Aiutatemi a capire se è borderline

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Tommy34 il Mar Mar 31, 2015 7:51 pm

Orchite ha scritto:
Tommy34 ha scritto:
su watsapp come fanno le persone mature  civili, quando invece  la sua fuga improvvisa non aveva avuto nulla ne di maturo  ne di civile! Io avevo già problemi sul lavoro e in famiglia, ma non lo facevo pesare in casa in quanto sapevo che lei era fragile. Ovviamente dopo la fine del nostro rapporto ne sono uscito io a pezzi più di lei , forse perchè non me lo aspettavo

Provi sensi di colpa molto forti?
. Orchite come hp appena scritto provo sensi di colpa, forti! Ma non so spiegare con esattezza il perché..

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Tommy34 il Mar Mar 31, 2015 7:50 pm

Certo deve essere un' atmosfera pesante, ti capisco! Io invece mi sveglio e penso subito a lei, non so quanti soldi ha in tasca, come vive! Questo inconsciamente mi fa sentire in colpa! Ma ti volevo chiedere una cosa: La tua ex in momenti di serenità ti faceva discorsi strani ? Del tipo " se ci lasciamo rimaniamo amici? Oppure se ci lasciamo mi prometto che non mi odierai? A me li faceva anchein momenti in cui il rapporto era perfetto, questa cosa mi turbava.

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Orchite il Mar Mar 31, 2015 7:47 pm

Tommy34 ha scritto:
su watsapp come fanno le persone mature  civili, quando invece  la sua fuga improvvisa non aveva avuto nulla ne di maturo  ne di civile! Io avevo già problemi sul lavoro e in famiglia, ma non lo facevo pesare in casa in quanto sapevo che lei era fragile. Ovviamente dopo la fine del nostro rapporto ne sono uscito io a pezzi più di lei , forse perchè non me lo aspettavo

Provi sensi di colpa molto forti?

Orchite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 24.02.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 7:33 pm

La mia ex non si mostrava nemmeno con gli altri sicura di se, vestiva in maniera molto trasandata, nonostante fosse una bella ragazza! Io sempre elegantino chiedevo lei ogni tanto di farmi contento e comprare qualcosa di carino, lo dicevo per lei soprattutto perchè i ormai ero abituato a sfigurare" con lei accanto.
Non si arrabbiava quasi mai,  ma faceva di peggio, cioè mi metteva la cena in tavola e se ne tornava sul divano, questo a seguito di giornate dove mi ignorava del tutto senza nessun motivo! Mi sentivo malissimo, preferivo litigare che non essere ignorato. Riallacciandomi con il discorso di prima lei con gli altri era gradevole, simpatica, ma si autosvalutava sempre, non voleva uscire con nessuno, diceva di stare sempre male e di avere sempre dolori come se fosse un'anziana, figurati che a me in privato diceva che sarebbe morta entro i 40 anni, era un suo presentimento!  Per concludere quando è andata via di casa per l'ultima volta lo ha fatto in modo squallido, senza motivo e senza preavviso, dopo pochi giorno lei trovava normale e pretendeva che ci sentissimo
su watsapp come fanno le persone mature  civili, quando invece  la sua fuga improvvisa non aveva avuto nulla ne di maturo  ne di civile! Io avevo già problemi sul lavoro e in famiglia, ma non lo facevo pesare in casa in quanto sapevo che lei era fragile. Ovviamente dopo la fine del nostro rapporto ne sono uscito io a pezzi più di lei , forse perchè non me lo aspettavo, ma più probabilmente perchè è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo anni di manipolazioni e di annullamento della mia persona per soddisfare sempre i bisogni di una persona malata !

Adesso sto ancora a pezzi, non riesco nemmeno  a guidare per più di 5 minuti, voglio evitare tutti i farmaci perchè comprometterebbero la mia professione
che già mi da problemi, sono dimagrito tantissimo! Spero solo di riprendermi in poche settimane, di stare un po meglio, non chiedo altro![/quote]

Il vestire trasandato pur essendo carina anche lei. Con le persone è cordiale, socievole, ma non lega. Preferisce avere rapporti distaccati e occasionali.
Oscilla da momenti nei quali "gli altri non sono alla sua altezza" ad altri di scarsissima autostima, e si offende per un nonnulla.
Nemmeno lei ha scatti d'ira nel vero senso della parola, che è pervasa da quel sentimento lo capisco dai suoi occhi ma, se la sentissi parlare, lo fa con una pacatezza e una freddezza che la rende ancora più crudele.
Infine, a parte aver perso almeno 5-6 chili in tre settimane, sai qual è la buffonata? E' la mia coinquilina, anche se volessi fuggire, sono in trappola.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Tommy34 il Mar Mar 31, 2015 6:05 pm

Beh ti dico solo che la prima volta mi lasciò perchè l'avevo svegliata per sbaglio e ha dato di matto. E' andata via da casa 10 giorni, durante i quali mi scriveva solo per offendermi e accusarmi. Però certo, appena mi ha rivisto mi è saltata addosso.
Stavolta invece se ti dico il motivo ufficiale per cui ha smesso di parlarmi rimani scioccato, mi viene quasi da ridere.
Venerdì ho avuto un attimo di cedimento e le chiedo un abbraccio. Lei sembrava felice di questa richiesta e da lì sono scaturite coccole varie, mi ha chiesto di guardare un film, insomma tutto sereno. Dopo il film ho fatto il grave errore di addormentarmi sul suo letto. Trascorrono dieci minuti e inizia a cacciarmi malamente accusandomi che "voglio approfittarmene di lei, che non devo invadere i suoi spazi", e quando le ho fatto notare che è stata lei a voler trascorrere la serata insieme ha iniziato a rispondermi come se l'avesse fatto solo per farmi un favore. Shocked
Nei giorni successivi ho capito che questa persona mi avrebbe fatto impazzire, ho ripreso ad uscire, a stare fuori di casa intere giornate, insomma: a ricominciare la mia vita che ho messo in stand by per andarle dietro.
Non appena ha visto questo atteggiamento, la sua prima reazione è stata ignorarmi, dopodichè sono iniziate le minacce che sarebbe andata via di casa, mi ha detto che non voleva più nessun tipo di rapporto da me, che dovevo sparire, mi rinfacciava di andare avanti senza di lei e di farmene una ragione. Mi sono sentita trattata come se la pressassi quando in realtà le ho lasciato i suoi spazi come voleva lei. Io sono allibita.
Poi volevo chiedervi un'altra cosa, tanto per capire se è un "sintomo" comune. Più volte capitava, quando eravamo in intimità e quindi fosse più coinvolta e dolce, che mi dicesse che io ero troppo per lei, che non mi meritava, oppure aveva paura che prima o poi avrei preferito un'altra ecc ecc. E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
Questi momenti di apertura li mostrava soltanto nei momenti in cui sentiva qualcosa, perchè per il resto non faceva altro che mostrarsi una persona molto sicura di sè, apparentemente.[/quote]

La mia ex non si mostrava nemmeno con gli altri sicura di se, vestiva in maniera molto trasandata, nonostante fosse una bella ragazza! Io sempre elegantino chiedevo lei ogni tanto di farmi contento e comprare qualcosa di carino, lo dicevo per lei soprattutto perchè i ormai ero abituato a sfigurare" con lei accanto.
Non si arrabbiava quasi mai, ma faceva di peggio, cioè mi metteva la cena in tavola e se ne tornava sul divano, questo a seguito di giornate dove mi ignorava del tutto senza nessun motivo! Mi sentivo malissimo, preferivo litigare che non essere ignorato. Riallacciandomi con il discorso di prima lei con gli altri era gradevole, simpatica, ma si autosvalutava sempre, non voleva uscire con nessuno, diceva di stare sempre male e di avere sempre dolori come se fosse un'anziana, figurati che a me in privato diceva che sarebbe morta entro i 40 anni, era un suo presentimento! Per concludere quando è andata via di casa per l'ultima volta lo ha fatto in modo squallido, senza motivo e senza preavviso, dopo pochi giorno lei trovava normale e pretendeva che ci sentissimo
su watsapp come fanno le persone mature civili, quando invece la sua fuga improvvisa non aveva avuto nulla ne di maturo ne di civile! Io avevo già problemi sul lavoro e in famiglia, ma non lo facevo pesare in casa in quanto sapevo che lei era fragile. Ovviamente dopo la fine del nostro rapporto ne sono uscito io a pezzi più di lei , forse perchè non me lo aspettavo, ma più probabilmente perchè è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo anni di manipolazioni e di annullamento della mia persona per soddisfare sempre i bisogni di una persona malata !

Adesso sto ancora a pezzi, non riesco nemmeno a guidare per più di 5 minuti, voglio evitare tutti i farmaci perchè comprometterebbero la mia professione
che già mi da problemi, sono dimagrito tantissimo! Spero solo di riprendermi in poche settimane, di stare un po meglio, non chiedo altro!

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Orchite il Mar Mar 31, 2015 5:23 pm

sleeping_sun87 ha scritto:
Orchite ha scritto:
sleeping_sun87 ha scritto: E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
.

claro que si, è reale. Da lì scaturisce l'idealizzazione dell'altro: dall'aver bisogno di stare vicino a qualcuno ritenuto grandioso, a cui affidare la propria vita, che protegga: il prodromo della svalutazione successiva, perché ad una persona grandiosa si richiedono cose grandiose: essendo quella persona tutto fuorché grandiosa, finirà per deludere le aspettative grandiose.

Infatti mi ha mollato perchè ad un certo punto soffrivo troppo e ho avuto un crollo emotivo. Piangevo quasi quotidianamente, ero diventata debole, insicura, e trascorreva le giornate a rinfacciarmelo con rabbia. Come se le avessi tolto il suo sogno e fosse colpa mia.
Tutt'oggi va di matto se le faccio notare che è stata lei a rendermi tanto patetica.

È assolutamente inutile, a questo punto, che entrambe vi mettiate li' a rinfacciarvi il solito sterile, stucchevole elenco di colpe: nessuno ne esce vincitore e in vicende come queste raramente si può usare il termine "colpa" in modo giusto. Cercate di prendere il buono che c'è stato e andate avanti. Il resto serve solo a far marcire il fegato. Saluti

Orchite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 24.02.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 5:16 pm

Orchite ha scritto:
sleeping_sun87 ha scritto: E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
.

claro que si, è reale. Da lì scaturisce l'idealizzazione dell'altro: dall'aver bisogno di stare vicino a qualcuno ritenuto grandioso, a cui affidare la propria vita, che protegga: il prodromo della svalutazione successiva, perché ad una persona grandiosa si richiedono cose grandiose: essendo quella persona tutto fuorché grandiosa, finirà per deludere le aspettative grandiose.

Infatti mi ha mollato perchè ad un certo punto soffrivo troppo e ho avuto un crollo emotivo. Piangevo quasi quotidianamente, ero diventata debole, insicura, e trascorreva le giornate a rinfacciarmelo con rabbia. Come se le avessi tolto il suo sogno e fosse colpa mia.
Tutt'oggi va di matto se le faccio notare che è stata lei a rendermi tanto patetica.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Eloisa il Mar Mar 31, 2015 5:09 pm

sleeping_sun87 ha scritto:
Poi volevo chiedervi un'altra cosa, tanto per capire se è un "sintomo" comune. Più volte capitava, quando eravamo in intimità e quindi fosse più coinvolta e dolce, che mi dicesse che io ero troppo per lei, che non mi meritava, oppure aveva paura che prima o poi avrei preferito un'altra ecc ecc. E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
Questi momenti di apertura li mostrava soltanto nei momenti in cui sentiva qualcosa, perchè per il resto non faceva altro che mostrarsi una persona molto sicura di sè, apparentemente.

Si sono assolutamente comuni

Eloisa

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Orchite il Mar Mar 31, 2015 5:08 pm

sleeping_sun87 ha scritto: E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
.

claro que si, è reale. Da lì scaturisce l'idealizzazione dell'altro: dall'aver bisogno di stare vicino a qualcuno ritenuto grandioso, a cui affidare la propria vita, che protegga: il prodromo della svalutazione successiva, perché ad una persona grandiosa si richiedono cose grandiose: essendo quella persona tutto fuorché grandiosa, finirà per deludere le aspettative grandiose.

Orchite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 24.02.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 4:56 pm

Tommy34 ha scritto:Nel mio caso la sua furia non esisteva, mi dava risposte secche ma sempre con tono pacato, finchè non esplodeva scappando da casa! Il rimangiarsi le intenzioni è cosa comune, lei  mentre voleva il perdono si caricava quasi tutta la colpa, dicendo che dava di matto, poi quando ritornava mi diceva addirittura che lo aveva fatto per pietà nei miei confronti! Stesso copione adesso, lei è lontana, stavolta mi dice che è convinta di non amarmi più ma al contempo mi fà pesare che io non cercandola per 2 mesi l'avrei tagliata fuori, quindi in qualche modo deve sempre scaricare qualcosa su di me, quando invece io  ho preferito non cercarla in quanto lei mi aveva chiesto di lasciarla andare. Secondo me aveva manipolato per bene anche il suo ex, che a quanto ho capito le prestava denaro anche dopo anni dalla fine del rapporto, denaro che sarebbe dovuto servire per gli studi che ha abbondonato, poi in seguito ha cominciato a cambiare diversi lavori.

Qualunque cosa fai genera malcontento, ovvio, fa parte della patologia! Ti dico pure un'altra cosa, l'ultima nostra separazione è avvenuta senza un minimo di lite, ovvero avevamo litigato 2-3 settimane addietro per una piccola sciocchezza, poi era andato tutto bene. Morale della favola un pomeriggio torno a casa e non la trovo più,  sapresti dare  una chiave di lettura a tutto questo?

Beh ti dico solo che la prima volta mi lasciò perchè l'avevo svegliata per sbaglio e ha dato di matto. E' andata via da casa 10 giorni, durante i quali mi scriveva solo per offendermi e accusarmi. Però certo, appena mi ha rivisto mi è saltata addosso.
Stavolta invece se ti dico il motivo ufficiale per cui ha smesso di parlarmi rimani scioccato, mi viene quasi da ridere.
Venerdì ho avuto un attimo di cedimento e le chiedo un abbraccio. Lei sembrava felice di questa richiesta e da lì sono scaturite coccole varie, mi ha chiesto di guardare un film, insomma tutto sereno. Dopo il film ho fatto il grave errore di addormentarmi sul suo letto. Trascorrono dieci minuti e inizia a cacciarmi malamente accusandomi che "voglio approfittarmene di lei, che non devo invadere i suoi spazi", e quando le ho fatto notare che è stata lei a voler trascorrere la serata insieme ha iniziato a rispondermi come se l'avesse fatto solo per farmi un favore. Shocked
Nei giorni successivi ho capito che questa persona mi avrebbe fatto impazzire, ho ripreso ad uscire, a stare fuori di casa intere giornate, insomma: a ricominciare la mia vita che ho messo in stand by per andarle dietro.
Non appena ha visto questo atteggiamento, la sua prima reazione è stata ignorarmi, dopodichè sono iniziate le minacce che sarebbe andata via di casa, mi ha detto che non voleva più nessun tipo di rapporto da me, che dovevo sparire, mi rinfacciava di andare avanti senza di lei e di farmene una ragione. Mi sono sentita trattata come se la pressassi quando in realtà le ho lasciato i suoi spazi come voleva lei. Io sono allibita.
Poi volevo chiedervi un'altra cosa, tanto per capire se è un "sintomo" comune. Più volte capitava, quando eravamo in intimità e quindi fosse più coinvolta e dolce, che mi dicesse che io ero troppo per lei, che non mi meritava, oppure aveva paura che prima o poi avrei preferito un'altra ecc ecc. E' reale questo sentirsi inferiori e inadeguati o lo diceva solo per manipolarmi?
Questi momenti di apertura li mostrava soltanto nei momenti in cui sentiva qualcosa, perchè per il resto non faceva altro che mostrarsi una persona molto sicura di sè, apparentemente.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Tommy34 il Mar Mar 31, 2015 4:42 pm

Nel mio caso la sua furia non esisteva, mi dava risposte secche ma sempre con tono pacato, finchè non esplodeva scappando da casa! Il rimangiarsi le intenzioni è cosa comune, lei mentre voleva il perdono si caricava quasi tutta la colpa, dicendo che dava di matto, poi quando ritornava mi diceva addirittura che lo aveva fatto per pietà nei miei confronti! Stesso copione adesso, lei è lontana, stavolta mi dice che è convinta di non amarmi più ma al contempo mi fà pesare che io non cercandola per 2 mesi l'avrei tagliata fuori, quindi in qualche modo deve sempre scaricare qualcosa su di me, quando invece io ho preferito non cercarla in quanto lei mi aveva chiesto di lasciarla andare. Secondo me aveva manipolato per bene anche il suo ex, che a quanto ho capito le prestava denaro anche dopo anni dalla fine del rapporto, denaro che sarebbe dovuto servire per gli studi che ha abbondonato, poi in seguito ha cominciato a cambiare diversi lavori.

Qualunque cosa fai genera malcontento, ovvio, fa parte della patologia! Ti dico pure un'altra cosa, l'ultima nostra separazione è avvenuta senza un minimo di lite, ovvero avevamo litigato 2-3 settimane addietro per una piccola sciocchezza, poi era andato tutto bene. Morale della favola un pomeriggio torno a casa e non la trovo più, sapresti dare una chiave di lettura a tutto questo?

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 4:31 pm

Orchite ha scritto:Quello che succede sempre, mi pare, è più o meno questo: viene prodotto uno sforzo mostruoso per creare velocemente una fusione, una simbiosi all'inizio. Si tratta del tentativo di raggiungere un ideale, che in quanto proprio di un'Idea, è più immaginato che reale. Poi interviene fatalmente qualcosa di reale che incrina quell'Idea: poco importa che sia un evento importante o meno, la realtà è sempre oggettivamente e ovviamente più dura e crudele della fantasia, comunque diversa, meno affascinante e non preventivabile. In quel momento, quando l'Idea viene frustrata dalla realtà, quando l'Ideale comincia a sgretolarsi, il rapporto è già finito.
Tutto quello che succede dopo, quel conflitto interiore che non ha soluzione di continuità, e che produce il classico andirivieni, è solo l'inevitabile strascico che quell'Ideale, così forte, ma - tocca dirlo - anche così irreale, comporta. L'Ideale è già morto, ma l'elaborazione del suo lutto è molto lunga, del resto non c'è possibilità di forclusione.
Quello che conta però è quello che dicevo prima: il rapporto muore effettivamente alla prima difficoltà, seria o meno seria che sia. E si può capire il perché: nasce nella fantasia, cresce nella mente e pertanto viene facilmente ucciso dalla realtà.
E' praticamente impossibile, allora, ripristinare quell'Idea, sembrerebbe piuttosto un impianto nella mente che va rigettato, perché si cerca di darle nuova linfa "operando" nel reale, mentre lei è solo il parto di una fantasia. Non può esserci possibilità di compromesso, perché il metafisico non può mica scendere a patti con le bassezze della realtà. Più facile andare a ricercare quella fantasia altrove. E farsela uccidere nuovamente.

Sì, è successo essenzialmente questo.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Orchite il Mar Mar 31, 2015 4:29 pm

Eloisa ha scritto:
Orchite ha scritto:Il rapporto muore effettivamente alla prima difficoltà, seria o meno seria che sia. E si può capire il perché: nasce nella fantasia, cresce nella mente e pertanto viene facilmente ucciso dalla realtà.

Infatti credo sia proprio questo a destabilizzare le persone senza il disturbo che stanno loro accanto, perchè non c'è via di ritorno.

Assolutamente no, per quanti sforzi si possano compiere, sforzi reali, intendo. La fase dell'andirivieni, del tira e molla "ti amo/mi fai pesantemente schifo al cazzo" e solo l'eco del passato, come una supernova esplosa miliardi di anni fa, di cui ci accorgiamo solo ora, e che ha già prodotto altro.

Orchite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 24.02.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 4:24 pm

Tommy34 ha scritto:Sleeping sun nessuno fa diagnosi, ma leggendo il tuo racconto ho riletto la mia storia! Mi vengono i brividi! Io credo che border o no un disturbo importante ci sia. A parte solamente che lei non ha mai abusato di nulla, poi combacia tutto: Storia bellissima all' inizio, timore di perdermi, mi guardava e le brillavano gli occhi!  Poi anche per banali litigate mi diceva sempre che eravamo troppo diversi! Me lo faceva pesare sempre non appena io esprimersi un ' opinione che non era uguale alla sua. Mi aggrediva spesso verbalmente, ma allo stesso tempo mi faceva pesare che lei aveva solo me! Io mi sentivo sempre in colpa, tanto che l ho perdonata anche per essere scappata di casa! I miei perdoni peggioravano la situazione, lei diventava sempre più forte usando la sua fuga come arma di  ricatto. Non ci si può disinnamorare e diventare al contempo crudeli in così poco tempo, un agnellino non diventa una iena in pochi mesi! Ē chiaro che sotto c ē un problema psicologico. Il giorno prima stai bene e il giorno dopo vai via dicendo che ti senti una nullità..e che la colpa ē mia! Non credo! Lei ē passata dal dipendere totalmente da me ad una vita in cui si ē isolata da tutti,  ē andata via dandomi spiegazioni diverse ogni giorno che passava! Un giorno la colpa era mia, l' altro invece a suo dire era lei depressa! Per quello che ha fatto e per la ferocia ti posso dire che non può essere stata lei, ma il disturbo che ospita di cui non ho diagnosi ma son certissimo che c' ē!   Con le amicizie era molto schiva, era gentile ma fredda con tutti, tanto che non ē riuscita a legare CN nessuno nonostante io la invitassi ad uscire e a non stare sempre a casa.  Se stai male ti capisco, ma se  noti che con il tempo ti vai riprendendo allora non contattarla, non cercarla, pensa solo a te! Ti dico questo perché io non mi sono più ripreso, sono ridotto in uno stato tale che non riesco più nemmenoa nascondere ai conoscenti, di ho detto tutto..

Beh starle lontano è alquanto difficile, dal momento che viviamo insieme.
Comunque anche lei con colleghi e amici si comporta allo stesso modo, è cordiale, disponibile, ma poi non parla con nessuno di sè, non la conoscono veramente ed è lei stessa a ricercare persone che non indagano troppo.
Quando la conobbi era una persona triste e malinconica, frequentava persone per colmare vuoti ma per un motivo o per l'altro finiva tutto quasi subito. Io sono stata l'unica dopo tanto tempo a farla innamorare e dopo pochissime settimane sembrava che la sua vita senza di me sarebbe finita. Mi guardava in un modo che... Dio, non si può spiegare. Ho sempre pensato che nascondesse un mondo parallelo dentro, ma non mi permetteva mai di entrare del tutto.
I problemi sono nati da discussioni stupidissime, per le quali cambiava continuamente atteggiamento e accusava me, rimproverandomi addirittura del fatto che ci stessi male. E non mi ha mai chiesto scusa per questo. Anzi, se osavo dirle che soffrivo, mi scatenava addosso l'inferno pensando la accusassi.
Poi, come vi dicevo nel primo post, la scorsa settimana dopo 10 giorni di assenza ha provato a tornare insieme, sembrava sincera, era tornata a darmi attenzioni, ma ha generato solo più confusione. I primi tre giorni sembrava di nuovo innamorata e poi è subentrata quella sensazione di freddezza, indifferenza, distacco. Anche nello sguardo. Era spento e crudele. Glielo facevo notare e si rimangiava le intenzioni che aveva il primo giorno, ricominciando ad accusarmi che ero stata io ad illudermi e non capirle.
A quel punto le do quello che potremmo definire un bacio di addio e si mette a piangere. Le chiedo cosa prova e minimizza. Mi caccia, mi maltratta. Ok.
Le chiedo di mantenere un rapporto, non dico di amicizia, ma dovendo vivere insieme perlomeno di tolleranza, lei accetta.
Trascorrono due giorni apparentemente sereni, talvolta è persino affettuosa, e poi di nuovo per una piccolezza mi tratta male, mi offende, e in tutto questo pur sapendo di ferirmi non prova il minimo rimorso.
Dopo l'ultima litigata ha deciso di non parlarmi più. Mi evita. Non mi guarda. Come se le avessi fatto il più terribile dei torti, mentre in realtà non è accaduto assolutamente niente. Mi ha ripetuto compulsivamente che devo andare avanti con la mia vita senza pensare a lei, con una furia che non sto a dirvi. Ma in realtà io lo sto già facendo, il suo sottolinearmelo in quel modo mi è sembrato che dovesse convincere più che altro se stessa. Come se fosse combattuta tra sentimenti opposti.
Davvero, non so cosa aspettarmi e come comportarmi, sembra che qualunque cosa dica o faccia generi solo malcontento.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Eloisa il Mar Mar 31, 2015 4:04 pm

Orchite ha scritto:viene prodotto uno sforzo mostruoso per creare velocemente una fusione, una simbiosi all'inizio. Si tratta del tentativo di raggiungere un ideale, che in quanto proprio di un'Idea, è più immaginato che reale. Poi interviene fatalmente qualcosa di reale che incrina quell'Idea: poco importa che sia un evento importante o meno, la realtà è sempre oggettivamente e ovviamente più dura e crudele della fantasia, comunque diversa, meno affascinante e non preventivabile.

Allora, si lo "schema" mi sembra corretto, ma dato che da tantissimo tempo conosco una persona border mi sento di dire che talvolta interviene la manipolazione, ovvero: non è detto che l'evento incrinante esista realmente, a volte è proprio la persona border a crearlo coscientemente per mettere alla prova il prossimo.

Orchite ha scritto:Il rapporto muore effettivamente alla prima difficoltà, seria o meno seria che sia. E si può capire il perché: nasce nella fantasia, cresce nella mente e pertanto viene facilmente ucciso dalla realtà.

Infatti credo sia proprio questo a destabilizzare le persone senza il disturbo che stanno loro accanto, perchè non c'è via di ritorno.

Eloisa

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Orchite il Mar Mar 31, 2015 3:49 pm

Quello che succede sempre, mi pare, è più o meno questo: viene prodotto uno sforzo mostruoso per creare velocemente una fusione, una simbiosi all'inizio. Si tratta del tentativo di raggiungere un ideale, che in quanto proprio di un'Idea, è più immaginato che reale. Poi interviene fatalmente qualcosa di reale che incrina quell'Idea: poco importa che sia un evento importante o meno, la realtà è sempre oggettivamente e ovviamente più dura e crudele della fantasia, comunque diversa, meno affascinante e non preventivabile. In quel momento, quando l'Idea viene frustrata dalla realtà, quando l'Ideale comincia a sgretolarsi, il rapporto è già finito.
Tutto quello che succede dopo, quel conflitto interiore che non ha soluzione di continuità, e che produce il classico andirivieni, è solo l'inevitabile strascico che quell'Ideale, così forte, ma - tocca dirlo - anche così irreale, comporta. L'Ideale è già morto, ma l'elaborazione del suo lutto è molto lunga, del resto non c'è possibilità di forclusione.
Quello che conta però è quello che dicevo prima: il rapporto muore effettivamente alla prima difficoltà, seria o meno seria che sia. E si può capire il perché: nasce nella fantasia, cresce nella mente e pertanto viene facilmente ucciso dalla realtà.
E' praticamente impossibile, allora, ripristinare quell'Idea, sembrerebbe piuttosto un impianto nella mente che va rigettato, perché si cerca di darle nuova linfa "operando" nel reale, mentre lei è solo il parto di una fantasia. Non può esserci possibilità di compromesso, perché il metafisico non può mica scendere a patti con le bassezze della realtà. Più facile andare a ricercare quella fantasia altrove. E farsela uccidere nuovamente.

Orchite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 24.02.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Tommy34 il Mar Mar 31, 2015 2:13 pm

Sleeping sun nessuno fa diagnosi, ma leggendo il tuo racconto ho riletto la mia storia! Mi vengono i brividi! Io credo che border o no un disturbo importante ci sia. A parte solamente che lei non ha mai abusato di nulla, poi combacia tutto: Storia bellissima all' inizio, timore di perdermi, mi guardava e le brillavano gli occhi! Poi anche per banali litigate mi diceva sempre che eravamo troppo diversi! Me lo faceva pesare sempre non appena io esprimersi un ' opinione che non era uguale alla sua. Mi aggrediva spesso verbalmente, ma allo stesso tempo mi faceva pesare che lei aveva solo me! Io mi sentivo sempre in colpa, tanto che l ho perdonata anche per essere scappata di casa! I miei perdoni peggioravano la situazione, lei diventava sempre più forte usando la sua fuga come arma di ricatto. Non ci si può disinnamorare e diventare al contempo crudeli in così poco tempo, un agnellino non diventa una iena in pochi mesi! Ē chiaro che sotto c ē un problema psicologico. Il giorno prima stai bene e il giorno dopo vai via dicendo che ti senti una nullità..e che la colpa ē mia! Non credo! Lei ē passata dal dipendere totalmente da me ad una vita in cui si ē isolata da tutti, ē andata via dandomi spiegazioni diverse ogni giorno che passava! Un giorno la colpa era mia, l' altro invece a suo dire era lei depressa! Per quello che ha fatto e per la ferocia ti posso dire che non può essere stata lei, ma il disturbo che ospita di cui non ho diagnosi ma son certissimo che c' ē! Con le amicizie era molto schiva, era gentile ma fredda con tutti, tanto che non ē riuscita a legare CN nessuno nonostante io la invitassi ad uscire e a non stare sempre a casa. Se stai male ti capisco, ma se noti che con il tempo ti vai riprendendo allora non contattarla, non cercarla, pensa solo a te! Ti dico questo perché io non mi sono più ripreso, sono ridotto in uno stato tale che non riesco più nemmenoa nascondere ai conoscenti, di ho detto tutto..

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Eloisa il Mar Mar 31, 2015 1:28 pm

sleeping_sun87 ha scritto:
Le uniche cose che so è che, in varie occasioni, ha bevuto e fumato fino a stare male, oltre ad essere andata a letto con ragazze delle quali non gliene importava molto, in momenti di solitudine. Quando la conobbi adduceva spesso a quel vuoto che spesso provava prima di incontrarmi. Mi diceva di averlo risolto stando con me, ma dopo i due mesi idilliaci ha iniziato ad avere atteggiamenti contraddittori e provare sentimenti altrettanto instabili. Ritorni, fughe, negazione di ciò che aveva detto e provato, fastidio e rabbia immotivati o comunque motivati da sciocchezze, tendenza a colpevolizzare me sui nostri problemi, e via dicendo.

Sei l'unica ad aver notato in lei queste "stranezze" o ci sono altre persone che le confermano?

Eloisa

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 11:52 am

Eloisa ha scritto:
Ciao, ho letto tutto ciò che hai scritto. Ovviamente è giusto dirti, come sicuramente saprai, che un disturbo deve essere diagnosticato da un professionista.
Da ciò che hai scritto comunque appare una paura dell'abbandono reale o immaginario che sia, una rabbia immotivata, instabilità dell'umore, un comportamento idealizzante e subito dopo svalutante, una visione di sè come "immeritevole" d'amore. Sai se aveva comportamenti impulsivi o commetteva dei gesti autolesionistici? Di solito sono frequenti fra i border e fanno parte infatti anche dei criteri diagnostici.

Le uniche cose che so è che, in varie occasioni, ha bevuto e fumato fino a stare male, oltre ad essere andata a letto con ragazze delle quali non gliene importava molto, in momenti di solitudine. Quando la conobbi adduceva spesso a quel vuoto che spesso provava prima di incontrarmi. Mi diceva di averlo risolto stando con me, ma dopo i due mesi idilliaci ha iniziato ad avere atteggiamenti contraddittori e provare sentimenti altrettanto instabili. Ritorni, fughe, negazione di ciò che aveva detto e provato, fastidio e rabbia immotivati o comunque motivati da sciocchezze, tendenza a colpevolizzare me sui nostri problemi, e via dicendo.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Eloisa il Mar Mar 31, 2015 9:50 am

sleeping_sun87 ha scritto:Salve a tutti. Sono una ragazza di 27 anni, vi scrivo perché recentemente ho iniziato a nutrire il sospetto di aver avuto una relazione con una borderline. Si, è una donna anche lei, ma non credo che la nostra identità sessuale sia importante in tale contesto.
La nostra storia è iniziata qualche mese fa. I primi incontri sembravano quasi dettati dal destino. Credo che non dimenticherò mai il suo modo di guardarmi. Abbiamo iniziato a conoscerci meglio, ed entrambe abbiamo perso la testa in un modo che non credevamo possibile. O meglio, parlo per me, lei non saprei, a questo punto.
Sempre quel fo***to destino fa sì che a casa mia si liberasse una stanza (sono una studentessa fuori sede), e lei, pur di stare insieme, si trasferisce. Credetemi, sembrava non potesse vivere senza di me.
Fin dal principio non faceva altro che chiedermi conferme su quanto tenessi a lei, si commuoveva facilmente anche per un semplice "ti amo", più volte mi ha detto che, cito testualmente, "se l'avessi abbandonata sarebbe stata persa", fantasticava su un ipotetico futuro, faceva progetti. Ci credevo. Aveva gli occhi troppo sinceri per poter dubitare. E le asciugavo le lacrime con le mie stesse dita. La paura dell'abbandono è sempre stata ricorrente fin dall'inizio.
Per circa due mesi mi ha regalato una vita da sogno, a parte quei brevi momenti di paura infondata di perdermi.
Sapeva esattamente dove colpire per emozionarmi, come guardarmi, toccarmi, baciarmi. Potrei dire che era perfetta.
Poi dopo una sciocca litigata, chiarita quasi immediatamente seppur non esente da pianti e tragedie, si è improvvisamente raffreddata.
Da allora ci siamo ritrovate intrappolate in un circolo vizioso dal quale non siamo più riuscite a riprenderci.
E' iniziato un periodo di svalutazione e critiche. Oscillava da momenti durante i quali, a suo dire, "mi amava dannatamente" e ammetteva di essersi raffreddata per sciocchezze, a momenti durante i quali calava il gelo e mi trattava come se non esistessi. Non mi guardava più. Andava via o mi maltrattava se chiedevo spiegazioni. Colpevolizzava me se le cose andavano male.
Più volte mi ritrovavo a piangere per i suoi cambiamenti d'umore repentini, si scusava, talvolta piangeva anche lei, ma poi dopo 2 giorni ricominciava a criticarmi e accusarmi che non fossi sicura di me (nonostante la mia insicurezza nascesse dai suoi strani comportamenti) e che fossi pesante. Per non parlare di tutte quelle volte che mi faceva notare quanto fossimo diverse e non la capissi, sebbene fossi costantemente al suo fianco a sopportare quei modi.
L'ultima settimana, prima di lasciarmi, sembrava impazzita. Un momento mi diceva che ero troppo per lei e non mi meritava. La mattina seguente non voleva nemmeno essere baciata e andava via. Un altro momento faceva l'amore con me come se esistessi solo io, e il secondo successivo mi diceva che avrei dovuto lasciarla e trovare di meglio perchè lei non meritava amore. Diceva di amarmi e poi di nuovo gelida, adducendo al suo carattere che la porta a chiudersi a riccio. Si commuoveva per ciò che le dicevo, e poi di nuovo spariva e mi maltrattava se chiedevo spiegazioni.
In tutto questo, mai un "mi dispiace", se non quando tiravo fuori gli attributi e temeva di perdermi.
Arriva il giorno in cui mi lascia. Apparentemente per un motivo stupido che le ha fatto scaturire una rabbia eccessiva, se rapportata all'accaduto.
Accidentalmente l'ho svegliata mentre dormiva e mi ha trattato malissimo, per poi dirmi che era stanca di me già da tempo e che non provava più nulla (fino a 12 ore prima aveva detto di amarmi in lacrime).
Da lì un'epopea allucinante. Vado via da casa e lei, con miliardi di scuse diverse, inizia a cercarmi quotidianamente, tramite sms, email e quant'altro.
Un momento mi scriveva per sapere dove fossi e con chi, quanto mi pensasse e le mancassi, sebbene io le rispondessi in maniera brusca, e poi, appena mi avvicinavo per riprendermela, mi accusava di essere opprimente e mi riempiva di accuse e critiche. Io cercavo di essere ragionevole e lei rispondeva con una cattiveria tale che avrebbe potuto uccidermi.
Smetto di farmi viva. Dopo qualche giorno ritorno a casa. Non ha resistito nemmeno 12 ore senza di me, la notte me la ritrovo in camera che mi bacia e mi chiede di riprovare, afferma di non essere ancora disposta a perdermi e lasciare tutto a metà. Mi chiede se l'amassi ancora e, al mio sì, mi abbraccia commossa. Ammette, seppur con molta fatica e poca convinzione, di avermi reso lei insicura. Accetto di ridarle una possibilità.
La poesia dura 3 giorni. Nuovamente mi toglie le attenzioni, ha gli occhi spenti e gelidi. Non parla più di sentimenti ma di un freddo affetto e che non dovevo aspettarmi nulla, che era colpa mia se l'amore era passato. Quella sera decido di chiudere.
I sospetti sulla sua personalità disturbata sono sorti negli ultimi 2 giorni.
La prima sera, nell'arco di poche ore, ha oscillato da momenti di tenerezza inaspettati ad una rabbia ingiustificata per una sciocchezza, urlandomi contro e cacciandomi molto malamente dal suo letto.
L'indomani, non solo non si è scusata pur avendomi ferito, ma, oltre a riempirmi di offese con toni aggressivi, si è rimangiata tutto ciò che aveva fatto e detto nei giorni durante i quali voleva tornare insieme. Mi ha accusato di essere io a rigirarmi le cose, che dovevo smetterla di sentirmi una vittima e trattarla come se lei fosse crudele e mi facesse stare male, mi urlava che dovevo andare avanti senza di lei, che non le importa più nulla e che sa stare benissimo da sola. Il tutto con una rabbia inaudita e il desiderio di ferirmi volutamente. Troppi sbalzi d'umore e cambiamenti di idee in pochi giorni. E non solo, anche i suoi occhi in quei momenti sono diversi. Mi ero innamorata del suo sguardo triste e malinconico, in quei momenti sembra malato e gelido, mi fa quasi paura.
Aiutatemi a capire se i miei sospetti sono fondati. Nel caso aveste bisogno di chiedermi altro per avere un quadro più chiaro, sarò lieta di rispondere.

Ciao, ho letto tutto ciò che hai scritto. Ovviamente è giusto dirti, come sicuramente saprai, che un disturbo deve essere diagnosticato da un professionista.
Da ciò che hai scritto comunque appare una paura dell'abbandono reale o immaginario che sia, una rabbia immotivata, instabilità dell'umore, un comportamento idealizzante e subito dopo svalutante, una visione di sè come "immeritevole" d'amore. Sai se aveva comportamenti impulsivi o commetteva dei gesti autolesionistici? Di solito sono frequenti fra i border e fanno parte infatti anche dei criteri diagnostici.

Eloisa

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 26.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  sleeping_sun87 il Mar Mar 31, 2015 4:46 am

Salve a tutti. Sono una ragazza di 27 anni, vi scrivo perché recentemente ho iniziato a nutrire il sospetto di aver avuto una relazione con una borderline. Si, è una donna anche lei, ma non credo che la nostra identità sessuale sia importante in tale contesto.
La nostra storia è iniziata qualche mese fa. I primi incontri sembravano quasi dettati dal destino. Credo che non dimenticherò mai il suo modo di guardarmi. Abbiamo iniziato a conoscerci meglio, ed entrambe abbiamo perso la testa in un modo che non credevamo possibile. O meglio, parlo per me, lei non saprei, a questo punto.
Sempre quel fo***to destino fa sì che a casa mia si liberasse una stanza (sono una studentessa fuori sede), e lei, pur di stare insieme, si trasferisce. Credetemi, sembrava non potesse vivere senza di me.
Fin dal principio non faceva altro che chiedermi conferme su quanto tenessi a lei, si commuoveva facilmente anche per un semplice "ti amo", più volte mi ha detto che, cito testualmente, "se l'avessi abbandonata sarebbe stata persa", fantasticava su un ipotetico futuro, faceva progetti. Ci credevo. Aveva gli occhi troppo sinceri per poter dubitare. E le asciugavo le lacrime con le mie stesse dita. La paura dell'abbandono è sempre stata ricorrente fin dall'inizio.
Per circa due mesi mi ha regalato una vita da sogno, a parte quei brevi momenti di paura infondata di perdermi.
Sapeva esattamente dove colpire per emozionarmi, come guardarmi, toccarmi, baciarmi. Potrei dire che era perfetta.
Poi dopo una sciocca litigata, chiarita quasi immediatamente seppur non esente da pianti e tragedie, si è improvvisamente raffreddata.
Da allora ci siamo ritrovate intrappolate in un circolo vizioso dal quale non siamo più riuscite a riprenderci.
E' iniziato un periodo di svalutazione e critiche. Oscillava da momenti durante i quali, a suo dire, "mi amava dannatamente" e ammetteva di essersi raffreddata per sciocchezze, a momenti durante i quali calava il gelo e mi trattava come se non esistessi. Non mi guardava più. Andava via o mi maltrattava se chiedevo spiegazioni. Colpevolizzava me se le cose andavano male.
Più volte mi ritrovavo a piangere per i suoi cambiamenti d'umore repentini, si scusava, talvolta piangeva anche lei, ma poi dopo 2 giorni ricominciava a criticarmi e accusarmi che non fossi sicura di me (nonostante la mia insicurezza nascesse dai suoi strani comportamenti) e che fossi pesante. Per non parlare di tutte quelle volte che mi faceva notare quanto fossimo diverse e non la capissi, sebbene fossi costantemente al suo fianco a sopportare quei modi.
L'ultima settimana, prima di lasciarmi, sembrava impazzita. Un momento mi diceva che ero troppo per lei e non mi meritava. La mattina seguente non voleva nemmeno essere baciata e andava via. Un altro momento faceva l'amore con me come se esistessi solo io, e il secondo successivo mi diceva che avrei dovuto lasciarla e trovare di meglio perchè lei non meritava amore. Diceva di amarmi e poi di nuovo gelida, adducendo al suo carattere che la porta a chiudersi a riccio. Si commuoveva per ciò che le dicevo, e poi di nuovo spariva e mi maltrattava se chiedevo spiegazioni.
In tutto questo, mai un "mi dispiace", se non quando tiravo fuori gli attributi e temeva di perdermi.
Arriva il giorno in cui mi lascia. Apparentemente per un motivo stupido che le ha fatto scaturire una rabbia eccessiva, se rapportata all'accaduto.
Accidentalmente l'ho svegliata mentre dormiva e mi ha trattato malissimo, per poi dirmi che era stanca di me già da tempo e che non provava più nulla (fino a 12 ore prima aveva detto di amarmi in lacrime).
Da lì un'epopea allucinante. Vado via da casa e lei, con miliardi di scuse diverse, inizia a cercarmi quotidianamente, tramite sms, email e quant'altro.
Un momento mi scriveva per sapere dove fossi e con chi, quanto mi pensasse e le mancassi, sebbene io le rispondessi in maniera brusca, e poi, appena mi avvicinavo per riprendermela, mi accusava di essere opprimente e mi riempiva di accuse e critiche. Io cercavo di essere ragionevole e lei rispondeva con una cattiveria tale che avrebbe potuto uccidermi.
Smetto di farmi viva. Dopo qualche giorno ritorno a casa. Non ha resistito nemmeno 12 ore senza di me, la notte me la ritrovo in camera che mi bacia e mi chiede di riprovare, afferma di non essere ancora disposta a perdermi e lasciare tutto a metà. Mi chiede se l'amassi ancora e, al mio sì, mi abbraccia commossa. Ammette, seppur con molta fatica e poca convinzione, di avermi reso lei insicura. Accetto di ridarle una possibilità.
La poesia dura 3 giorni. Nuovamente mi toglie le attenzioni, ha gli occhi spenti e gelidi. Non parla più di sentimenti ma di un freddo affetto e che non dovevo aspettarmi nulla, che era colpa mia se l'amore era passato. Quella sera decido di chiudere.
I sospetti sulla sua personalità disturbata sono sorti negli ultimi 2 giorni.
La prima sera, nell'arco di poche ore, ha oscillato da momenti di tenerezza inaspettati ad una rabbia ingiustificata per una sciocchezza, urlandomi contro e cacciandomi molto malamente dal suo letto.
L'indomani, non solo non si è scusata pur avendomi ferito, ma, oltre a riempirmi di offese con toni aggressivi, si è rimangiata tutto ciò che aveva fatto e detto nei giorni durante i quali voleva tornare insieme. Mi ha accusato di essere io a rigirarmi le cose, che dovevo smetterla di sentirmi una vittima e trattarla come se lei fosse crudele e mi facesse stare male, mi urlava che dovevo andare avanti senza di lei, che non le importa più nulla e che sa stare benissimo da sola. Il tutto con una rabbia inaudita e il desiderio di ferirmi volutamente. Troppi sbalzi d'umore e cambiamenti di idee in pochi giorni. E non solo, anche i suoi occhi in quei momenti sono diversi. Mi ero innamorata del suo sguardo triste e malinconico, in quei momenti sembra malato e gelido, mi fa quasi paura.
Aiutatemi a capire se i miei sospetti sono fondati. Nel caso aveste bisogno di chiedermi altro per avere un quadro più chiaro, sarò lieta di rispondere.

sleeping_sun87

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.03.15

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiutatemi a capire se è borderline

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum