Sono le 4.43, ciao super io

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Ven Dic 19, 2014 6:07 pm

Sì barbara hai perfettamente ragione.
Non vivi ma sopravvivi.
Però è pure vero che se non fai niente la cosa peggiora, invece tentare nuove strade è una cosa buona, può darti la soluzione o una nuova delusione a cui comunque sei abituato/a e che quindi non è una novità.
Se stai male è chiaro che ti aggrappi a tutto, deve essere così, sennò si va sempre più giù!

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  barbara bc il Ven Nov 28, 2014 9:29 pm

No non e facile cley ma non e nemmeno impossibile! Credimi nemmeno io sono stabile, e questo complica il tutto e fa parte di un io poco strutturato che gia conosciamo! Ma se mai si inizia o ci si lavora non migliorera mai...se ti rassegni perche hai subito tante di quelle delusioni ad ogni tentativo nei quali ci hai messo cuore e anima, non soffrirai piu per una possibile sconfitta, magari l'ennesima certo! Ma non gioirai neanche nel caso vada bene! Semplicemente perche non vivi ma sopravvivi, ti lamenti di una vita che non vuoi e che non ti va bene ma che non cerchi piu di cambiarla per paura di stare male di nuovo nel caso sia un fallimento, un altro!
Magari tu dirai che sono una povera illusa a credere che magari sta volta qualcosa vada meglio certo ma a me stare cosi non piace...non piace per niente quindi perche non testare una nuova strada? Se non va bene la posso togliere dalle soluzioni possibili...le mie sono esperienze e non solo vissuto
avatar
barbara bc

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 09.04.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Ven Nov 28, 2014 4:10 pm

Ehi dibrim! Io sto come sempre a tratti peggio a tratti meglio, non so no mai arrivata a chiedere un ricovero per cui non posso lamentarmi Razz
La ps4 ottima idea. A me scoccia così come mi scoccia la TV, i film e tutto Razz ma se ti fa star meglio bene così.
Dunque barbara, hai scritto cose molto sagge, il fatto è che ciò che dici non è facile da attuare.
Punto 1. Sapere chi sei, cosa vuoi e cosa ti rende felice. Bene. Io non saprei. So chi sono ma quello che sono cambia dall'oggi al domani. Se oggi sono in un modo domani potrei essere l'opposto. Spesso non trovo un nesso tra ciò che dico, ciò che penso e Ciò che faccio. Ma poco male, passiamo oltre: cosa mi rende felice. ..beh dipende. Oggi mi rende felice una cosa, quindi la faccio, poi dopo o me ne pento o la felicità svanisce in pochi secondi. Passiamo al piano b: altra cosa che potrebbe rendermi felice o almeno contenta, sfocia in un flop.
Quindi come vedi questa cosa va bene per chi è normale ma smarrito. Io e penso anche voi, vivete la cosa come me. Certo, gli obiettivi ci sono, sennò saremmo dei vegetali. Ad es. Il dibrim vuole mettere i soldi da parte per la ps4, qualcuno vuole ad es sistemarsi il guardaroba, altri aiutare la gente è cose così. Ma gli obiettivi sono diversi da "ciò che mi rende felice' gli obiettivi ti danno soddisfazione , non felicità.
Uscire da questo circolo vizioso non è facile, penso serva un lavoro caratteriale vero e proprio, oppure ripetere la cosa che vorresti ti rendesse felice ma che ti lascia solo il vuoto fino a quando non ti ci abitui e sei davvero felice. È un po come quando fai una cosa per la prima volta e fai uno schifo, ma ripetendola più volte migliori e diventi bravo. Però serve costanza che noi non abbiamo.
Avete paura di uscire? Perché? Avete trovato qualche rimedio anche se a breve termine?

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  barbara bc il Ven Nov 28, 2014 12:42 pm

Alexb ha scritto:
barbara bc ha scritto:
dibrim ha scritto:Barbara credo tu abbia centrato il bersaglio,almeno il mio.
Condivido la teoria delle 2 parti e mi fa' piacere sentire che qualcuno l'ha analizzata sotto questo punto di vista.
Testa,Corpo...Mente,Cuore...pensi davvero che l'uscita sia lì?..in fondo l'anima se c'è risiede li ed io mi son sempre detto di soffrire del male dell'anima

Io credo di si dibrim...ma prima ancora dell'unione deve esserci il desiderio di cambiamento, il desidero di uscire dalla gabbia perche ormai sta stretta o per la curiosita del fuori...poco conta il motivo! Se c'e quello allora non manca altro da fare che allineare il corpo con l'idea di cambiamento e liberta che e gia presente nella mente, e per farlo e necessaria un azione un movimento che mandi a fanculo la paura! Non e detto che poi vada bene, he! Pero perlomeno ci si ha provato. Se devo stare dentro la gabbia a lamentarmi di quello che non provo neanche a cambiare e meglio che o provo ad uscire o stia zitto!

Un amina triste...io mi sento un anima che cerca la tristezza invece! Ma questo non impedisce alle anime tristi di provare a vedere e vivere il mondo  in modo diverso! Io sono convita che la tristezza, quella vera, quella dell'anima ti puo uccidere se non la gestisci bene, ma puo farti sentire cose che senza altrimenti non si proverebbero! Sia esse siano positive che negative!
Non so se sia possibile ma mi piace pensare che si possa usare la tristezza per scopi piu nobili che piangersi addosso

La vita non deve per forza fare schifo!!! Credici anche tu..... 😏

I love you sempre
avatar
barbara bc

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 09.04.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Ven Nov 28, 2014 12:31 pm

barbara bc ha scritto:
dibrim ha scritto:Barbara credo tu abbia centrato il bersaglio,almeno il mio.
Condivido la teoria delle 2 parti e mi fa' piacere sentire che qualcuno l'ha analizzata sotto questo punto di vista.
Testa,Corpo...Mente,Cuore...pensi davvero che l'uscita sia lì?..in fondo l'anima se c'è risiede li ed io mi son sempre detto di soffrire del male dell'anima

Io credo di si dibrim...ma prima ancora dell'unione deve esserci il desiderio di cambiamento, il desidero di uscire dalla gabbia perche ormai sta stretta o per la curiosita del fuori...poco conta il motivo! Se c'e quello allora non manca altro da fare che allineare il corpo con l'idea di cambiamento e liberta che e gia presente nella mente, e per farlo e necessaria un azione un movimento che mandi a fanculo la paura! Non e detto che poi vada bene, he! Pero perlomeno ci si ha provato. Se devo stare dentro la gabbia a lamentarmi di quello che non provo neanche a cambiare e meglio che o provo ad uscire o stia zitto!

Un amina triste...io mi sento un anima che cerca la tristezza invece! Ma questo non impedisce alle anime tristi di provare a vedere e vivere il mondo  in modo diverso! Io sono convita che la tristezza, quella vera, quella dell'anima ti puo uccidere se non la gestisci bene, ma puo farti sentire cose che senza altrimenti non si proverebbero! Sia esse siano positive che negative!
Non so se sia possibile ma mi piace pensare che si possa usare la tristezza per scopi piu nobili che piangersi addosso

La vita non deve per forza fare schifo!!! Credici anche tu..... 😏
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Ven Nov 28, 2014 12:27 pm

Cely ha scritto:Figgga Alex!  Che dire, a volte si sceglie di timoniere in gabbia perché quello che c'è fuori sai già com'è.  E quindi?  Cosa fai? A volte per necessità lo fai ma poi? Se uscire è peggio perché farlo?
Ecco, questo mio pensiero mo ha sempre fatto interrogare sul fatto che io sia o non sia border.  Se lo fossi sul serio non dovrei vivere di eccessi? Che roba è vivere avendo paura? Capisco sempre meno e va sempre peggio.

Ma mica si vive sempre di eccessi.. O meglio si vive di eccessi positivi e negativi, rispetto a come vanno le cose intorno a te e dentro di te... Poi il non avere picchi nei cicli significa anche avere un determinato periodo di stabilità che puó comunque verificarsi, fino al prossimo evento esterno... Ma... Al posto di tutto questo bla bla bla, meglio non fermarsi a capire cosa si è ma cosa si vorrebbe per stare meglio, estirpare i tratti invalidanti, quelli che ci rendono schiavi di noi stessi, per essere liberi dai pensieri che offuscano la giornata!!
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Ven Nov 28, 2014 12:23 pm

dibrim ha scritto:Ciao Alex,Ciao Cely,
..è un po' che nn ci si sente,Voi come state?
Per Natale volevo autoregalarmi la PS4 così nella gabbia intanto nn m'annoio😛

La ps4?! Io mi sa che aspetto dopo Natale... Mossa economica...😂😂
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Ven Nov 28, 2014 12:22 pm

dibrim ha scritto:Scusa Alex se t'ho rubato il Post x sfogarmi ora ne apro uno

Figurati, qui scrivi dove vuoi!!!😁
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Ven Nov 28, 2014 12:21 pm

dibrim ha scritto:Scusa Alex se t'ho rubato il Post x sfogarmi ora ne apro uno

Figurati, qui scrivi dove vuoi!!!😁
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  barbara bc il Ven Nov 28, 2014 11:56 am

dibrim ha scritto:Barbara credo tu abbia centrato il bersaglio,almeno il mio.
Condivido la teoria delle 2 parti e mi fa' piacere sentire che qualcuno l'ha analizzata sotto questo punto di vista.
Testa,Corpo...Mente,Cuore...pensi davvero che l'uscita sia lì?..in fondo l'anima se c'è risiede li ed io mi son sempre detto di soffrire del male dell'anima

Io credo di si dibrim...ma prima ancora dell'unione deve esserci il desiderio di cambiamento, il desidero di uscire dalla gabbia perche ormai sta stretta o per la curiosita del fuori...poco conta il motivo! Se c'e quello allora non manca altro da fare che allineare il corpo con l'idea di cambiamento e liberta che e gia presente nella mente, e per farlo e necessaria un azione un movimento che mandi a fanculo la paura! Non e detto che poi vada bene, he! Pero perlomeno ci si ha provato. Se devo stare dentro la gabbia a lamentarmi di quello che non provo neanche a cambiare e meglio che o provo ad uscire o stia zitto!

Un amina triste...io mi sento un anima che cerca la tristezza invece! Ma questo non impedisce alle anime tristi di provare a vedere e vivere il mondo in modo diverso! Io sono convita che la tristezza, quella vera, quella dell'anima ti puo uccidere se non la gestisci bene, ma puo farti sentire cose che senza altrimenti non si proverebbero! Sia esse siano positive che negative!
Non so se sia possibile ma mi piace pensare che si possa usare la tristezza per scopi piu nobili che piangersi addosso
avatar
barbara bc

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 09.04.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Ven Nov 28, 2014 8:26 am

Scusa Alex se t'ho rubato il Post x sfogarmi ora ne apro uno
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Ven Nov 28, 2014 7:45 am

Ciao Alex,Ciao Cely,
..è un po' che nn ci si sente,Voi come state?
Per Natale volevo autoregalarmi la PS4 così nella gabbia intanto nn m'annoio😛
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Ven Nov 28, 2014 7:25 am

Barbara credo tu abbia centrato il bersaglio,almeno il mio.
Condivido la teoria delle 2 parti e mi fa' piacere sentire che qualcuno l'ha analizzata sotto questo punto di vista.
Testa,Corpo...Mente,Cuore...pensi davvero che l'uscita sia lì?..in fondo l'anima se c'è risiede li ed io mi son sempre detto di soffrire del male dell'anima
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Ven Nov 28, 2014 1:52 am

Figgga Alex! Che dire, a volte si sceglie di timoniere in gabbia perché quello che c'è fuori sai già com'è. E quindi? Cosa fai? A volte per necessità lo fai ma poi? Se uscire è peggio perché farlo?
Ecco, questo mio pensiero mo ha sempre fatto interrogare sul fatto che io sia o non sia border. Se lo fossi sul serio non dovrei vivere di eccessi? Che roba è vivere avendo paura? Capisco sempre meno e va sempre peggio.

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Gio Nov 27, 2014 9:08 pm

Cely ha scritto:Esatto dib,  stessa mia situazione.  Quando faccio quello che voglio mi sento male, se non lo faccio idem.  Non si può dire che sia una cosa stabile.  Se stessi di star bene non facendo un cazzo sarebbe una gran cosa, e invece come te mi sento in gabbia.  Vedo gente che fa una vita del cazzo e gli va bene così. A me no. Vorrei cambiare tutto a partire da me, dentro e fuori, ma non è fattibile.  Quindi tanto vale farsi piacere questa gabbia.  Ma come???

Vita, un dono, che non ha prezzo e non ce L ha perchè nessuno può comprarla venderla o scambiarla.

Nessuno può essere prigioniero, se non di se stesso, quindi per uscire dalla gabbia, facciamo i conti con noi stessi, se ne abbiamo il coraggio.. Se non l abbiamo, mettiamo un bel divano è una bella Tv 50 pollici nella gabbia per far passare il tempo. Ma se non siamo comunque felici, se sentiamo che quella è ancora una gabbia e ci sta stretta, sfidiamo il nostro se, tanto in gabbia si può sempre tornare, mentre è la vita che scorre e quella non la potremo più riafferrare..

Io stesso non sempre riesco, anzi spesso mi chiudo, ma sono ormai certo che per tanto la possa rendere accogliente... Io in gabbia, soprattutto se creata da me stesso, non ci voglio stare.

Cambiare non è possibile? Si lo è.. Tutto può modificarsi, ance ció che crediamo più radicato e dal quale non ci aspetteremmo mai un cambiamento.. Io stesso sono cambiato, in male o in bene non lo so ancora, ma nel tempo ti evolvi sempre, basta non perdere mai la fiducia e voler cadere nelle trappole che ci creiamo noi stessi.

Mi auguro di farcela, a sorridere e credere in me, lo auguro anche a voi..
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Gio Nov 27, 2014 8:55 pm

Esatto dib, stessa mia situazione. Quando faccio quello che voglio mi sento male, se non lo faccio idem. Non si può dire che sia una cosa stabile. Se stessi di star bene non facendo un cazzo sarebbe una gran cosa, e invece come te mi sento in gabbia. Vedo gente che fa una vita del cazzo e gli va bene così. A me no. Vorrei cambiare tutto a partire da me, dentro e fuori, ma non è fattibile. Quindi tanto vale farsi piacere questa gabbia. Ma come???

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  barbara bc il Gio Nov 27, 2014 7:44 pm

la porta e sempre aperta....vuoi davvero uscire? e questa la domanda....
o stai meglio li nelle tue sicurezze che ti proteggono e ti soffocano? quelle le conosci...il fuori no....il fuori e nuovo, o seminuovo.....tutto il nuovo fa paura! e la paura blocca, paralizza! la testa vuole muoversi ma il corpo non lo fa! come un peso insostenibile ormai dentro, nel petto! e una divisione...unisci le parti e vedrai chiaro l'uscita! almeno credo che sia cosi! lo spero...lo spero tanto
avatar
barbara bc

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 09.04.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Gio Nov 27, 2014 7:29 pm

Sono talmente tanti anni che sono abituato a vivere in gabbia che nn trovo e nn so' neanche + se c'è una porta d'uscita
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Mer Nov 26, 2014 11:11 am

mi agito quando sconfino.quando faccio cose nuove.quando mi metto in gioco,quando rischio e mi metto alla gogna del giudizio degli altri.
Fare le cose a mio modo nn uniformandosi alla massa mi crea uno stress nn indifferente.
Fare le cose che voglio,quando lo voglio mi terrorizza e spesse volte mi rinnego.
La Libertà è cibo x pochi.chi può dire di essere veramente libero??..e a che prezzo???..forse la pazzia
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Lun Nov 24, 2014 10:58 pm

Ehi dib, la tua paura quando nasce? La mia non saprei. Potrei dire che ho paura do tutto. Ho paura di uscire, della gente, dei luoghi, di tutto. Non saprei definirla, è una cosa strana che capita in genere in alcuni momenti più che in altri, ad es dopo essere uscita la sera prima. Direi che è così da poco tempo, fino ad un anno fa facevo tutto ok. Anche se già da piccolina avevo paura di uscire da sola o di aspettare i miei amici, la paura di uscire l'ho sempre avuta in genere, più negli eventi in cui era presente molta gente.

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Lun Nov 24, 2014 7:19 pm

dibrim ha scritto:La paura ha mille forme
ma bisogna comprenderne la radice,
la madre delle paure.
Quando si ha paura?
quando si sconfina?
la paura può rendere pazzi?
o và affrontata sempre e cmq?..
vivo in una città che nn mi appartiene,
serragliato da sguardi sbarrati.
..se ho ancora paura ad uscire??
esco poco,
principalmente ilW.E.
x lo sballo
confondermi mi riesce bene
ma sono un fantasma
un non morto,
e parlo poco
nn dicendo quasi mai
quello che realmente penso,
anche la verità mi spaventa,
nn sò dirvi quanto.
dibrim

Io penso, almeno per me, che la radice della paura arrivi dalla mancanza di fiducia nel se.. Ora se il proprio SE non ha avuto, per i più svariati motivi come dici tu, un evoluzione e uno sviluppo buono, regnerà in noi la paura.
Penso questo perché spesso la paura mi accompagna, insieme all ansia, e potrei essere visto come un non morto in quei casi, ma in altri mi accade proprio l opposto, diciamo uno sprezzo che oserei vedere come opposto alla paura. In realtà anche in quella situazione la paura ha un qualcosa di connesso, diciamo che fa da spinta. Quindi esiste una paura paralizzante ed un altra che è scatenante.

La radice della paura penso alla luce di questo ragionamento possa risiedere o in avvenimenti che hanno incrinato la nostra fiducia interiore, o da mancanza di fiducia in noi stessi creatasi in circostanze auto indotte dal sub conscio.

Le circostanze auto indotte dal sub conscio, io le chiamo così perché non saprei come definirle altrimenti, sono ad esempio situazioni nelle quali le aspettative sono altissime, praticamente irrealizzabili, e c'è le formiamo noi, attraverso pensieri ed immaginario, e che poi inevitabilmente non accadono, perché irrealizzabili appunto, e che quindi ci faranno cadere ancora di più nella paura del fare e vivere.

Io ricado spesso nell ultima situazione, e questo mi distrugge non poco. Probabilmente anche da bambino ho avuto molte delusioni e comunque poche persone che han creduto in me, forse a ragion veduta o forse no. E spesso la paura mi ha bloccato negandomi di poter accedere a occasioni o situazioni piacevoli.

Questo è parte del mio punto di vista, buona parte della mia paura da cosa si scatena è da come possa essersi radicata in me.

Per come si manifesta Dibrim accade in modo molto analogo al tuo, sempre da elementi scatenanti diretti e soprattutto da colpi di scena o accadimenti che sballano gli equilibri. E anche il mio rapporto con la società avviene in modo conflittuale, come in fondo capita a te.
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Lun Nov 24, 2014 6:50 pm

avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  dibrim il Lun Nov 24, 2014 6:32 pm

La paura ha mille forme
ma bisogna comprenderne la radice,
la madre delle paure.
Quando si ha paura?
quando si sconfina?
la paura può rendere pazzi?
o và affrontata sempre e cmq?..
vivo in una città che nn mi appartiene,
serragliato da sguardi sbarrati.
..se ho ancora paura ad uscire??
esco poco,
principalmente ilW.E.
x lo sballo
confondermi mi riesce bene
ma sono un fantasma
un non morto,
e parlo poco
nn dicendo quasi mai
quello che realmente penso,
anche la verità mi spaventa,
nn sò dirvi quanto.
dibrim
avatar
dibrim

Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 31.12.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Alexb il Dom Nov 23, 2014 1:43 am

Cely ha scritto:Oddio alex,  è verissimo!
Anche io ho paura di tutto, vorrei solo starmene chiusa in camera sempre, ma dopo un po questa cosa mi fa impazzire, vedo le altre persone, le invidio, vorrei la loro vita, far quello che fanno loro, e così vado oltre la paura, ma ogni volta che faccio quello che fanno gli altri, mi sento alienata il giorno dopo.  Mi chiedo come ho potuto farlo, mi sento stupida. E di nuovo il ciclo si ripete all'infinito. La staticità ti protegge da ciò che non vorresti vivere, ma alla lunga ti spinge oltre i tuoi schemi, ma la paura stessa ti blocca, ti fa fare cose che non avresti voluto fare, per farti avere più paura il giorno dopo. Non c'è una via di mezzo. O la vita che ti fa male o la paura che non ti fa vivere. È uno schifo.
Non so che vita vorrei, non so cosa vorrei, ma ogni cosa sembra sempre quella sbagliata.

Non temere.. È tutta questione di auto stima... Bisogna solo lavorarci un po'... Sai usare modelli di riferimento perché non si riesce ad averne di propri, è come voler indossare un vestito preconfezionato per altri.. Prima o poi andrà stretto, e ci deluderà e l auto stima andrà sempre più giu... È come il film zelig di allen già citato, il voler consciamente o inconsciamente emulare descrive fortemente una mancanza di un proprio io definito, una vera identità...

Quindi prima di buttarti a capofitto in nuovi test, fermati e cerca di capire esattamente chi sei e cosa vuoi. Il resto dovrebbe essere più semplice..

Certo anche in questa fase sarà sempre lì il confronto, la valutazione del prossimo e la denigrazione sprezzante di noi stessi, ma dovrai cercare di mediarla. Sai spesso quando vediamo noi stessi siamo oltremodo critici, io sono il primo ad esserlo e a volte arrivo a credere che sia irreversibile. In realtà capendo chi sono pian piano sto cercando di non cadere più nella trappola, sto valutando le strade e sto selezionando a fondo uscite incontri e cose da fare.
È naturale vedere sempre modelli a cui ispirarsi, sai com'è gli animali anche l uomo segue elementi portanti o che ritiene tali, per svariati motivi e modelli di pensiero.. Io sto valutando ora peró un modello che mi permetta di potermi evolvere senza i soliti pentimenti e ritorni.. Cioè il meglio che posso essere IO.. Ovvero raggiungere il massimo rispetto alle mie capacità e qualità. Senza mentirsi, senza più evitare di vedere i difetti e senza più voler ottenere ciò che in fondo è talmente impossibile da raggiungere o realizzare che poi mi darebbe solo una riconferma per la mia bassa autostima.

Obiettivi seguire un piano e gestire se stessi per una crescita profonda, che metta al riparo dalle ansie e dalle paure.. Si quante belle parole, chissà se cè la si fa e quante volte si inciamperà .. Ma un buon piano dicono, puó fare la differenza, speriamo..😏
avatar
Alexb

Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.06.14

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Cely il Sab Nov 22, 2014 10:46 pm

Oddio alex, è verissimo!
Anche io ho paura di tutto, vorrei solo starmene chiusa in camera sempre, ma dopo un po questa cosa mi fa impazzire, vedo le altre persone, le invidio, vorrei la loro vita, far quello che fanno loro, e così vado oltre la paura, ma ogni volta che faccio quello che fanno gli altri, mi sento alienata il giorno dopo. Mi chiedo come ho potuto farlo, mi sento stupida. E di nuovo il ciclo si ripete all'infinito. La staticità ti protegge da ciò che non vorresti vivere, ma alla lunga ti spinge oltre i tuoi schemi, ma la paura stessa ti blocca, ti fa fare cose che non avresti voluto fare, per farti avere più paura il giorno dopo. Non c'è una via di mezzo. O la vita che ti fa male o la paura che non ti fa vivere. È uno schifo.
Non so che vita vorrei, non so cosa vorrei, ma ogni cosa sembra sempre quella sbagliata.

Cely

Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 20.09.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sono le 4.43, ciao super io

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum