dicendomi che anche sua madre aveva iniziato così e che non si poteva permettere di ripetere la storia. Ahivoglia a cercare di spiegargli che le cose nn stavano così. Sono alibi per scappare da una vita normale.
Ps: non credere alla storia dell'attribuzione di colpe e dei genitori che non ti vogliono. È che ti vuole far stare male per cercare di alleviare la sua di sofferenza, che è enorme.
Spero che il ricovero serva, ma tu adesso prenditi tempo e stacca la spina. Non possiamo essere così presuntuosi da pensare di avere il potere di cambiare o peggio, salvare per forza qualcuno...

Fede_incammino

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 01.04.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

ex fidanzato borderline

Messaggio  trip21 il Mar Apr 21, 2015 11:32 pm

Ciao a tutti, vi leggo da molto e ho deciso di registrarmi. Come molti di voi anche io ho avuto un fidanzato bord. Conosciuto una sera in cui non gli diedi molta retta, sembrava un semplice ragazzo che tentava di esser simpatico e mi parse molto socievole. Riuscì a trovarmi su Facebook non so come. Da li semplici messaggi, tutto normale. Decisi di vederlo, mi raccontò tante frottole sul suo passato(disse di non avere un padre, di avere molti amici e di aver avuto molte relazioni, mi disse anche che lavorava, tutto estremamente falso) e dopo 2 giorni mi chiese di raccontargli i miei segreti. Non ne avevo, così improvvisai(voleva a tutti i costi una risposta), fu da subito amore folle, mi disse di essere borderline e di aver passato 2 anni di ricovero. Pian piano si aprì e mi raccontò tutto. Era una persona "fuori dal mondo" (ignorava del tutto l'esistenza dei vari luoghi della città, nessun interesse a parte musica "alternativa" e alcol, niente amici, passatempi non usuali, Tele mai accesa). Cominciai ad amarlo sul serio, era come un bambino, andò tutto benissimo per un anno, imparai a stargli vicino, mi disse che il ricovero lo aveva precipitato, era diventato delirante e chiuso. Non faceva che parlarmi di quanto odiasse questo e quell'altro, di quanto fosse sfortunato etc..
comunque cominciammo una convivenza, tutto normale a parte qualche suo scatto quando uscivo con le amiche e stavo più di un'ora fuori, qualche volta saltava i pasti, qualche attacco di depressione e qualche litigio quando gli consigliavo di mettersi a lavorare o di trovarsi degli amici. Qualche tentativo (scenico) di suicidio. Poi un anno fa, ho dovuto fare un viaggio di lavoro, mi chiese di rimanere con lui perché stava male, avrei voluto accontentarlo ma ero costretta a stare 2 settimane fuori. Non risponde più ai messaggi, poi litigi in cui mi chiede cose assurde, lo assecondo, mi risponde un'ora dopo dicendo che era finita e che stava per togliersi la vita. Torno di corsa a casa, non lo trovo, vedo solo un cd con un video di addio e un bigliettino.
Ho creduto fosse morto e ho chiesto spiegazioni ai suoi familiari, che mi dissero che lo avevano fatto nuovamente ricoverare.
Continuo a mandargli nessaggi, dopo varie non risposte(e dopo aver cancellato tutte le nostre foto) mi dice che potevamo vederci. Lo vedo freddo e stordito, mi dice di esser diventato del tutto pazzo, che è colpa mia, che non ho saputo vedere l'amore che mi ha dato. Poi scappa via. Dice che anche per i suoi è colpa mia, che lo hanno fatto ricoverare per starmi lontano che gli stavo rovinando la vita.

Non so se tutto ciò può importarvi, ma volevo dei consigli. So che dovrei farmene una ragione e dimenticarlo, e giuro ci ho provato, sembrava fatta, ma no, non riesco a pensare ad un altro, sono del tutto disinteressata ad un'altra relazione. La vita mi è crollata addosso come se mi fosse morto qualcuno. Non capisco perché abbia fatto tutto ciò, non capisco cosa ho sbagliato. Mi trovo in un punto di non ritorno e va sempre peggio.
grazie a chi risponderà o si confontera. Buona serata.

trip21

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 21.04.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ex fidanzato borderline

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum