fine relazione con border

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 11:26 pm

Ciao lisbeth i miei post li trovi tutti qui (fine relazione border line) ma forse quello piu sognificativo (che riassume la mia situazione per come si è tristemente evoluta) lo trovi in "ciao a tutti da un borderline". Grazie mille per la tua disponibilita....

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Lisbeth il Sab Gen 31, 2015 10:10 pm

lillibeth ha scritto:Se per caso leggendo i miei post potessi aiutarti in qualche modo te ne sarei grata. Penso che l'intento di questo forum nn sia insultarsi o farsi del male (questo ce lo siamo fatti gia nelle nostre storie gli uni con gli altri) ma trovare parole di aiuto e di conforto per uscire il prima possibile da questa sotuazione elaborandola... Cio' detto capisco perfettamente la rabbia di disperato..


Se mi vuoi scrivere ti rispondo volentieri. Non riesco a ritrovare tutti i tuoi post... Smile

Lisbeth

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 29.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Lisbeth il Sab Gen 31, 2015 10:04 pm

Alexb ha scritto:
disperato ha scritto:Bene Lisbeth, sei il tipo QUIET

https://www.youtube.com/watch?v=OE4YuU9pwZU

Scrivi un libro a  quattro mani?
benissimo, però attenta a non fare tu disinformazione
Così come non tutti i borderline riversano all'esterno, anche un libro che difenda i borderline dicendo che non è vero che riversano all'esterno fa disinformazione

Non tutti i tedeschi erano nazisti, ma un libro che affermi che nessun tedesco era un nazista mi sembra un libro contro l'evidenza

E il parallelo non è a caso, perchè ti assicuro che il sadismo della mia partner e di tutti quelli che hai letto qui non ha niente da invidiare al direttore di un campo di concentramento

E  agito da una ragazza di vent'anni è molto  peggio che non da un colonnello delle SS

Certo anche i nazisti avranno avuto i loro problemi da piccoli, ma non mi sembra una giustificazione sufficiente

Comunque ritieniti un'eccezione nel panorama border
ogni regola ha la sua eccezione

Non scrivere un libro sulle eccezioni perchè non serve a nulla

Io non conosco queste tipologie, ma ti assicuro di aver avuto a che fare sia con il diavolo in terra, narcisa e sadica e sia con una ragazza che invece si bruciava con l accendino oppure scappava a casa a piangere o si sbloccava solo bevendo. A confronto senza averne certezza alcuna, potrebbe evidenziarli quanto detto, cioè esisto 2 tipologie di gestione delle emozioni, una appunto che prevede l attacco verso l esterno ed un altra invece che auto implode.. Magari carattere esperienze o chissà... Comunque sono certo e forse anche per quanto è capitato a te lo puòi confermare, che la mia ex narcisa non si tagliava o non si faceva niente, piuttosto faceva strippare te...🙉


Ecco, vedete che cominciamo comunque a fare distinzioni? Abbiamo già visto che ci sono quelli che internalizzano, quelli che esternalizzano, ma anche queste due categorie non sono così rigide perché più spesso le persone alternano. Poi ci sono quelli che hanno abusato di sostanze da ragazzini e di solito ne escono peggio (se riescono ad uscirne). Poi ci sono i border narcisisti che sono sadici, ma è il tratto narcisistico che li rende tali.
Secondo me il narcisismo è davvero pericoloso nei rapporti ma ho conosciuto pure un narcisista consapevole che non se la gestiva malissimo. Quello non seguito mi ha devastata e tuttora sto cercando di rielaborare l'evento traumatico. quindi vi sono nel cuore! Le diagnosi "pure" quando si parla di border sono qualcosa di raro, e secondo me anche poco concepibile.
Io ho spaccato oggetti solo litigando con i miei, e sceglievo in quel millesimo di secondo oggetti di poco valore economico o affettivo, perché non avevo ancora accettato che loro non volevano vedere che soffrivo.
Quando mi tagliavo (parlo al passato perché spero non succeda più) non lo facevo vedere a nessuno e solo una volta che ho toccato una vena mi son trovata costretta a chiamare quello che ora è il mio ragazzo perché non sapevo se sarei riuscita a fermare l'emorragia o meno. Quindi per me il ricatto affettivo non ha mai avuto senso. Ma sono felicissima di aver capito che i tratti di queste persone sono narcisistici. Quello veramente ha un'insicurezza patologica di fondo, e per compensarla deve sminuire o umiliare l'altro altrimenti soffrirebbe in maniera insopportabile per il proprio senso di inferiorità. Naturalmente non è una giustificazione, perché se non si lavora su se stessi e ci si nasconde dietro la malattia, qualsiasi essa sia, quella è una colpa, visto che la malattia in sé non va a intaccare le capacità cognitive della persona.

Lisbeth

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 29.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Alexb il Sab Gen 31, 2015 9:30 pm

disperato ha scritto:Bene Lisbeth, sei il tipo QUIET

https://www.youtube.com/watch?v=OE4YuU9pwZU

Scrivi un libro a  quattro mani?
benissimo, però attenta a non fare tu disinformazione
Così come non tutti i borderline riversano all'esterno, anche un libro che difenda i borderline dicendo che non è vero che riversano all'esterno fa disinformazione

Non tutti i tedeschi erano nazisti, ma un libro che affermi che nessun tedesco era un nazista mi sembra un libro contro l'evidenza

E il parallelo non è a caso, perchè ti assicuro che il sadismo della mia partner e di tutti quelli che hai letto qui non ha niente da invidiare al direttore di un campo di concentramento

E  agito da una ragazza di vent'anni è molto  peggio che non da un colonnello delle SS

Certo anche i nazisti avranno avuto i loro problemi da piccoli, ma non mi sembra una giustificazione sufficiente

Comunque ritieniti un'eccezione nel panorama border
ogni regola ha la sua eccezione

Non scrivere un libro sulle eccezioni perchè non serve a nulla

Io non conosco queste tipologie, ma ti assicuro di aver avuto a che fare sia con il diavolo in terra, narcisa e sadica e sia con una ragazza che invece si bruciava con l accendino oppure scappava a casa a piangere o si sbloccava solo bevendo. A confronto senza averne certezza alcuna, potrebbe evidenziarli quanto detto, cioè esisto 2 tipologie di gestione delle emozioni, una appunto che prevede l attacco verso l esterno ed un altra invece che auto implode.. Magari carattere esperienze o chissà... Comunque sono certo e forse anche per quanto è capitato a te lo puòi confermare, che la mia ex narcisa non si tagliava o non si faceva niente, piuttosto faceva strippare te...🙉
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Alexb il Sab Gen 31, 2015 9:22 pm

Lisbeth ha scritto:
Alexb ha scritto:
Lisbeth ha scritto:Ero partita con le più buone intenzioni, cercando di fare un po' di informazione sana su questo disturbo, visto che sono abbastanza consapevole di quello che è il mio disturbo borderline (che non sarà mai uguale a quello di un'altra persona), tanto che il mio psichiatra mi ha chiesto di scrivere un libro a quattro mani proprio perché ha moltissimi pazienti che soffrono per gli stereotipi con cui veniamo giudicati a priori, senza sapere nulla di come viviamo e del nostro vissuto emotivo.
Non mi sono sentita rispettata e non colpevolizzo nessuno perché umanamente capisco la delusione e la sofferenza di disperato.
Però non mi sento di aprirmi perché qui dentro mi sentirei alla mercè di chiunque.
Posso solo dirvi è che non si sceglie di diventare border, ma che si può manifestare in modi diversi, e ad esempio non intaccare così gravemente la sfera sentimentale. Io sono impulsiva ma non con la persona che amo tendenzialmente, perché se ho dei dubbi dovuti alla mia insicurezza chiedo. Preferisco passar da logorroica che sentirmi stronza o cattiva.
Ho notato anche col mio psichiatra, che i border che hanno dipendenze da droghe o alcool sono molto più disregolati al livello emotivo a causa dei danni fatti dalle sostanze. Già qui ci sarebbe da fare una distinzione.
In più non ho mai avuto coi miei ex aggressività o manie di controllo. Mi tengo dentro la mia paura dell'abbandono ma senza fare ricatti affettivi, perché sono 12 anni che comunque lavoro su me stessa e mi sembrerebbe di perdere la dignità.
Sono una delle border che si tagliano perché non riesco a riversare sull'altro la mia sofferenza.
L'articolo "amore-odio" è scritto in modo un po' troppo perentorio a mio avviso. Non specifica mai che esistono border con 5 dei 9 criteri che da quel punto di vista se la cavano un po' meglio.
La colpa non è nostra per la nascita del disturbo ma lo è se non lavoriamo su noi stessi.
Con questo non pretendo di insegnare a nessuno e non è un problema uscire dal forum se trovate troppo scomodo quel che dico.

Internalizzi, l ovvio opposto di chi esternalizza e riversa sul prossimo.. Io fortunatamente ho evitato di fare l uno e l atro anche se in un stato di impulsività a volte mi è capitato di sentirne l impeto quasi fuori controllo.. Comunque fidati non sei impulsiva, a meno per quanto si è rivelato fin ora... Ho visto moooolto di più in giro... 😜
Poi se non sei nemmeno narcisa, non sarai nemmeno sadica e bla bla bla... O no??? Io a volte...😏

Ecco, sono felice che qualcuno abbia capito. Io ho sempre internalizzato e subito nelle storie proprio per la paura dell'abbandono. Ho subito purtroppo il sadismo emotivo di un narcisista che non mi voleva più lasciare in pace. Anch'io sento l'impeto, quello sì, perché le emozioni non si controllano. Però vedo che si può lavorare sulla reazione. Che poi era spesso aspettare di esser sola e tagliarmi per spostare il dolore. Internalizzo fino a somatizzare in tutti i modi possibili lo stress. Sono arrivata ad avere crisi convulsive e temevo che avrebbero fatto scappare quello che è il mio attuale ragazzo, ma fortunatamente mi sbagliavo. Secondo me tanti progressi li ho fatti anche grazie a lui e al fatto che mi ha dato molti spunti per riflettere.

Diciamo che tra un soggetto, che per semplicità possiamo definire come passivo, ed un altro che invece è attivo, si va a creare una situazione un pó pericolosa, ovviamente per chi subisce... Spostare il dolore è come tanti post fa definivo mandare i messaggi di false al cervello, o meglio scambiare il dolore con altro dolore o meglio ancora far uscire il dolore attraverso qualcosa di auto inflitto perché non riusciamo/vogliamo esternalizzarlo o esprimerlo.
Sono felice che tu abbia fatto tanti progressi oltretutto sembri estremamente consapevole il che è determinate nel cambiamento.
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 9:11 pm

Bene Lisbeth, sei il tipo QUIET

https://www.youtube.com/watch?v=OE4YuU9pwZU

Scrivi un libro a quattro mani?
benissimo, però attenta a non fare tu disinformazione
Così come non tutti i borderline riversano all'esterno, anche un libro che difenda i borderline dicendo che non è vero che riversano all'esterno fa disinformazione

Non tutti i tedeschi erano nazisti, ma un libro che affermi che nessun tedesco era un nazista mi sembra un libro contro l'evidenza

E il parallelo non è a caso, perchè ti assicuro che il sadismo della mia partner e di tutti quelli che hai letto qui non ha niente da invidiare al direttore di un campo di concentramento

E agito da una ragazza di vent'anni è molto peggio che non da un colonnello delle SS

Certo anche i nazisti avranno avuto i loro problemi da piccoli, ma non mi sembra una giustificazione sufficiente

Comunque ritieniti un'eccezione nel panorama border
ogni regola ha la sua eccezione

Non scrivere un libro sulle eccezioni perchè non serve a nulla

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Lisbeth il Sab Gen 31, 2015 9:02 pm

Alexb ha scritto:
Lisbeth ha scritto:Ero partita con le più buone intenzioni, cercando di fare un po' di informazione sana su questo disturbo, visto che sono abbastanza consapevole di quello che è il mio disturbo borderline (che non sarà mai uguale a quello di un'altra persona), tanto che il mio psichiatra mi ha chiesto di scrivere un libro a quattro mani proprio perché ha moltissimi pazienti che soffrono per gli stereotipi con cui veniamo giudicati a priori, senza sapere nulla di come viviamo e del nostro vissuto emotivo.
Non mi sono sentita rispettata e non colpevolizzo nessuno perché umanamente capisco la delusione e la sofferenza di disperato.
Però non mi sento di aprirmi perché qui dentro mi sentirei alla mercè di chiunque.
Posso solo dirvi è che non si sceglie di diventare border, ma che si può manifestare in modi diversi, e ad esempio non intaccare così gravemente la sfera sentimentale. Io sono impulsiva ma non con la persona che amo tendenzialmente, perché se ho dei dubbi dovuti alla mia insicurezza chiedo. Preferisco passar da logorroica che sentirmi stronza o cattiva.
Ho notato anche col mio psichiatra, che i border che hanno dipendenze da droghe o alcool sono molto più disregolati al livello emotivo a causa dei danni fatti dalle sostanze. Già qui ci sarebbe da fare una distinzione.
In più non ho mai avuto coi miei ex aggressività o manie di controllo. Mi tengo dentro la mia paura dell'abbandono ma senza fare ricatti affettivi, perché sono 12 anni che comunque lavoro su me stessa e mi sembrerebbe di perdere la dignità.
Sono una delle border che si tagliano perché non riesco a riversare sull'altro la mia sofferenza.
L'articolo "amore-odio" è scritto in modo un po' troppo perentorio a mio avviso. Non specifica mai che esistono border con 5 dei 9 criteri che da quel punto di vista se la cavano un po' meglio.
La colpa non è nostra per la nascita del disturbo ma lo è se non lavoriamo su noi stessi.
Con questo non pretendo di insegnare a nessuno e non è un problema uscire dal forum se trovate troppo scomodo quel che dico.

Internalizzi, l ovvio opposto di chi esternalizza e riversa sul prossimo.. Io fortunatamente ho evitato di fare l uno e l atro anche se in un stato di impulsività a volte mi è capitato di sentirne l impeto quasi fuori controllo.. Comunque fidati non sei impulsiva, a meno per quanto si è rivelato fin ora... Ho visto moooolto di più in giro... 😜
Poi se non sei nemmeno narcisa, non sarai nemmeno sadica e bla bla bla... O no??? Io a volte...😏

Ecco, sono felice che qualcuno abbia capito. Io ho sempre internalizzato e subito nelle storie proprio per la paura dell'abbandono. Ho subito purtroppo il sadismo emotivo di un narcisista che non mi voleva più lasciare in pace. Anch'io sento l'impeto, quello sì, perché le emozioni non si controllano. Però vedo che si può lavorare sulla reazione. Che poi era spesso aspettare di esser sola e tagliarmi per spostare il dolore. Internalizzo fino a somatizzare in tutti i modi possibili lo stress. Sono arrivata ad avere crisi convulsive e temevo che avrebbero fatto scappare quello che è il mio attuale ragazzo, ma fortunatamente mi sbagliavo. Secondo me tanti progressi li ho fatti anche grazie a lui e al fatto che mi ha dato molti spunti per riflettere.

Lisbeth

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 29.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Alexb il Sab Gen 31, 2015 8:52 pm

Lisbeth ha scritto:Ero partita con le più buone intenzioni, cercando di fare un po' di informazione sana su questo disturbo, visto che sono abbastanza consapevole di quello che è il mio disturbo borderline (che non sarà mai uguale a quello di un'altra persona), tanto che il mio psichiatra mi ha chiesto di scrivere un libro a quattro mani proprio perché ha moltissimi pazienti che soffrono per gli stereotipi con cui veniamo giudicati a priori, senza sapere nulla di come viviamo e del nostro vissuto emotivo.
Non mi sono sentita rispettata e non colpevolizzo nessuno perché umanamente capisco la delusione e la sofferenza di disperato.
Però non mi sento di aprirmi perché qui dentro mi sentirei alla mercè di chiunque.
Posso solo dirvi è che non si sceglie di diventare border, ma che si può manifestare in modi diversi, e ad esempio non intaccare così gravemente la sfera sentimentale. Io sono impulsiva ma non con la persona che amo tendenzialmente, perché se ho dei dubbi dovuti alla mia insicurezza chiedo. Preferisco passar da logorroica che sentirmi stronza o cattiva.
Ho notato anche col mio psichiatra, che i border che hanno dipendenze da droghe o alcool sono molto più disregolati al livello emotivo a causa dei danni fatti dalle sostanze. Già qui ci sarebbe da fare una distinzione.
In più non ho mai avuto coi miei ex aggressività o manie di controllo. Mi tengo dentro la mia paura dell'abbandono ma senza fare ricatti affettivi, perché sono 12 anni che comunque lavoro su me stessa e mi sembrerebbe di perdere la dignità.
Sono una delle border che si tagliano perché non riesco a riversare sull'altro la mia sofferenza.
L'articolo "amore-odio" è scritto in modo un po' troppo perentorio a mio avviso. Non specifica mai che esistono border con 5 dei 9 criteri che da quel punto di vista se la cavano un po' meglio.
La colpa non è nostra per la nascita del disturbo ma lo è se non lavoriamo su noi stessi.
Con questo non pretendo di insegnare a nessuno e non è un problema uscire dal forum se trovate troppo scomodo quel che dico.

Internalizzi, l ovvio opposto di chi esternalizza e riversa sul prossimo.. Io fortunatamente ho evitato di fare l uno e l atro anche se in un stato di impulsività a volte mi è capitato di sentirne l impeto quasi fuori controllo.. Comunque fidati non sei impulsiva, a meno per quanto si è rivelato fin ora... Ho visto moooolto di più in giro... 😜
Poi se non sei nemmeno narcisa, non sarai nemmeno sadica e bla bla bla... O no??? Io a volte...😏
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Lisbeth il Sab Gen 31, 2015 8:40 pm

Ero partita con le più buone intenzioni, cercando di fare un po' di informazione sana su questo disturbo, visto che sono abbastanza consapevole di quello che è il mio disturbo borderline (che non sarà mai uguale a quello di un'altra persona), tanto che il mio psichiatra mi ha chiesto di scrivere un libro a quattro mani proprio perché ha moltissimi pazienti che soffrono per gli stereotipi con cui veniamo giudicati a priori, senza sapere nulla di come viviamo e del nostro vissuto emotivo.
Non mi sono sentita rispettata e non colpevolizzo nessuno perché umanamente capisco la delusione e la sofferenza di disperato.
Però non mi sento di aprirmi perché qui dentro mi sentirei alla mercè di chiunque.
Posso solo dirvi è che non si sceglie di diventare border, ma che si può manifestare in modi diversi, e ad esempio non intaccare così gravemente la sfera sentimentale. Io sono impulsiva ma non con la persona che amo tendenzialmente, perché se ho dei dubbi dovuti alla mia insicurezza chiedo. Preferisco passar da logorroica che sentirmi stronza o cattiva.
Ho notato anche col mio psichiatra, che i border che hanno dipendenze da droghe o alcool sono molto più disregolati al livello emotivo a causa dei danni fatti dalle sostanze. Già qui ci sarebbe da fare una distinzione.
In più non ho mai avuto coi miei ex aggressività o manie di controllo. Mi tengo dentro la mia paura dell'abbandono ma senza fare ricatti affettivi, perché sono 12 anni che comunque lavoro su me stessa e mi sembrerebbe di perdere la dignità.
Sono una delle border che si tagliano perché non riesco a riversare sull'altro la mia sofferenza.
L'articolo "amore-odio" è scritto in modo un po' troppo perentorio a mio avviso. Non specifica mai che esistono border con 5 dei 9 criteri che da quel punto di vista se la cavano un po' meglio.
La colpa non è nostra per la nascita del disturbo ma lo è se non lavoriamo su noi stessi.
Con questo non pretendo di insegnare a nessuno e non è un problema uscire dal forum se trovate troppo scomodo quel che dico.

Lisbeth

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 29.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 6:24 pm

Scusa volevo scrivere aiutarmi in qualche modo....

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 6:23 pm

Se per caso leggendo i miei post potessi aiutarti in qualche modo te ne sarei grata. Penso che l'intento di questo forum nn sia insultarsi o farsi del male (questo ce lo siamo fatti gia nelle nostre storie gli uni con gli altri) ma trovare parole di aiuto e di conforto per uscire il prima possibile da questa sotuazione elaborandola... Cio' detto capisco perfettamente la rabbia di disperato..

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 6:20 pm

Ciao Lisbeth. Il mio ex era border ciclotimico e con disturbi alimentari (anoressia).... Proprio come te...

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 4:37 pm

Alexb ha scritto:

Quindi l unico modo per trovare un punto d incontro forse sarebbe cercare di rendere il più costruttivo possibile la discussione, anche se capisco che il mettere da parte i sentimenti è impossibile.. Per entrambi, ogni volta che toccherete determinate corde andrete sempre a riaprire ferite che fan troppo male..

Tutto qui, non procuratevi ferite inutili..

Si, comunque hai ragione

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Alexb il Sab Gen 31, 2015 4:24 pm

disperato ha scritto:Rispondo un'ultima volta poi mi chiamo fuori

1) Se Lisbeth non ha i classici sintomi, non è Border, le diagnosi non le faccio io ma i criteri sono abbastanza oggettivi
qualsiasi libro in merito e anche le affermazioni della stessa Marsha Linehan, GURU della malattia ( e della sua cura) parla di chiare manifestazioni e del criterio per cui uno rientra oppure no
non c'è alcuna confusione sull'argomento
In questo forum si parla di Border che rientrano nei criteri, basta che Lisbeth legga  tutti i report dei partner per vedere che dicono tutti la stessa cosa e parlano tutti degli stessi identici comportamenti
Lisbeth, tu non sei così? allora perchè ti senti coinvolta?

invito Lisbeth a guardare  e leggere

https://www.youtube.com/watch?v=diEhdbGC-mg

http://www.normalarea.com/categoria/disturbi-e-patologie/disturbo-borderline-di-personalita/

http://www.ilmiopsicologo.it/2013/01/17/ti-amo-e-ti-odio-amore-borderline/

The human magnet Ross rosenberg

les borderlines Bernard Granger

Borderline valentina Colombani

Il corpo non dimentica Violetta bellocchio

Borderline  Marie Sissi Labreche

PSICOLOGI, PSICHIATRI, PSICOTERAPEUTI, RAGAZZE CHE HANNO SCRITTO LA LORO BIOGRAFIA DICONO TUTTI LE STESSE COSE

Il nucleo centrale comune A TUTTI I BORDER E'

Rabbia violenta e immotivata
Improvvisi e repentini cambiamenti di umore
Comportamenti impulsivi e del tutto inappropriati nonchè a rischio
Manipolazione della realtà
Bugia sistematica ( prima di tutto con se stessi)
Senso di vuoto e disturbi di identità

Qualcuno si taglia, qualcuno no, qualcuno è bulimico, qualcuno no, qualcuno si suicida qualcuno no, qualcuno evita la folla, e qualcuno no,
per il resto, e non sono io che lo dico, o sei dentro o sei fuori

Dov'è tutta questa confusione, dove sono tutte queste 256 sfumature di grigio di cui parla Lisbeth?


2) per quanto riguarda me senz'altro il problema è che avere a che fare con un borderline non è avere a che fare con uno malato di tumore ma con uno che manipola la realtà tanto da sembrare talmente malato da non esserlo, cioè un comportamento talmente al limite che sembra ( e per certi versi è vero) che lo faccia apposta
Quindi il mio problema è non aver accettato che lei sia malata ma che si tratti semplicemente di una colossale stronza e puttana falsa e bugiarda
pensate che, con i dovuti modi, non le abbia ventilato l'ipotesi a suo tempo?
coinvolgendomi, dicendo io ci sono, facciamo un percorso insieme?
la sua risposta?
"COGLIONE, QUI SE C'E' UN MALATO SEI TU"

E , a parte i modi, (perchè comunque Lisbeth è stata educata e gentile), il suo atteggiamento  ( di Lisbeth) mi ricorda tanto questo modo di procedere
d'altra parte è malata anche lei no?
ecco dovrei accettare questo
PerdonarVI perchè non sapete quello che fate e non potete rispondere di quello che dite ne assumervi alcuna responsabilità in merito ai vostri comportamenti assurdi

Io non mi voglio assolutamente intromettere, perché non ne avrei ne il diritto nè ancora meno una visione oggettiva, capisco solo, dato che ho letto tante volte discussioni così, che è difficile in un forum far interagire due soggetti che hanno avuto a che fare a loro volta con il dolore inflitto a vicenda.. Un po come se in un forum si trovassero nazisti ed ebrei, anche se in quel caso sarebbe tutto unilaterale (ora tra bd e cod. Qualcuno potrebbe vederla così, ma in realtà non lo è, sarebbe troppo semplicistico).

Quindi l unico modo per trovare un punto d incontro forse sarebbe cercare di rendere il più costruttivo possibile la discussione, anche se capisco che il mettere da parte i sentimenti è impossibile.. Per entrambi, ogni volta che toccherete determinate corde andrete sempre a riaprire ferite che fan troppo male..

Tutto qui, non procuratevi ferite inutili..
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 4:00 pm

Rispondo un'ultima volta poi mi chiamo fuori

1) Se Lisbeth non ha i classici sintomi, non è Border, le diagnosi non le faccio io ma i criteri sono abbastanza oggettivi
qualsiasi libro in merito e anche le affermazioni della stessa Marsha Linehan, GURU della malattia ( e della sua cura) parla di chiare manifestazioni e del criterio per cui uno rientra oppure no
non c'è alcuna confusione sull'argomento
In questo forum si parla di Border che rientrano nei criteri, basta che Lisbeth legga tutti i report dei partner per vedere che dicono tutti la stessa cosa e parlano tutti degli stessi identici comportamenti
Lisbeth, tu non sei così? allora perchè ti senti coinvolta?

invito Lisbeth a guardare e leggere

https://www.youtube.com/watch?v=diEhdbGC-mg

http://www.normalarea.com/categoria/disturbi-e-patologie/disturbo-borderline-di-personalita/

http://www.ilmiopsicologo.it/2013/01/17/ti-amo-e-ti-odio-amore-borderline/

The human magnet Ross rosenberg

les borderlines Bernard Granger

Borderline valentina Colombani

Il corpo non dimentica Violetta bellocchio

Borderline Marie Sissi Labreche

PSICOLOGI, PSICHIATRI, PSICOTERAPEUTI, RAGAZZE CHE HANNO SCRITTO LA LORO BIOGRAFIA DICONO TUTTI LE STESSE COSE

Il nucleo centrale comune A TUTTI I BORDER E'

Rabbia violenta e immotivata
Improvvisi e repentini cambiamenti di umore
Comportamenti impulsivi e del tutto inappropriati nonchè a rischio
Manipolazione della realtà
Bugia sistematica ( prima di tutto con se stessi)
Senso di vuoto e disturbi di identità

Qualcuno si taglia, qualcuno no, qualcuno è bulimico, qualcuno no, qualcuno si suicida qualcuno no, qualcuno evita la folla, e qualcuno no,
per il resto, e non sono io che lo dico, o sei dentro o sei fuori

Dov'è tutta questa confusione, dove sono tutte queste 256 sfumature di grigio di cui parla Lisbeth?


2) per quanto riguarda me senz'altro il problema è che avere a che fare con un borderline non è avere a che fare con uno malato di tumore ma con uno che manipola la realtà tanto da sembrare talmente malato da non esserlo, cioè un comportamento talmente al limite che sembra ( e per certi versi è vero) che lo faccia apposta
Quindi il mio problema è non aver accettato che lei sia malata ma che si tratti semplicemente di una colossale stronza e puttana falsa e bugiarda
pensate che, con i dovuti modi, non le abbia ventilato l'ipotesi a suo tempo?
coinvolgendomi, dicendo io ci sono, facciamo un percorso insieme?
la sua risposta?
"COGLIONE, QUI SE C'E' UN MALATO SEI TU"

E , a parte i modi, (perchè comunque Lisbeth è stata educata e gentile), il suo atteggiamento ( di Lisbeth) mi ricorda tanto questo modo di procedere
d'altra parte è malata anche lei no?
ecco dovrei accettare questo
PerdonarVI perchè non sapete quello che fate e non potete rispondere di quello che dite ne assumervi alcuna responsabilità in merito ai vostri comportamenti assurdi

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  serenita' il Sab Gen 31, 2015 3:20 pm

lillibeth ha scritto:Non lo so... Forse ti serve perdonare e smettere di soffrire e provare rabbia.. Questo per evitare che tu la riprenda indietro (ricorda l'odio è l'altra faccia dell'amore nn solo per i border)... Devi darti del tempo per fare pace con te stesso e con lei, ma nn per riaverla con te, ma per lasciarla andare via... Questo mi sento di dirti leggendo i tuoi commenti, a pelle..  

Forse "disperato" e' nella fase dove guarda il suo personale dolore (che peraltro capisco eccome) associato all'avere preso coscienza che la malattia della persona che ama e' stata la catastrofe...
La fase successiva e' l'accettazione..perche' per quanto il dolore sia enorme e per quanto la malattia e' disturbante (disturbo di personalita'), non puoi fare niente, assolutamente niente. Quanto prima elaborerai e accetterai quanto prima starai meglio e potrai ripartire da te stesso! Nessuno ha vinto e nessuno ha perso...

serenita'

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 21.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

No posso aprirmi con queste premesse.

Messaggio  Lisbeth il Sab Gen 31, 2015 2:57 pm

Buongiorno a tutti,
mi scuso se fossi stata offensiva in qualche modo, ma non mi pare di averlo fatto. da brava border avrei dovuto fare una scena madre a disperato, ma ho evitato. In caso mi scuso per il sarcasmo.
Volevo spiegarvi perché non ho detto nulla di me.
Non ho avuto tempo. Scorrevo i topic e continuavo a leggere attacchi alla "categoria". Quindi il mio primo pensiero è stato quello di chiarire che la categoria esiste per chi vuole che esista. Il mio psichiatra/psicoterapeuta mi ha spiegato che in merito c'è ancora molta confusione diagnostica e che non tutti i border riversano sui partner. Se sono un'eccezione chiamatemi solo Lisbeth.
dalle vostre descrizioni io ho visto più narcisismo che disturbo borderline nei vostri ex, ma questo non significa che i due disturbi non possano essere a volte associati.
Vi dico la mia diagnosi così tagliamo la testa al toro: border ciclotimica e con disturbo alimentare.
Il mio parlare delle 265 possibili combinazioni non era un mettere le mani avanti, non difenderei mai chi fa del male; era solo un modo per ricordare che dietro questa diagnosi magari c'è un essere umano che non conoscete e a cui non piace essere etichettato come mostro. Finché ognuno/a parla del suo/a ex border in particolare io non mi sento toccata, ma sono stata infastidita dai "VOI" di disperato. Non siamo tutti uguali e vorrei che te ne facessi una ragione. Conosco border sposate e con una famiglia e altre/i che invece proprio non ci riescono e si sono rassegnati. Io personalmente non sono mai stata manipolativa e i miei ex me lo hanno confermato durante la terapia. Io sono anzi finita in una relazione in cui sono stata manipolata da un narcisista, ma non vado sui forum o sulle pagine fb di narcisisti ad infamare.
Il fatto che il disturbo per alcuni inizi dall'infanzia non significa che non ci sia speranza, come è confermato che non è un disturbo strutturale e non ci si nasce.
Il fatto che mi vengano attribuiti "tratti tipici" da un estraneo che ha iniziato subito insultandomi usando quel "voi pazzi psicotici" mi ha naturalmente irritata.
Una calmata non farebbe male anche perché non sono venuta ad insegnare nulla a nessuno (perché posso esser sicura quando parlo del MIO esser borderline ma non di quello degli altri).
Immaginate che è come se avessi messi un piede dentro e mi avessero offesa.
Che avreste fatto al mio posto? Io non posso scusarmi a nome della tua ex, disperato, ma se servisse a farti soffrire meno lo farei.

Lisbeth

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 29.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 9:26 am

Non lo so... Forse ti serve perdonare e smettere di soffrire e provare rabbia.. Questo per evitare che tu la riprenda indietro (ricorda l'odio è l'altra faccia dell'amore nn solo per i border)... Devi darti del tempo per fare pace con te stesso e con lei, ma nn per riaverla con te, ma per lasciarla andare via... Questo mi sento di dirti leggendo i tuoi commenti, a pelle..

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 9:21 am

Eh... Hai ragione, pero fa parte del loro modo di porsi... Lei si sta curando, questo vuol dire migliorare, nn cambiare del tutto. E, credimi, ti parla che nn augurerebbe a nessuno quello che sta passando per colpa di un border....

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 9:13 am

lillibeth ha scritto:Stiamo facendo un po' di confusione tra Lisbeth e Lillibeth! Effettivamente sono simili. Comunque io penso, disperato, che forse nn abbia senso attaccare qlc che si iscrive in questo forum in qualita di border che si sta curando, te lo dice una che è stata lasciata da 3 gg da uno di loro per un'altra... Curarsi è cmq una buona cosa, se l'avessero fatto anche i nostri ex ora nn saremmo qui a soffrire...

Si scusa per il nome!

Comunque hai ragione, Lisbeth non c'entra, diciamo però che tutti i suoi distinguo con cui ha esordito, questo mettere le mani avanti, i suoi 256 criteri per confondere le acque....non è il modo più sincero di porsi
io quando ho cominciato ho tolto il cappello e ho detto " Signori vi racconto la mia storia, mi aiutate? perchè penso di non aver capito niente"
se lei ha già capito tutto forse è inutile che frequenti il forum

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 9:04 am

Stiamo facendo un po' di confusione tra Lisbeth e Lillibeth! Effettivamente sono simili. Comunque io penso, disperato, che forse nn abbia senso attaccare qlc che si iscrive in questo forum in qualita di border che si sta curando, te lo dice una che è stata lasciata da 3 gg da uno di loro per un'altra... Curarsi è cmq una buona cosa, se l'avessero fatto anche i nostri ex ora nn saremmo qui a soffrire...

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 8:56 am

Lisbeth ha scritto:
Da come ti poni non mi sorprende che la tua border stesse male. Se le davi risposte del genere si sarà sentita proprio ferita e non compresa. E ad una sensazione corrisponde una reazione. Questo non è border, è umano... Smile

ahahahaha
tipico border
ma Lilibeth, tu mi insegni che essere border è una causa non è un effetto
Tutto avviene nell'infanzia, MOLTO PRIMA che la border abbia una relazione sentimentale
effettivamente lei diceva sempre " io reagisco così perchè tu mi provochi", e io li a scervellarmi su cosa avessi detto o fatto, a chiedere scusa, a cambiare comportamento
e invece la situazione peggiorava

E' NOTO a tutti che il border attribuisca la causa delle proprie reazioni assurde a fattori esterni e non metta neanche in dubbio che sia la propria reazione ad essere esagerata, fuori controllo, fuori contesto, e ciò proprio A CAUSA del suo essere border " la classica frase usata dagli psicoterapeuti è " tutto ciò risponde ad un complesso meccanismo di difesa che il broder mette in atto perchè non può ammettere che la casua del suo comportamento sia interna, in quanto deriva da una reazione automatica appresa nell'infanzia quando il border si è dovuto veramente difendere da una minaccia esterna"

SI MA NOI CHE C'ENTRIAMO?
Non siamo noi che via abbiamo maltrattato, picchiato abbandonato stuprato e tutto il resto
se voi ce ne aveste dato anche solo la possibilità, noi avremmo sacrificato la nostra vita per voi ( che non va bene lo stesso, ma l'ho capito dopo), nell'illusione che l'amore possa guarire tutto

scusa Lilibeth, sei tanto fiera del lavoro e della tua terapia ma non hai cambiato di una virgola il modo di ragionare del border

Ah, e per quanto riguarda le "palle quadrate" che ti vanti di avere, pensa a che palle ottagonali ci vogliono per riprendersi dopo che sei stato distrutto daslla persona che amavi la quale ti ha distrutto proprio perchè la amavi
pensa che palle dodecagonali ci vogliono per non impazzire e per farsene una ragione, trovare una motivazione ipotizzare una logica, che non c'è
pensa che palle giganti ci vogliono per resistere ad sms whatsapp telefonate in cui, come le sirene di Ulisse, IL MOSTRO ti spinge in tutti i modi più emozionali possibili a ritornare tra le sue braccia , con l'unico scopo di schiacciarti definitivamente
Pensa cosa deve avere uno sotto per sopportare la condapevolezza che NULLA di quello che è successo in quattro anni è vero, che era tutto un sogno, che tutto era agito dal border al solo ed unico scopo di riempire il proprio vuoto interiore
DIO CHE TRISTEZZA
siete solo dei replicanti con un piccolo programmino ciclico, livello di consapevolezza appena superiore ai riflessi dell'esperimento di pavlov

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  lillibeth il Sab Gen 31, 2015 8:52 am

Hai ragione Disperato, inizia sempre cosi la relazione con un border, inizialmente hai tu il controllo con loro perche ti fanno sentire un principe o una principessa; ti parlano di vita insieme, pensano ai figli e vivi una storia piena di vitalità ed entusiasmo... Nel momento stesso in cui la prima tua mancanza (magari reale) urta la loro (estrema) sensibilità aprono il loro "libro nero" ed annotano tutto. E di li partono le critiche, che poi, col passare del tempo, si trasformano in scene madri, in cattiverie gratuite. Il controllo tu l"hai perso, ma nn l'hai perso di loro (perche come dice giustamente tu e'sbagliato anche questo) lo perdi di te stesso ed inizi a lasciarti umiliare nn potendo credere che quella persona che diceva di amarti cosi tanto e si affannava se anche solo distoglievi lo sguardo da lui sia in realtà una sorta di mostro insensibile che ti vuole devastare... Il rapporto con un borderline è quanto di peggio possa capitare nella vita, ti lascia un dolore immenso dentro... Ma nn tanto quando finisce, il peggio (almeno per me) è stato prima quando lui inizia a mettere le mani avanti e a comunicare (con una cattiveria gratuita) che tu sei sostituibile in qualsiasi momento che il futuro insieme nn esiste perche siete iconpatibili, ma nn lo fa nel momento in cui vuole interrompere la relazione, inizia molto prima e l'attacco al legame diventa un attacco a te e al tuo mondo. E questo viene fatto con una rabbia ingiustificata e stravolgendo la realta... Il mio ex ora sta con un'altra da una settimana e sta avendo delle soddisfazioni lavorative nel teatro (il suo grande sogno) nn si fa il minimo problema a decantare la sua felicita sui social networks chiedendo al mondo perche questa settimana nn è fatta da 10 giorni... Nella stessa settimana mi ha vista stare malissimo e quasi svenirgli davanti...

lillibeth

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.01.15

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  disperato il Sab Gen 31, 2015 8:31 am

Alexb ha scritto: Perché avere il controllo sul prossimo, garantisce a chi non riesce a controllare se stesso di avere almeno una certezza e come detto sopra fa sentire onnipotenti...

Esperienza personale
E' verissimo
esperienza anche mia
All'inizio avevo il controllo e mi sentivo onnipotente
poi lo ha preso totalmente lei e io sono andato in crisi
avendo capito che comunque non andava bene neanche la prima parte del nostro rapporto, ho lavorato su di me per riprendere il controllo di me stesso e riuscire a portare avanti una storia di uguaglianza e non di sopraffazione
ma lei ha continuato ad esercitare il controllo, godeva nel farlo, me lo ha anche detto più volte " ora sei tu il mio schiavo!" all'inizio con grande successo e mia enorme umiliazione
poi però me ne sono andato, e senza vittima il carnefice non ha più lavoro
Da allora lei mi cerca costamntementre lusingandomi, pentendosi, promettendo
dice che senza di me è perduta
confesso, sarebbe bello credere che quello che mi dice è vero e poter ripartire da zero
ma l'unica motivazione che la spinge è riprendere il controllo
infatti mi dice " sono rimasta sola", eppure va con tutti, ma non ha alcun controllo sulla situazione nè tantomento su se stessa
Paradossalmente se io avessi la capacità ( ma comunque dovrei essere stupido per volerlo rifare) di rimetterla sotto il mio controllo, avrebbe meno ansie
Invece così è come una barca in un mare agitato cui si è rotto il motore, in balia delle onde. un giorno c'è il sole ma poi tornera la tempesta, ed in ogni caso la notte cala ogni giorno, e come dice la canzone " ma quando arriva la notte la notte e resto sola con me...."
ad eternum

disperato

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 30.08.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Alexb il Sab Gen 31, 2015 4:57 am

La manipolazione è caratteristica nel border, solo per il raggiungimento del fine, puó essere fatto in modo conscio o inconscio... Per questo esistono gli schemi, se un soggetto ha uno schema, ripeterà quello se non ha portato a gravi conseguenze, altrimenti se è sufficientemente intelligente lo varierà al bisogno.. Ora questo avviene anche per le persone non disturbate, peró da sottilineare è il fine egoistico e privo in determinati casi di empatia o generato da visioni distorte della realtà. Il narciso ha un arte manipolatorio spiccata, che maggiormente lo porta a gestire il soggetto che ha di fronte. Un narciso ha come bisogno interiore quello di primeggiare e splendere, ricercando la perfezione, pertanto è sospinto da meccanismi che possano porlo su uno o più gradini sopra i soggetti coi quali interagisce. Quando si trova di fronte a persone fragili avrà maggior possibilità di manipolare anche usando la svalutazione e generando senso di colpa o dubbi o addirittura stravolgendo la realtà a suo favore. La capacità di poter cogliere i punti deboli di qualsiasi soggetto anche quelli che non presentano apparentemente fragilità da loro la possibilità di poter comunque manipolare attraverso una sottile capacità di scatenare empatia nel prossimo che può mettere in discussione anche le certezze più salde. Per fare ciò serve un contatto ravvicinato e prolungato, attraverso il quale il soggetto disturbato riesce a leggere le emozioni del suo interlocutore. Ora senza ombra di dubbio personalità e carattere sono determinanti come il sesso è l intelligenza, ma resta comunque il fatto che i soggetti che vogliono qualcosa o desiderano prevaricare adotteranno la manipolazione per ottenerla.

Come sempre non si fa di tutto un erba un fascio, ma ricordo che anche solo il fatto di pensare una cosa oggi e smentirla anche solo il giorno dopo rende il proprio interlocutore difronte ad una mancanza di equilibrio tale che può distruggere la certezza appena creata.

Quindi esistono varie modalità di manipolazione, più o meno invasive, ma posso garantire che si sente quando si ha il controllo e puó capitare che in quel momento ci si spinge oltre solo per capire quanto si può buratrinare il prossimo.. Perché avere il controllo sul prossimo, garantisce a chi non riesce a controllare se stesso di avere almeno una certezza e come detto sopra fa sentire onnipotenti...

Esperienza personale
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: fine relazione con border

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum