Gestire le "minacce" di suicidio dei BL

Andare in basso

Re: Gestire le "minacce" di suicidio dei BL

Messaggio  Tommy34 il Sab Feb 07, 2015 8:22 pm

Delfino81 ha scritto:ciao Tommy, diciamo che l'ho gia sfanculata tempo fa, erano delle "reminescenze" di quando ancora la frequentavo.... diciamo a mo di consiglio per le 2nuove leve"... Very Happy  

se uno ti scrive un messaggio minacciandoti che se non fai questo o quello si ammazza, tu devi essere ritenuto responsabile della sua vita? anche legalmente?
Legalmente non credo proprio. Puoi sempre consultati con la polizia o i carabinieri. Lei ē la tua ex, non ē tua figlia o tua sorella, tu sei il suo ex, non un volontario dei servizi sociali! E nemmeno un dottore!

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

l'ho gia sfanculata

Messaggio  Delfino81 il Sab Feb 07, 2015 8:09 pm

ciao Tommy, diciamo che l'ho gia sfanculata tempo fa, erano delle "reminescenze" di quando ancora la frequentavo.... diciamo a mo di consiglio per le 2nuove leve"... Very Happy

se uno ti scrive un messaggio minacciandoti che se non fai questo o quello si ammazza, tu devi essere ritenuto responsabile della sua vita? anche legalmente?

Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gestire le "minacce" di suicidio dei BL

Messaggio  Tommy34 il Sab Feb 07, 2015 7:37 pm

Delfino81 ha scritto:ciao a tutti, ragazzi, scusate se io nei miei post sono sempre una voce fuori dal coro, non avendo vissuto l'amore "struggente" (e purtroppo distruttivo) di voi altri codipendenti, (ricordo a tutti che con la mia ex sono stato solo pochissimo tempo fidanzato, poi le ho fatto da "amico/infermiere" altri 6 anni.... però a livello di affettamento di palle, scusate il termine, ne sono uscite distrutte anche le mie....   Laughing )  e x questo volevo condividere invece una riflessione sull'unica cosa che sul lungo termine mi ha tenuto legato al cappio, ovvero le sue minacce di suicidio.

Perché anche se non eravamo fidanzati, lei mi voleva sempre come "amico speciale", ed era gelosa di ogni altra amicizia che avessi (non ne parliamo delle altre storielle che mi so fatto)e quindi in un qualche modo, le dovevo dedicare sempre tutti i 360 gradi della mia vita...pena minaccia di suicidio.....

Lei di cocktail se ne era fatti parecchi, ricordo piu giornate in corsia di ospedale con lei che al cinema....e ricordo che una delle ultime "litigate" prima di non vederla più, era, come le precedenti, sul seguente tema...

dovevo vedermi cpon un amico trasferitosi in un'altra città, che era tornato per pochi giorni....lei (che abita e vive da sola perché i parenti se ne fottono, ho descritto bene la situazione familiare in altri topic) proprio un'ora prima che io uscissi di casa, mi fa
"Mimmo vieni per favore mi sento sola" (cioè le rodeva il culo, anche perché aveva litigato col suo nuovo "filarino" Laughing ) , io le dico che posso passare più tardi, e lei
"ah, per uno stronzo che devi vedere mi lasci cosi, ma io te la faccio pagare, bastardo, ora sai che faccio? mi sto ingoiando tutta la boccetta alla tua salute, bastardo....anche tu sei uguale a tutti gli altri"....

Io che faccio? chiamo prima il padre poi il fratello, chiedendo di passare e  mi rispondono "ma lasciala fottere, non si ammazza".

In effetti in tante volte che ci ha provato, purtroppo (per me) non ci p mai riuscita....

solo che puntualmente, quando mi scriveva messaggi del genere, ritornavo sempre sui miei passi, in quanto non sapevo che fare...

avvertire l'ambulanza senza passare col rischio di averla allertata inutilmente ed essere denunciati per aver allertato "ad cazzum" un servizio di soccorso pubblico? (se è vero che di cocktail se ne era fatti parecchi, era anche vero che quelli che diceva di farsi erano infinitamente superiori, a quelli realmente fatti, e tante volte era un "bluff")

se invece non facevo nulla, e ignoravo il suo messaggio, e magari ci lasciava le penne, sarei stato imputabile di omissione di soccorso?

di fatto l'ho mollata nel momen to in cui mi inseguiva per casa sua col coltello in mano, e ho chiamato i carabinieri...dopo quell'episodio non si è più fatta sentire...x fortuna....spero che le abbiano aperto il cranio in due per studiarne il cervello bacato come faceva Mengele con gli ebrei prigionieri....perché non si merita altro!

Voi altri codipendenti o ex-tali, vi siete mai trovati in situazioni del genere? i vostri partner border hanno mai fatto davvero "tentati suicidi"?

Ciao Delfino, da premettere che anche io come te ho fatto l' errore di fare l' infermiere o il tutor, questo però durante il rapporto. Ti capisco benissimo, la mia non minacciava il suicidio, perō minacciava di lasciarmi! Il punto ē che sono persone malate, il fatto che lei abbia anche una famiglia ( a differenza della mia ex) dovrebbe farti sentire meno responsabile. Io capisco bene coda provi, ma devi essere così forte da allontanarla, o quantomeno a non correre subito ogni sua minaccia di suicidio! Ē gravissimo quello che lei fa, ma ē anche molto grave che riesca a manipolati! Non sentirti in colpa, prova anzi ad essere rigido quando lei ti minaccia! Capisco che ē dura ma devi farcela, altrimenti ti farà impazzire! Non conosco la storia nei dettagli, ma suo padre finché vedrà te così presente tenderà ad essere sempre superficiale. In bocca al lupo, un abbraccio!

Tommy34

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.01.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gestire le "minacce" di suicidio dei BL

Messaggio  Delfino81 il Sab Feb 07, 2015 7:09 pm

ciao a tutti, ragazzi, scusate se io nei miei post sono sempre una voce fuori dal coro, non avendo vissuto l'amore "struggente" (e purtroppo distruttivo) di voi altri codipendenti, (ricordo a tutti che con la mia ex sono stato solo pochissimo tempo fidanzato, poi le ho fatto da "amico/infermiere" altri 6 anni.... però a livello di affettamento di palle, scusate il termine, ne sono uscite distrutte anche le mie.... Laughing ) e x questo volevo condividere invece una riflessione sull'unica cosa che sul lungo termine mi ha tenuto legato al cappio, ovvero le sue minacce di suicidio.

Perché anche se non eravamo fidanzati, lei mi voleva sempre come "amico speciale", ed era gelosa di ogni altra amicizia che avessi (non ne parliamo delle altre storielle che mi so fatto)e quindi in un qualche modo, le dovevo dedicare sempre tutti i 360 gradi della mia vita...pena minaccia di suicidio.....

Lei di cocktail se ne era fatti parecchi, ricordo piu giornate in corsia di ospedale con lei che al cinema....e ricordo che una delle ultime "litigate" prima di non vederla più, era, come le precedenti, sul seguente tema...

dovevo vedermi cpon un amico trasferitosi in un'altra città, che era tornato per pochi giorni....lei (che abita e vive da sola perché i parenti se ne fottono, ho descritto bene la situazione familiare in altri topic) proprio un'ora prima che io uscissi di casa, mi fa
"Mimmo vieni per favore mi sento sola" (cioè le rodeva il culo, anche perché aveva litigato col suo nuovo "filarino" Laughing ) , io le dico che posso passare più tardi, e lei
"ah, per uno stronzo che devi vedere mi lasci cosi, ma io te la faccio pagare, bastardo, ora sai che faccio? mi sto ingoiando tutta la boccetta alla tua salute, bastardo....anche tu sei uguale a tutti gli altri"....

Io che faccio? chiamo prima il padre poi il fratello, chiedendo di passare e mi rispondono "ma lasciala fottere, non si ammazza".

In effetti in tante volte che ci ha provato, purtroppo (per me) non ci p mai riuscita....

solo che puntualmente, quando mi scriveva messaggi del genere, ritornavo sempre sui miei passi, in quanto non sapevo che fare...

avvertire l'ambulanza senza passare col rischio di averla allertata inutilmente ed essere denunciati per aver allertato "ad cazzum" un servizio di soccorso pubblico? (se è vero che di cocktail se ne era fatti parecchi, era anche vero che quelli che diceva di farsi erano infinitamente superiori, a quelli realmente fatti, e tante volte era un "bluff")

se invece non facevo nulla, e ignoravo il suo messaggio, e magari ci lasciava le penne, sarei stato imputabile di omissione di soccorso?

di fatto l'ho mollata nel momen to in cui mi inseguiva per casa sua col coltello in mano, e ho chiamato i carabinieri...dopo quell'episodio non si è più fatta sentire...x fortuna....spero che le abbiano aperto il cranio in due per studiarne il cervello bacato come faceva Mengele con gli ebrei prigionieri....perché non si merita altro!

Voi altri codipendenti o ex-tali, vi siete mai trovati in situazioni del genere? i vostri partner border hanno mai fatto davvero "tentati suicidi"?


Delfino81

Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 26.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gestire le "minacce" di suicidio dei BL

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum